BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Carisma apre le sue porte La nuova casa per anziani inaugurata a Bergamo fotogallery

Dopo tre anni di lavoro apre i battenti Carisma, le nuove residenze per Anziani della Fondazione Casa di Ricovero Santa Maria Ausiliatrice Onlus in via Gleno. I posti letto sono 360, la nuova struttura ha richiesto uno sforzo economico di circa 50 milioni di euro.

Più informazioni su

Bergamo ha una nuova casa di riposo che andrà a sostituire la vecchia struttura del Gleno. Sono state inaugurate nella mattina di sabato 3 maggio le nuove residenze della Fondazione Casa di Ricovero Santa Maria Ausiliatrice Onlus di via Gleno, 49 a Bergamo. Dopo la presentazione del nuovo logo e della nuova denominazione Carisma, acronimo di Casa di Ricovero Santa Maria Ausiliatrice, per l’istituzione cittadina è giunto il momento di presentare il frutto dei lavori di questi ultimi 3 anni.

Dal 12 aprile 2011, giorno in cui è stata posata la prima pietra per la realizzazione delle nuove residenze per anziani, le opere di costruzione dei nuovi edifici sono proseguiti a ritmo serrato, con l’obiettivo di restituire alla città una realtà nuova sotto tutti i punti di vista. Nel complesso i lavori sono stati realizzati puntando al perfezionamento degli spazi comuni, così da ottimizzare le interazioni tra gli ospiti e i visitatori della struttura, puntando al miglioramento delle condizioni di vita dei primi e favorendo al contempo l’accoglienza di parenti e conoscenti che vengono a far loro visita. Grande cura è stata riposta nella realizzazione delle camere di degenza, tutte dotate di sistemi per le manovre assistenziali, impianti di ossigenoterapia e impianti vuoto per uso medicale.

I 360 posti letto, suddivisi in tre residenze in classe energetica A da 120 posti letto ciascuna, sono così suddivisi: 60 stanze singole e 150 stanze doppie per un volume complessivo dell’edificazione di 100.000 metri cubi. Uno sforzo economico importante, quantificabile in circa 50 milioni di euro, due terzi dei quali finanziati dalla Fondazione Carisma, mentre un terzo è stato sostenuto dalla Società Italcementi e dalla Fondazione Azzanelli Cedrelli e Celati e per la salute dei fanciulli.

Quest’ultime si sono così fatte carico della realizzazione di una delle tre nuove residenze, denominata “Polo geriatrico riabilitativo Ing. Carlo e Mario Pesenti”.

IL PRESIDENTE MIRO RADICI 

"Questo è un giorno di grande gioia in cui si realizza un sogno iniziato circa 10 anni fa – ha dichiarato il presidente della Fondazione Carisma Miro Radici -. Un sogno che inizialmente sembrava irrealizzabile ma che grazie all’aiuto dell’intera comunità siamo riusciti a tramutare in realtà. Un ringraziamento particolare va al Consiglio di amministrazione della Fondazione, ai dirigenti, ai medici e ai dipendenti della casa di ricovero. E ancora al Comune, alla Provincia di Bergamo e ai privati. Tutti hanno fatto la loro parte ed il risultato è quest’opera all’avanguardia sotto tutti gli aspetti. Un motivo d’orgoglio per la Fondazione e per l’intera città di Bergamo".

IL SINDACO FRANCO TENTORIO

"E’ una grande soddisfazione per Bergamo la realizzazione di questa grande opera che sarà utilizzata per i prossimi decenni dagli anziani – commenta il sindaco Franco Tentorio -. Il merito è anche dell’amministrazione comunale che ha fatto da regia e che si è impegnata anche economicamente, oltre che delle due fondazioni che hanno svolto un ruolo e un impegno encomiabile. Non era facile raggiungere questo traguardo per la situazione economica attuale ma lo sforzo di tutti ha permesso a Bergamo di poter raggiungere questo importante risultato". 

LA SINERGIA DI DIVERSI SOGGETTI

Il tutto è stato reso possibile anche grazie ad una collaborazione vincente tra pubblico e privato, rappresentata dalla sottoscrizione dell’accordo di programma da parte dell’amministrazione comunale e provinciale finalizzato alla realizzazione delle residenze per anziani. Particolarmente curate anche le aree verdi, l’estensione del parco è pari a 10 mila metri quadrati. Lo stesso parco è ricco di spazi per il prossimo sviluppo di giardini tematici e in sintonia con le nuove tendenze di progettazione paesaggistica ispirate ai giardini terapeutici.

Gli edifici residenziali della nuova Fondazione Carisma, la loro architettura, gli arredi, così come la comunicazione interna e esterna, nascono da principi ispiratori legati soprattutto alla funzionalità degli spazi, alla loro durata oggettiva nel tempo, non solo fisica ma anche estetica. Principi ispiratori delle nuove residenze sono, inoltre, la coerenza e la cura dei dettagli, ma soprattutto il desiderio di offrire agli ospiti, al personale e ai volontari, un luogo di riposo, di quiete e di cura, dove l’eccellenza delle forme adottate sia gratificante e determini un clima di serenità. Questi principi ispiratori sono stati orientati dal Consiglio di Amministrazione e adottati con entusiasmo e cura dalla Direzione Generale. Il loro rispetto è stato affidato a professionisti di qualità, che hanno perseguito i risultati auspicati con vero e grande impegno.

La nuova Fondazione Carisma diviene, quindi, una struttura polivalente dedicata alla terza età, una risposta concreta alle necessità della cittadinanza e della collettività. I lavori sono stati eseguiti mantenendo la piena operatività della casa di ricovero, riducendo ai minimi termini i disagi degli ospiti, nel frattempo, hanno continuato a vivere nelle strutture preesistenti, dove rimarranno ancora per i prossimi due mesi in attesa dell’espletamento delle procedure di accreditamento e di agibilità da parte degli organi competenti.

Nel pomeriggio di sabato 3 maggio (dalle ore 15 alle ore 18) e nella giornata di domenica 4 maggio (dalle ore 9,30 alle 12 e dalle 15 alle 18) la cittadinanza è invitata ad un open week-end, durante il quale tutti coloro che lo desiderano potranno vedere con i propri occhi le nuove residenze, partecipando anche ad una visita guidata. L’istituzione cittadina, costituita ufficialmente con il Reale Decreto del 5 agosto 1811, vanta oltre due secoli di storia caratterizzati da un impegno costante nel prendersi cura, con rispetto e passione, di chi affronta l’ultimo periodo della propria vita, a volte anche nella sofferenza e nel disagio. Un impegno che prosegue e si fortifica per la Fondazione Carisma Onlus, che guarda con ottimismo e fierezza al prossimo futuro, convinta nel proseguire sulla strada intrapresa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario gualeni

    come sempre guardiamo all’immagine con tanta superficialità, senza pensare che questa casa di riposo è stata voluta ed è della comunità bergamasca. Comunità che è fatta di persone che, come ha detto il Presidente ing. Miro Radici, hanno in se qualcosa di buono e sentito il dovere di ringraziare chi ha contribuito a fare crescere il ns. paese. Proviamo una volta tanto a pensare positivo e forse andremmo meglio tutti.

  2. Scritto da Gigi

    Come al solito solo messaggi dei solito criticoni a cui non va bene mai nulla..

  3. Scritto da lotty

    CARI-SSI-MA…

  4. Scritto da Mirko Isnenghi

    Non vorrei sembrare il solito “Bastian Contrario” ma le immagini delle camere mi danno un senso di freddezza di asetticità ospedaliera che, a mio parere, non sono l’ideale per l’anziano già sottratto al suo ambiente di vita per entrare in una struttura come questa. Avrei cercato colori più caldi e più vicini ad un ambiente di vita normale.

  5. Scritto da lisa

    Si paga come in ogni altra RSA.

  6. Scritto da Non col vento

    Le inaugurazioni sono un festival di ipocrisia dove i politici si accalcano per millantare meriti e far dimenticare : 1) che la struttura è troppo grande(in omaggio alla CGIL che poi vota alle primarie )2) che se ne poteva collocare parte agli ex Riuniti, 3) che il pacioso Federale la sua fedele ausiliaria non c’entrano nulla, anzi furono complici di una gestione fallimentare. Se me vuole sapere di più troverò il modo di informarla.

  7. Scritto da Non col vento

    Le inaugurazioni sono un festival di ipocrisia dove i politici si accalcano per millantare meriti e far dimenticare : 1) che la struttura è troppo grande(in omaggio alla CGIL che poi vota alle primarie )2) che se ne poteva collocare parte agli ex Riuniti, 3) che il pacioso Federale la sua fedele ausiliaria non c’entrano nulla, anzi furono complici di una gestione fallimentare. Se me vuole sapere di più troverò il modo di informarla.

  8. Scritto da pierantonio

    Questa struttura e’ x tutti gli anziani che ne fanno richiesta? oppure se tutto e’ come sempre ,e’ solo x pochi e sopratutto a pagamento,se cosi fosse e spero di sbagliarmi potreste anche mettere le tariffe.

    1. Scritto da magna

      senza saperlo opto per la seconda: Basta vedere il lusso e la pompa…

  9. Scritto da Regole uguali per tutti

    Ma se non erro, ad un sindaco, candidato sindaco, non sarebbe vietato presenziare ad inaugurazioni nei trenta giorni precedenti le elezioni amministrative? Se si perché Tentorio era presente ed è pure intervenuto? Se non erro la legge “articolo 9 della legge 22 febbraio 2000, n. 28” vieterebbe ad un candidato sindaco di esporsi pubblicamente in queste manifestazioni. Chi ha competenza per rispondere al quesito e valutare le conseguenze?

  10. Scritto da Non col vento

    Di fronte a tanta ipocrisia : “regala la tua assenza a chi non da valore alla tua presenza” O.Wilde

    1. Scritto da Luca Lazzaretti

      spiega…si capisce poco…o nulla!

      1. Scritto da quiz

        non dar peso a chi non ne merita: ma è così difficile?