BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Juventus-Atalanta è l’ennesimo incrocio sulla festa scudetto

Nel 1997, nel 1998 e nel 2012 i bianconeri hanno fatto festa davanti ai bergamaschi e nel posticipo di lunedì sera potrebbero replicare, conquistando il titolo della terza stella ancora una volta contro i nerazzurri. Sarà così o gli uomini di Colantuono proveranno a fare uno sgambetto a Tevez e compagni?

Più informazioni su

Ci sarà ancora l’Atalanta sulla strada che porta la Juventus verso le scudetto. Il numero trenta dei bianconeri per i libri di storia, il numero trentadue secondo le speciali statistiche del popolo torinese che non ne ha mai voluto sapere di rinunciare ai due tricolori che il giudice sportivo gli ha tolto dopo il processo di Calciopoli.

Lunedì sera gli uomini di Conte potrebbero festeggiare uno scudetto mai stato troppo in bilico in questa stagione. Per farlo dovranno solo pensare a battere l’Atalanta, che negli ultimi anni ha spesso dovuto assistere alle feste dei rivali (molto poco amati, soprattutto dai tifosi) torinesi. Già nel 1997 i nerazzurri dovettero seguire "dalla prima fila" i caroselli della Juventus e dei suoi sostenitori che proprio a Bergamo staccarono il 24esimo trionfo grazie all’1-1 del 23 maggio. Era l’Atalanta di Pippo Inzaghi, capocannonierie del torneo e futuro bomber bianconero.

L’anno dopo il campionato dei nerazzurri fu un vero e proprio dramma sportivo, con la retrocessione e un’altro trionfo, sempre juventino, seguito da un poco piacevole posto privilegiato: il 16 maggio 1998, infatti, la Juventus di Lippi arrivò sotto le Mura già scudettata e consumò parte dei festeggiamenti al Comunale che, al contrario, si disperava per l’amaro ritorno in cadetteria.

La storia si è ripetuta quattordici anni dopo, nel nuovissimo Juventus Stadium: gli uomini di Conte, campioni d’Italia grazie al pareggio col Cagliari di una settimana prima (ottenuto a Trieste), organizzarono un vero e proprio gala per celebrare il loro 28esimo titolo e per dire addio (o arrivederci, forse) a uno dei suoi più grandi rapresentatnti, quel Del Piero che non mancò di trafiggere Consigli durante i 90′ di gioco.

E lunedì sera, come andrà? I bianconeri festeggieranno l’ennesimo titolo in faccia agli atalantini oppure la truppa di Colantuono riuscirà a fare uno sgambetto ai "padroni" d’Italia?

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Ci danno Marrone del Sassuolo?

  2. Scritto da Andrea

    Una vittoria nerazzurra sarebbe una gioia immensa ma si sa che la partita in questo caso la fa’ l arbitro …… come sempre.

  3. Scritto da ...

    come sempre regaleremo la festa ai gobbi. o farsa 2-1 per la credibilità o un secco 3/4-0 per loro.

  4. Scritto da Vito

    32 scudetti , più’ la Champions B 2006-2007, ma due scarse Coppe Campioni 1985-1986, vinte entrambe con rigori. Meritano ad honorem la Europa Champions Sfigh.

  5. Scritto da Marco

    macchè sgambetto…ci sono troppi interessi di mercato tra le due socetà x rovinarle in una partita senza senso

  6. Scritto da nino cortesi

    La Juventus è scoppiata.
    Se Colantuono non fa troppi danni nel fare la formazione si vince con la corsa.
    Li facciamo vincere se ci danno Peluso?

  7. Scritto da de che?

    Atalanta vincente 1 a 80….sgambetto…