BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alzano, botta e risposta tra Nowak e Bertocchi sul confronto pubblico

Polemica ad Alzano lombardo sul faccia a faccia tra i candidati Annalisa Nowak e Camillo Bertocchi. La prima accusa l'esponente di centrodestra di non aver accettato un confronto pubblico, mentre Bertocchi rimanda l'accusa al mittente.

Polemica ad Alzano lombardo sul faccia a faccia tra i candidati Annalisa Nowak e Camillo Bertocchi. La prima accusa l’esponente di centrodestra di non aver accettato un confronto pubblico, mentre Bertocchi rimanda l’accusa al mittente. “La volontà di Gente in Comune è quella di superare gli stereotipi del vecchio modo di far campagna elettorale e rendere anche questo processo il più partecipato e coinvolgente possibile per i cittadini – si legge nella comunicazione di Gente in Comune -. Riteniamo doveroso che i cittadini si confrontino non solo con un unico referente, ma con tutti gli amministratori che saranno i loro riferimento per il sociale, la cultura, il territorio, il bilancio e il commercio. Ci dispiace comuncare che il geometra Bertocchi ha rifutato il nostro invito perchè sentimentalmente legato al “tradizionale confronto tra singoli candidati”. Evidentemente per la lista X Alzano non è importante che il cittadino conosca i possibili futuri assessori e le loro competenze, mentre per noi è essenziale che gli alzanesi conoscano le capacità delle persone che amministreranno il loro paese”.

ECCO L’INVITO DI GENTE IN COMUNE

Gent.mo signor Camillo Bertocchi In questi giorni ho sentito parlare di inviti e confronti tra candidaati sindaci per il bene dei cittadini di Alzano Lombardo. Mi sta molto a cuore l’idea che si debba amministrare con una squadra di persone competenti e non in solitudine, perché lo considero un segnale di garanzia e di solidità politica. Come del resto ritengo che la squadra di amministratori a loro volta non possa decidere da sola, ma debba avere un canale diretto con la cittadinanza. L’idea che un uomo solo possa gestire l’Amministrazione di un comune come Alzano Lombardo mi lascia perplessa. Un sindaco ha bisogno di collaboratori validi ed efficaci, che abbiano personalità e che sappiano gestire le aree di competenza che sono loro affidate. Per questo ho scelto una lista di persone capaci e disponibili a mettersi in gioco per governare, e insieme a tutti i cittadini avremo la forza di costruire quanto finora non é stato fatto. Personalmente non ho mai rifiutato un confronto diretto sui temi amministrativi.

La verità è che non ritenevo utile e serio per i cittadini fare un confronto senza prima aver definito la squadra. Una buona Amministrazione non può basarsi sulla figura di un uomo solo al comando, ma deve avere alle spalle una squadra forte e competente che possa lavorare in sinergia con il Sindaco. Solo in questo modo è possibile far fronte a tutte le esigenze che cittadini e territorio richiedono. Pertanto volentieri chiedo a lei e alla sua squadra di accordarci per fissare un incontro pubblico tra tutti i candidati e confrontarci sulle tematiche che stanno a cuore ai cittadini di Alzano Lombardo.

Sono certa che anche i suoi candidati saranno ben disposti a presentarsi agli Alzanesi e dimostrare che sono anche loro carichi di entusiasmo e idee, e che non è solo il loro candidato sindaco a sostenere e rappresentare la lista civica. Ci rendiamo disponibili nelle serate di martedì 13, mercoledì 14 e giovedì 15 maggio.

In attesa di un gentile riscontro auguro buona giornata

Annalisa Nowak

Ecco la risposta di Camillo Bertocchi:

"1 E’ la signora Nowak che dopo lunghe attese già ad aprile ha rifiutato a Don Gianluca il confronto pubblico tra candidati sindaci che si svolge tradizionalmente a Nese;

2. è il nostro candidato sindaco che a fronte di quel rifiuto ha chiesto alla signora Nowak un confronto pubblico tra i due candidati (e non il contrario), come l’articolo pubblicato vuole far credere. Abbiamo quindi nuovamente chiesto, da due giorni, un confronto tra sindaci, con la presentazione dei candidati consiglieri (se è il caso ricordiamo che non esistono per legge candidati assessori, stante anche il fatto che la signora Nowak non può prevedere chi sarà eletto democraticamente dai cittadini) per Martedì 13 maggio ore 20.45 Oratorio di Nese, ma ad oggi non abbiamo ancora avuto risposta. Questa è la realtà dei fatti che preghiamo di pubblicare".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Matt

    Uno può anche avere una buona squadra ma senza un buon allenatore perde. È la nowak non può essere considerata un buon allenatore. Forse sará brava a dare supposte e pomate ma cosa ne sa di come si amministra un comune. Gente non scherziamo

  2. Scritto da Claudio

    Lo sport ci insegna che le partite le giocano le squadre, non i capitani! Inoltre non vedo i motivi per i quali un candidato sindaco abbia timore di coinvolgere in un confronto le persone verso cui, spero, ripone la sua fiducia!

  3. Scritto da mario

    mi piacerebbe sapere cosa ne pensano i candidati consiglieri del Movimento x Alzano della questione. Non provano un po’ di rammarico sentendo che il loro candidato sindaco non li lascia confrontare pubblicamente con chi, in caso di nomina a sindaco della dottoressa Nowak, sarà chiamato a ricoprire la carica di assessore nella Giunta di Gente in Comune? O sono solo coreografia nella loro lista?

    1. Scritto da Fa

      I candidati consiglieri si presentano alla popolazione con incontri pubblici e con la campagna elettorale.Mi chiedo se ha presente cosa vuol dire 32 persone sul palco che si confrontano? ipotizziamo che ognuno parli per 3 minuti mentre 15 minuti per i candidati sindaci si avrebbe un totale di 2 ore e 6 minuti, più varie perdite di tempo si avrebbe un’assemblea di quasi 3 ore, considerando che non ci sarebbe un vero e proprio dibattito in quanto non si sarebbepossibile il diritto di replica…

  4. Scritto da manuel

    un candidato non va scelto solo per la sua competenza e preparazione.
    La Dottoressa è una brava persona e anche se meno competente in materia di amministrazione, è una donna e quindi è più sensibile.

  5. Scritto da Giacomino

    Viva la dottoressa!!

  6. Scritto da Mattia Amedeo

    continua….Se foste stati in buona fede avreste perlomeno pubblicato ambedue le versioni dei fatti o quanto meno verificato quanto segnalatovi dai vostri clienti di gente in comune. Bastava guardare sulle pagine facebook delle due liste civiche per ricostruire l’intera vicenda o perlomeno chiedere una replica, cosa che non avete fatto!

    1. Scritto da Simone

      …d’altra parte, se BergamoNews fosse stata in mala fede, non avrebbe accettato di pubblicare il Suoi due commenti, non crede?
      L’inserzionista, a me sembra, ha fatto riferimento al Vostro iniziale invito, al quale la Nowak ha rifiutato perchè ancora “la squadra” non era al completo. Una volta completata “la squadra”, la Nowak ha non solo accettato, ma addirittura “rilanciato” estendendo tale invito alle due “squadre”… Adesso la palla è nelle Vostre mani

  7. Scritto da Mattia Amedeo

    Mi meraviglio della superficialità con cui scrivete i vostri articoli e di come non verificate le notizie che i vostri inserzionisti a pagamento vi girano. I primi a lanciare un appello al confronto e a segnalare la risposta negativa della lista civica gente in comune (che ribadisco è un vostro inserzionista) siamo stati noi della lista X Alzano.Argomento ribadito più volte in queste settimane con comunicati stampa inviati anche alla vostra redazione, che avete palesemente ignorato…

  8. Scritto da Simone

    Mi sembra una proposta molto valida quella di un incontro con la cittadinanza “esteso” a consiglieri e assessori; d’altra parte una “squadra di amministrazione” si misura non solo sulla leadership del candidato sindaco ma anche, e soprattutto, sulle competenze personali e professionali di chi un domani sarà assessore.