BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Legittimo impedimento” rinviata l’udienza per Calderoli-Kyenge

"Legittimo impedimento per la difesa" ovvero per il senatore della Lega Nord Roberto Calderoli. Con questa motivazione è stato rinviata l'udienza per il processo che vede imputato di diffamazione aggravata dall’odio e dalla discriminazione razziale nei confronti dell’ex ministro per l’Integrazione Cécile Kyenge.

Più informazioni su

"Legittimo impedimento per la difesa" ovvero per il senatore della Lega Nord Roberto Calderoli. Con questa motivazione martedì 6 maggio è stata rinviata l’udienza per il processo che vede imputato di diffamazione aggravata dall’odio e dalla discriminazione razziale nei confronti dell’ex ministro per l’Integrazione Cécile Kyenge.

La prossima udienza è stata fissata per il 26 giugno.

L’ex vicepresidente del Senato, il 13 luglio 2013 alla festa della Lega di Treviglio, aveva detto durante il comizio che "quando viene fuori la Kyenge resto secco. Io sono amante degli animali, però quando vedo uscire delle sembianze da orango, io resto ancora sconvolto".

Dopo quel comizio i due sostituti procuratori di Bergamo – Gianluigi Dettori e Maria Cristina Rota – avevano iscritto Roberto Calderoli nel registro degli indagati. I due pm avevano chiesto il giudizio immediato e il giudice per le indagini preliminari lo aveva accolto, fissando per martedì 6 maggio la prima udienza. In tribunale a Bergamo però, il senatore Calderoli non si è presentato "per legittimo impedimento". E’ stato così deciso di rinviare l’udienza al prossimo 26 giugno. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da luigi

    che asilo … invece di guardare sempre in casa degli altri xchè non fate i fatti anziché criticare … il buon esempio vale più di ogni critica, o forse sapete solo criticare???

  2. Scritto da feudo

    Specifico solo che la kyenge era così utile con il suo ministero che è stata segata dal pd stesso(conscio della scarsa popolarità della ministra)…per non dire dei rimborsi spese che la stessa ha chiesto da ministro. Informatevi pure a riguardo…..

    1. Scritto da ???

      Informaci tu al riguardo e se diffami rispondine . Ma che razza di persona sei ?

      1. Scritto da Contento/a ???

        Sei informato/a ora?

        1. Scritto da ???

          Tu puoi contestare il merito per cui li ha spesi (c’era qualcuno che “risparmiava” usando aerei di di stato ma non esattamente per motivi istituzionali!). La Kyenge la ricordo molto presente sul territorio nazionale (i luoghi li pubblicava “la padania”!) e certamente ha soggiornato (richiestane a gran voce) un paio di volte in Congo per tentare di risolvere la questione adozioni. Se hai notizia di suoi viaggi,che ne so,a ponte di legno in elicottero per vacanza, parliamone, se no vergognati

          1. Scritto da Omar

            Io non ho nulla di cui vergognarmi,io riporto numeri che tu hai richiesto.Se poi non ti piacciono sono problemi tuoi.Se hai altri numeri dalli ,altrimenti non fare il maestrino/a moralizzatore.E poi perchè ti firmi con ?? ?? Non sai cosa sei? Sei ridicolo e patetico,vai in Congo con la tua ministra.Thanhs

      2. Scritto da perlacronaca

        L’ex ministro dell’Integrazione, Cécile Kyenge, che ha chiesto un rimborso complessivo di 53.895,47 euro, di cui 42.740,74 in mezzi di trasporto e 11.154,73 in pernottamenti e pasti. È la cifra più alta spesa dagli ospiti di palazzo Chigi (non sono resi pubblici invece gli importi spesi dai ministri e vice con portafoglio), ed è di molto superiore al rimborso presentato dallo stesso Letta, che complessivamente ha speso 36.191,97 euro, di cui 20.059,72 euro in viaggi e 16.132,25 euro.

      3. Scritto da Omar

        Da internet: 54000 EURO PER 9 MESI, 6000 EURO AL MESE DI SPESE ,11 mila euro per pernottamenti e pasti e 42 mila euro per i trasporti. A questi vanno aggiunti 40mila euro per organizzare il meeting internazionale Chaorom,Altri 9.900 euro per l’associazione “Romà Onlus,.820 euro per il laboratorio di formazione antirazzista e 9.852 per il laboratorio di disegno e scrittura “La mia idea di razzismo”. 5.940 euro per la realizzazione di due seminari al festival del cinema transessuale.

        1. Scritto da Scusa ?

          In questo articolo Calderoli per giustificarsi affermava di fare più di 100.000 km all’anno, lascia perdere che li chiedesse o non li chiedesse a chi e come , prendilo come esempio numerico e moltiplica per i rimborsi aci per una vettura medio alta, da solo è più della cifra che ha preso la Kyenge .

          http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/04/19/calderoli-appartamento-supervista-roma-pagato-fondi-pubblici-dalla-lega/205611/

        2. Scritto da Mavalà !

          Ah, ma tu leggi libero e il giornale !Che si guardano bene dal pubblicare le spese di PDL e lega al governo. Giusto per esempio prova a dirmi cosa ci spendeva Calderoli ! Le spese che citi per un ministro sono assolutamente normali ! BASTA FESSERIE , un venditore di una media azienda ne spende 35.000 tornando a casa alla sera a dormire e mangiare . Ma che sciocchezze stai raccontando? Prova a dirmi le note spese di due caporedattori dei tuoi giornali preferiti ! Ridicolo.

          1. Scritto da Les!

            SAi leggere?

            “È la cifra più alta spesa dagli ospiti di palazzo Chigi”

  3. Scritto da feudo

    Ecco in cosa perde tempo la procura di bergamo…..ma loro non sono politicizzati eh,nooooooooooooooo

    1. Scritto da Ascualmàr

      Mai tempo fu speso così bene, queste cose bisogna stroncarle sul nascere e quando si sta nel ruolo di vicepresidente del senato (dove è arrivata l’Italia !) a maggior ragione. Che vergogna.

  4. Scritto da Luca

    Cosa vuol dire legittimo impedimento?
    Che qualcuno è impedito?
    In questo caso in ambito politico, mi sembra giustamente appriopriato

    1. Scritto da Andrea

      Il legittimo impedimento è una legge ad personam, emanata per consentire al Berlusca di evitare i processi: con questo stratagemma trascorso un certo periodo di tempo il reato cade in prescizione, cioè il processo non può più essere celebrato e l’imputato la fa franca.

  5. Scritto da Aristide

    Premesso che i diritti dell’Uomo non sono il forte di Roberto Calderoli, che ne disapprovo l’insulto, osservo che almeno lui “ci mette la faccia”, a differenza di chi suggerì la battutaccia a Bossi sulla terronità di Napolitano, ma si guarda bene dallo scagionare il caro leader. Osservo inoltre che nella strategia del Calderoli era tutto calcolato: fece la battuta e raccolse immediato consenso presso i suoi; chiese subito dopo scusa, preparandosi la scappatoia giudiziaria.

    1. Scritto da Miki

      Chi avrebbe suggerito? U. Bossi e’ una vita che insulta il G. napolitano dal primo giorno del primo mandato; almeno su questo direi si e’ dimostrato piu’ che coerente..

      1. Scritto da Aristide

        Il ruolo della spalla è suggerire. Se lei va in rete, trova la registrazione del momento clou. Bossi dice: «Napolitano: nomen omen», cioè Napolitano è napoletano di nome e di fatto. La spalla suggerisce: «Terùn!». E Bossi di rimando, sornione: «Ah, sì? Non sapevo che fosse un terùn!».

      2. Scritto da Fantasy

        Gli unici che non hanno votato napolitano sono m5s e sel , di che parli ?

  6. Scritto da Giorgio

    A forza di cenare da Berlusconi ne sta assumendo tutte le caratteristiche.
    Calderoli un personaggio che ha solo fatto danni all’idea autonomista, lasciamolo pure andare in Forza Italia, sembra già pronto per fare il salto della quaglia e noi leghisti avremo solo da guadagnarci, gli lasciamo una zavorra carica oramai di difetti della politica romana

  7. Scritto da mario59

    Ecco questo è uno dei mali ai quali Calderoli almeno a parole vorrebbe porre fine..cioè: la burocrazia e le lungaggini dei processi nel nostro paese…poi però nella realtà anche lui ci sguazza in queste vergognose situazioni…la data della prima udienza si conosceva da tempo, pertanto anche il signor Calderoli avrebbe dovuto tenersi libero da altri impegni…se la legge veramente funzionasse, il processo avrebbe comunque dovuto avere inizio, altro che comodi balzelli burocratici.

    1. Scritto da La verità fa male

      In una nazione seria, alla lungaggine dei processi si pone rimedio liquidando queste fanfaronate dei politici alla voce “stupidate” senza dare importanza a queste vicende. Nell’Italietta le stupidate dette da Calderoli mobilitano una procura (come se ci fosse necessità e urgenza di fare processi anche su queste baggianate), fanno iniziare un processo, e quindi le dotte disquisizioni giuridiche di avvocati che tirano fuori il legittimo impedimento e dei giornali che ci sguazzano e scrivono

      1. Scritto da marco

        gent.mo/a “La verità fa male”, qui la stupidata (e molto grossa) l’ha detta lei. Si rilegga la Storia, e vedrà che certe “baggianate” sono state alla base di massacri e olocausti.

        1. Scritto da La verità fa male

          La Storia (quella con la “S” maiuscola) la conosco benissimo, si tranquillizzi: non saranno certo le baggianate da comizio di un Calderoli a provocare massacri e olocausti. Quello che mi preoccupa (e non poco) è che la giustizia italiana (con la “g” minuscola) nonostante abbia milioni di faldoni “arretrati” da smaltire, di cui molti per gravissimi reati, perda tempo a correre dietro a queste stupidate…

        2. Scritto da Calma

          Io non posso credere che nel 2014 lei possa fare un paragone tale. Calderoli ha detto una fesseria,massacri e olocausti lasciamoli stare.il è scia.Il suo è scicallaggio

        3. Scritto da mario59

          Vede Marco… il fatto è che molto probabilmente il signor “la verità fa male” la pensa come quelli che nel corso della storia, hanno più volte dato bruciato i libri.

          1. Scritto da La verità fa male

            Mi cascano le braccia a leggere certe cose! è assurdo paragonare contesti storici drammatici come quello del Fascismo e del Nazismo e le tragedie provocate dai loro protagonisti con il ridicolo contesto della marea di politicanti di questa Italietta e la stupidata detta da Calderoli nel corso di un comizio. Guardi che il problema non è la stupidata detta da un Calderoli ma le fesserie e le insulsaggini sparate a raffica da tutti i politicanti di destra e di sinistra

          2. Scritto da mario59

            A me invece le braccia cascano quando mi rendo conto che la storia a qualcuno non ha insegnato un bel niente..o probabilmente, la storia non l’hanno mai studiata.
            Se invece mi sbaglio, vuol dire che queste persone, sono convinte che la società debba essere amministrata con l’uso della forza e della sopraffazione…ovviamente nei confronti dei più deboli, di solito in quelle circostanze, chi ha i soldi non viene mai messo in discussione.

          3. Scritto da a

            Calderoli compreso

  8. Scritto da basta

    Cosa avrebbe detto di sbagliato Calderoli? Quanto tempo e soldi buttati per nulla.
    La sciura farebbe bene invece a spiegarci perchè gira ancora con la scorta e l’auto blu.

    1. Scritto da mario59

      Se la signora Kienge gira ancora con la scorta, sempre che sia vero.. è anche merito di chi fomenta l’odio razziale come fa Calderoli….altro che cosa ha detto di sbagliato.!!!

      1. Scritto da raf

        è vero, infatti a Milano chi gira a uccidere persone di colore con il makete è solitamente un bergamasco!!!!!!!!!!! ho fatto un pò di confusione……………… forse sono persone di colore che girano con il makete a uccidere cittadini innocenti, e basta andare al parcheggio dell’ ospedale di Bergamo per vedere l’ arroganza di certi personaggi incivili ed arroganti, ci pensi.

        1. Scritto da a

          A quattro passi da casa mia un bergamasco ha fatto fuori una rumena. Nessuno ne parla piu’. Seguendo il suo ragionamento, caro Raf, Lei stesso potrebbe essere molto pericoloso, in quanto bergamasco. Ma Chissa’ perche’ usiamo la razionalita’ solo a nostro vantaggio. Ci pensi…

        2. Scritto da mario59

          Non ci casco caro Raf..un fatto increscioso come quello avvenuto a Milano per mano di un uomo di colore non può far di tutte le erbe un fascio,sono migliaia i cittadini stranieri che lavorano e vivono in pace nel rispetto delle leggi Italiane..è vero che ci sono anche quelli che delinquono nel nostro paese,ma io sono abituato a giudicare le persone una ad una per il loro comportamento, non per la loro provenienza..chi li considera tutti in modo negativo non è nient’altro che un razzista

    2. Scritto da Giggi

      Cosa avrebbe detto di sbagliato Calderoli??? Sono le persone come Lei che segnano il declino morale italiano. L’educazione, l’educazione!! I Suoi genitori non glie l’hanno insegnata?

      1. Scritto da Maurizio

        la signora kyenge (di cui ne avremmo fatto volentieri a meno) gira con la scorta perché la legge Italiana che Lega e FI non hanno mai cambiato in quindici anni di governo la “rende obbligata” ad avere come pure è a disposizione di perle come Gasparri di cui nessuno se ne scandalizza

        1. Scritto da certo

          Ma adesso Renzi la cambia vedrete.

      2. Scritto da Maurizio

        la signora kyenge (di cui ne avremmo fatto volentieri a meno) gira con la scorta perché la legge Italiana che Lega e FI non hanno mai cambiato in quindici anni di governo la “rende obbligata” ad avere come pure è a disposizione di perle come Gasparri di cui nessuno se ne scandalizza

  9. Scritto da Beppe

    Legittimo impedimento? qui vogliono impedire legittime figuracce preelettorali. Che vergogna.