BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La voce delle donne provoca stanchezza nel cervello degli uomini

L’autore dello studio, il professor Michael Hunter, ha spiegato che la donna emette suoni con una gamma di frequenze più complessa di quella dell’uomo uomo a causa delle differenti dimensioni e forma delle corde vocali e della laringe.

Più informazioni su

Una grande notizia per l’universo maschile: la frase "non ti posso più sentir parlare" adesso ha un fondamento scientifico vero e proprio. Perché? Semplice, perché la voce femminile provoca stanchezza nel cervello dell’uomo. A dirlo con estrema certezza è uno studio compiuto dal professor Michael Hunter all’Università di Sheffield che ha scoperto una volta per tutte che la voce femminile ha dei toni più complessi di quella maschile, che coinvolgono tutta l’area uditiva del cervello. Al contrario, la voce maschile, interessa solo una piccola parte del cervello. Secondo Hunter, questo è il motivo per cui le donne si lamentano spesso che gli uomini non le ascoltano e, dunque, non hanno nessuna colpa per quella che può apparire come una mancanza di attenzione. Lo studio scientifico ha infatti dimostrato che l’uomo non può ascoltare a lungo una donna parlare per motivi biologici.

Lo studio è stato condotto con tecniche di risonanza magnetica nucleare, che ha permesso di individuare le diverse aeree del cervello che si attivano per la voce maschile e femminile. Inoltre, è emerso che gli uomini sono più diretti mentre le donne tendono a girare attorno a ciò che vogliono comunicare. L’autore dello studio ha spiegato che la donna emette suoni con una gamma di frequenze più complessa di quella dell’uomo uomo a causa delle differenti dimensioni e forma delle corde vocali e della laringe.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Klaud

    L’avevo capito da un pezzo, dipende dalle note acute. Ci sono donne con note più basse e stancano meno; per esempio, quello che legge la rassegna stampa su rai24 ha note acute ed è insopportabile, anche se è un uomo. Se poi una mi tiene mezz’ora per spiegarmi le sue preferenze in fatto di ammorbidenti…

  2. Scritto da f

    Mi sembra a dir poco discutibile: come se le voci delle donne fossero tutte uguali…qualcuno deve ricordare che anche nella musica ci sono un po’ di categorie nelle “vocalità” femminili? Bah….

    1. Scritto da enzo

      Un’altra peculiarità di voi donne è quella di negare l’evidenza…faccio presente che questi sono risultati basati su uno studio SCIENTIFICO quindi con dati INOPINABILI e RIPETIBILI!
      Saluti…

  3. Scritto da Vito

    Ma è’ così’ qualunque cosa dicano le donne ? Anche se la scienza non lo confermasse perché me è’ così’. Consiglio per gli uomini che sono accusati di non ascoltare le donne : quando parlano state zitti, ogni tanto un sorrisino, funziona !

  4. Scritto da dimitri

    avevo un sospetto a riguardo….ma,,,,