BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Corsi al FabLab Spazio co-working al Patronato Hub fotogallery

Al via i corsi di formazione al FABLAB Bergamo in Patronato HUB in Via Gavazzeni 3. E’ un’iniziativa che ha suscitato molto interesse ed una grande partecipazione. Ma perché dei corsi di formazione dovrebbero destare tanto scalpore? Tutto risiede nella portata innovativa che il FabLab porterà alla città, al suo sviluppo economico, culturale e sociale.

Più informazioni su

Al via i corsi di formazione al FABLAB Bergamo in Patronato HUB in Via Gavazzeni 3. E’ un’iniziativa che ha suscitato molto interesse ed una grande partecipazione. Ma perché dei corsi di formazione dovrebbero destare tanto scalpore? Tutto risiede nella portata innovativa che il FabLab porterà alla città, al suo sviluppo economico, culturale e sociale. Cosa è un FabLab? Difficile darne una spiegazione, come ammette Barbara Ventura co-funder dell’associazione FabLab Bergamo. Il FabLab è un luogo di incontro, uno spazio di co-working dove studenti, professionisti, creativi ed imprese potranno confrontarsi e sviluppare idee e progetti d’innovazione grazie al supporto di esperti e di macchinari la cui tecnologia avanzata diviene oggi alla portata di un vasto pubblico: stampante 3D, lasercut, microprocessori. Il FabLab è inserito nel contesto di Patronato Hub, un polo di artiginalità e tecnologia in cui si potrà accedere ai laboratori di meccanica d’auto, macchine utensili, grafica e serigrafia.

"La sinergia tra FABLAB Bergamo e Patronato HUB vuole essere una risposta concreta ed efficace all’attuale momento di crisi e fornirà spazio e professionalità per lo sviluppo di progetti concreti che possano spiccare in un mercato emergente. Il Patronato San Vincenzo è il luogo migliore dove realizzare quest’iniziativa", evidenzia Michele Illipronti, una realtà che vive di artigianalità nel suo senso più antico che viene arricchita e resa fruibile dall’innovazione che questo nuovo spazio porta.

"La portata innovativa della tecnologia messa a disposizione nel laboratorio non è ancora ben valutabile in quanto continua a crescere e plasmarsi" sottolinea Grazia Zucchetti Presidente della Cooperata Sociale Patronato San Vincenzo. Sicuramente sarà un’enorme possibilità messa a disposizione della comunità bergamasca e dei suoi giovani, troppo spesso dimenticati. L’iniziativa, inoltre, ha permesso di approfondire i legami di collaborazione e dialogo con realtà chiave del territorio come sottolinea don Alessandro Messi, Direttore Generale dell’AFP Patronato San Vincenzo di Bergamo. L’assessore comunale Danilo Minuti ha da subito sostenuto il progetto reputandolo un’occasione importante ed imperdibile per lo sviluppo della città. Forse però per capire realmente cosa significa per i giovani, per gli studenti tale esperienza è bene dar loro la parola. Ecco perché abbiamo deciso di fare una piccola intervista a tre di loro, studenti di ingegneria meccanica ed edile: Mattia Agazzi, Michele Feliciani, Simone Branchi.

Mattia, cosa significa per te il FabLab?

"Il FabLab è un luogo dove poter stare con persone che hanno voglia di fare qualcosa e soprattutto è uno spazio dove si può crescere a livello culturale e professionale. Il FabLab ci fornisce competenze che non potremmo apprendere sui banchi di scuola!"

Michele, perché vieni al FabLab?

"Per fare qualcosa di creativo, per uscire dalla banalità. Ciò che si sviluppa qui è qualcosa in continuo divenire, nulla è scontato e si è sempre stimolati a studiare e analizzare le continue innovazioni. E’ un luogo dove si incontra gente diversa, dove tutti sono sullo stesso livello senza barriere d’età o titoli di studio. E’ un luogo dove si possono scambiare idee e condividere la realizzazione".

Simone, quali progetti possono essere sviluppati al FabLab? Chi può venire?

"Tutto e Tutti! Non esiste un’idea fissa, uno schema prestabilito. Tutti possono dare il loro contributo per provare a FARE qualcosa di nuovo".

Il FabLab è aperto al pubblico il mercoledì e il giovedì sera dalle 18.00 alle 21.00 e il sabato mattina dalle 9.00 alle 13.00.

E’ inoltre possibile accedervi previo appuntamento negli altri giorni e orari, per offrire consulenza e/o co-progettazione e formazione.

Per info: info@fablabbergamo.it Per visionare il catalogo e prenotare i corsi: www.fablabbergamo.it

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Lorenzo64

    Azz..Bei progetti !! In effetti alcuni punti si assomigliano proprio. Specialmente nella pagina (Bergamo lavoro3.0) parlano di formazione, stampa 3D e pure di FabLab Bergamo. Ma dove si trova questa vecchia centrale? Sono operativi? dalle foto sembra di no, Bravi ad entrambi.

  2. Scritto da Anita

    Scopiazzatura del progetto Bergamo Hub… furbetti :-)
    http://paragogy.net/Bergamo_Hub