BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Orio, viaggiatori furiosi “Siamo stati abbandonati a Malpensa e Parma”

Il sole splende su Bergamo e sull'aeroporto di Orio al Serio. E' però bufera di lamentele su Sacbo e Ryanair a causa della gestione dell'emergenza che ha colpito lo scalo bergamasco nella giornata di lunedì. Le nuvole basse e il sistema di atterraggio assistito spento per via dei lavori alla pista hanno causato ritardi, cancellazioni e dirottamenti. Migliaia i viaggiatori che hanno subito disagi. Centinaia le persone costrerte a trascorrere la notte in aeroporto su brandine.

Il sole splende su Bergamo e sull’aeroporto di Orio al Serio. E’ però bufera di lamentele su Sacbo e Ryanair a causa della gestione dell’emergenza che ha colpito lo scalo bergamasco nella giornata di lunedì. Le nuvole basse e il sistema di atterraggio assistito spento per via dei lavori alla pista hanno causato ritardi, cancellazioni e dirottamenti. Migliaia i viaggiatori che hanno subito disagi. Centinaia le persone costrette a trascorrere la notte in aeroporto su brandine. A loro è andata meglio rispetto ai cittadini bloccati a Parma e Malpensa senza trasporto e assistenza. Un’odissea senza fine.

Ecco la segnalazione di un viaggiatore:

Volo n. FR8096 proveniente da Brindisi con più di 200 persone in ritardo di 4 ore e 14 minuti dirottato a Malpensa. Poi i passeggeri sono stati lasciti li a Malpensa senza portarli a Bergamo ( con autobus) e senza nessuna info. P.S c’erano anche tutti i passeggeri degli altri 4 o 5 Ryanair sempre dirottati a Malpensa ed arrivati prima….insomma circa 1000 persone senza nessuna assistenza lasciati soli e senza saper nulla…una bolgia infernale!!!!!! Ne risponderà qualcuno?

 

La nota Sacbo di martedì mattina:

La situazione operativa sta tornando regolare all’Aeroporto di Milano Bergamo Orio al Serio per effetto del miglioramento del quadro meteorologico. Gli atterraggi sono ripresi fin dalle prime ore del mattino e ciò ha consentito il graduale riposizionamento degli aeromobili dirottati fino a ieri sera in altri aeroporti. I voli in partenza sono confermati, seppure con ritardi di entità variabile. (h 10:00 martedì 29 aprile 2014)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Antonio

    Io sono arrivato a Parma in mattinata e l’ assistenza è stata data. Sono stati fatti annunci e io ho preso il bus per Bergamo dopo circa 1 ora dall’ arrivo. Probabilmente nel corso della giornata si è congestionato sempre di più vista la situazione di emergenza. Considerato lo scalo cosi’ piccolo mi è sembrato che si sia cercato di fare il possibile per gestire la situazione.

  2. Scritto da Michele

    E’ da inizio anno che si sa dei lavori sulle piste a orio perciò i disagi sono stati annunciati da molto tempo. Loro cercano di fare le cose al meglio nel minor tempo possibile però i miracoli li faceva solo nostro signore Gesù Cristo. I dirottamenti verso altri aeroporti li decide la compagnia aerea in caso di problemi con la destinazione non l’aeroporto stesso

  3. Scritto da rotabruno

    voli LOW-COST, servizi LOW-COST aeroporti LOW COST, ma per gestori e politici BIG-PROFIT ! meditate gente meditate!!!!!

  4. Scritto da criu criu

    ragazzi sappiate che, per quanto riguarda il comportamento, non hanno fatto differenza fra equipaggi e passeggeri..
    Chiedeteglielo la prossima volta che volerete!

  5. Scritto da gianba

    Capisco chi è atterrato a Parma ha dovuto subire notevoli disagi – ma chi è arrivato a Malpensa non doveva fare altro che prendere il bus o il treno per Milano come avrebbe fatto da Bergamo. Solo chi era in macchina avrebbe poi da Milano raggiungere Bergamo con un altro Bus – Sono diversi gli operatori che collegano Malpensa e Bergamo a qualsiasi ora con costi piu’ che e sostenibili. La maggior parte dei passeggeri che arrivano a Bergamo prendono i bus per Milano.

    1. Scritto da Giorgio

      Parma è collegato con la stazione con autobus di linea e i treni per Milano sono frequenti inoltre a 15 minuti di strada c’è la stazione Mediopadana alta velocità che collega a Milano ancora più velocemente. I disagi sicuramente ci sono stati ma non penso più disagi a Parma rispetto Malpensa. Parma è sicuramente uno scalo con pochissimo traffico ma questo non vuol dire che sia in una posizione peggiore rispetto ad altri scali. Pensare che la ferrovia AV è vicinissima all’ aeroporto

    2. Scritto da aris

      Cioè oltre ai ritardi dei voli i passeggeri si sarebbero dovuti arrangiare (a loro spese?) e perdere altro tempo per i bus?? Ma il biglietto l’ avevano pagato per arrivare a BGY, e le Compagnie hanno l’ obbligo di portarli lì. E chi ti ha detto che tutti poi andavano a Milano? Magari andavano a Brescia, Verona, Mantova, Lecco, ecc ecc. tutte ovviamente facilmente raggiungibili da Malpensa……

      1. Scritto da gianba

        il grosso errore è stato l’utilizzo di Parma – Malpensa è l’aeroporto che ha gli stessi tipi di collegamenti che esistono da Bergamo inoltre aspettare che la compagnia organizzasse gli autobus per portare tutti a Bergamo si sarebbero perse altre ore mentre l’utilizzo dei collegamenti esistenti è immediato. “a loro spese” si le stesse spese che avrebbero pagato da Bergamo a Milano.

        1. Scritto da Piero

          Premesso che qualsiasi compagnia e’ obbligata a farti arrivare dove dovevi andare cioè Bergamo Aeroporto senza spese aggiuntive. E’ evidente che reperire bus x 40 voli che pieni portano 189 persone non sia proprio una passeggiata. A mio avviso non è stato un errore usare Parma perché è uno scalo che gestisce già voli ryanair. Inoltre Parma e’ al centro degli snodi autostradali. Da Parma a Milano o Verona ci si impiega un’ ora circa.

        2. Scritto da cua de paja

          Brao Giamba, allora la prossima volta che ordini un auto di un certo tipo, modello, cilindrata e colore e dopo mesi ti consegnano “una qualsiasi” che hanno a disposzione e ti dicono hai le stesse spese che avresti pagato per l’altra … ritieniti soddisfatto. Se prenoto e pago un servizio da Vattelapesca a Bergamo esigo che la compagnia aerea mi porti a destinazione poi sono cavoli miei se vado a piedi, bicicletta, bus o limousine. Il biglietto è a tutti gli effetti un contratto.

          1. Scritto da gianba

            come sempre in italia si guarda di più alla forma che alla sostanza. tanto casino per 5/10 euro. Poi visto che ci tieni tanto alla forma ho dei dubbi che Ryanair debba organizzare il trasporto essendo Malpensa ed Orio formalmente aeroporti della stessa città: Milano.
            Ciò che invece avrebbero dovuto fare per Parma

          2. Scritto da cua de paja

            Ma che forma e sostanza? Ma che tanto casino per 10€x189=1890€ a volo? E’ correttezza e serietà. Il biglietto è un contratto e come accetto le clausole di cambio di orari, persona o non prendo il volo prenotato dove il contratto base non prevede rimborsi allo stesso modo la compagnia si impegna a ricevermi e portarmi a destinazione. Mi scusi ma le 1000 persone che hanno pernottato in aeroporto lo hanno fatto per piacere di campeggiare? Se arrivo a Malpensa e ho la coincidenza a Parma?

          3. Scritto da gianba

            Per le low cost NON esistono coincidenze (leggere il contratto di trasporto) il volo inizia dall’aeroporto di partenza e termina nell’aeroporto della città di arrivo (milano ha 3 aeroporti).
            Gli stessi soldi, o poco meno, li avrebbero spesi per il bus da Orio a Milano

          4. Scritto da cua de paja

            Art 9 Regolamento Ryanair : 9.3 DEVIAZIONI DI ITINERARIO

            Se per ragioni non dipendenti dalla nostra volontà, …… Provvederemo, comunque, a organizzare o designare dei trasporti alternativi, sia con i nostri propri servizi sia con altri mezzi di trasporto da noi specificati, per portarvi alla destinazione originale come stabilito nel documento di Conferma di Itinerario senza costi addizionali.
            Giusto per chiarire

          5. Scritto da cua de paja

            Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire ragione .. e chi ha parlato di coincidenza contrattuale? se parto da Berlino alle 8,55 e arrivo a BG alle 10,35 posso predere (per coincidenza) il volo che da BG parte alle 15,15 per Cagliari o mi è vietato? se vengo dirottato e arrivo a MPX o PR e la compagnia garantisce un servizio bus che mi porta a destinazione posso anche riuscire? Sacbo e Ryanair lavorano fuori dai vincoli contrattuali? sono degli impuniti? se non hai ancora capito … amen

  6. Scritto da fabio

    il problema non e’ l’emergenza ma la mancanza di un piano per gestire l’emergenza. E’ assurdo che il quarto aereoporto italiano funzioni senza il sistema di controllo di atterraggio e che si atterri/decolli a vista !!! In caso di un incidente cosa di chi era la responsabilita’?? credo che ci siano gli estremi per un intervento della magistratura, che verifichi se l’aereoporto funzionava in condizioni di sicurezza. Comunque alla fine paghiamo noi consumatori, come sempre senza alcun diritto.

    1. Scritto da Andrea

      forse non hai capito, dalle 9 non sono più atterrati aerei appunto per mantenere lo standard di sicurezza dettato dalle normative aeronautiche…ma ci siete o ci fate quando commentate?

  7. Scritto da Elfio

    Che vergogna…. non è stato definito un piano di contingency adeguato… sono in attesa da questa mattina di un collega che arriva da Eindhoven. Sono certo che in futuro invece che arrivare a BGY, come gli ho proposto, sceglierà LIN o MXP. Se arriva spero che almeno rimanga colpito dalle bellezze della città di Bergamo; se no il “biglietto da visita” non sarà certo positivo. Che vergogna.

  8. Scritto da Magister

    Ma è sicuro come aeroporto con il sistema di atterraggio assistito sisattivato? Non potevano metterci qualche giorno in più con i lavori senza far correre rischi ai passeggeri o il risparmio di un pò di denaro non vale la vita delle persone?

    1. Scritto da uno qualunque

      è assolutamente sicuro, esistono altre strumentazioni alternative per atterrare, nonchè l’atterraggio a vista che ogni pilota sa effettuare. il sistema spento in questo periodo serve appunto per gli atterraggi in bassa visibilità, e dato che le condizioni erano per l’appunto di bassa visibilità, la vita delle persone è stata salvaguardata evitando di far atterrare gli aerei in condizioni di non sicurezza.

  9. Scritto da ElleA69

    dal mio modesto parere, se si lesina sulle assunzioni questi sono i risultati… Ma è una brutta abitudine dalle nostre parti quella di fare il “pompiere”…

    1. Scritto da Andrea

      ma cosa centra!?!?!?!?!?!??!?!?!?!

    2. Scritto da paolo Rossi

      posso chiedere cosa c’entra il tema delle assunzioni con il fatto che la pista e’ ridotti causa rifacimento ( di cui tutti qui a bergamo sappiamo da mese e mesi) e che si e’ creata una condizione climatica assolutamente inimmaginabile per fine aprile ?

  10. Scritto da usiamo il cervello

    I cittadini che abitano sotto le rotte di decollo sono da anni abbandonati e furiosi per il mancato rispetto dei vincoli e dei limiti di legge. Che anche gli allegri viaggiatori low cost provino un po’ di ebbrezza dei “disagi”, che per loro però si traducono in poche ore di ritardo, mentre per noi significa rimetterci la salute

    1. Scritto da dici?

      non è che i cittadini che abitano sotto il sentiero di decollo hanno sabotato qualcosa? ;-)

      1. Scritto da aris

        eh si, hanno sabotato le nuvole, e hanno acceso 8000 fumogeni tutti insieme. ( ….. è un’ idea?). Secondo me c’ è qualcuno che è sabotato di suo (anche chi gestisce l’ aeroporto)

    2. Scritto da mario59

      Appunto.. usiamo il cervello, se devo rimanere in attesa che le leggi vengano rispettate a scapito della mia salute e di quella dei miei famigliari..credo che faccio prima a vendere casa e a trasferirmi in un luogo più salubre.

      1. Scritto da usiamo il cervello

        Qundo io ho costruito la mia casa valeva molto di più di quelle di molte altre zone della città (Redona, Monterosso, Valtesse ) etc. Oggi vale molto meno, grazie all’aeroporto. Me la danno gli aficionados dell’aeroporto, la differenza? E poi perchè dobbiamo sempre scappare davanti all’arroganza di chi dovrebbe tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini e invece tutela solo gli interessi speculativi di qualcuno?

        1. Scritto da mario59

          A parte che ti ha già risposto Giamba qua sotto prima di me, ma visto che ne fai una questione economica…se il problema principale dell’aereoporto è la salute…tu cosa fai, ci metti davanti i soldi ?
          Non dico che tu abbia tutti i torti, ma quella è una battaglia persa…non lo hai ancora capito…?
          Stanno tutt’ora investendo nell’aereoporto, secondo te lo fanno per ridurre i voli? Pensaci dopo valuta..la salute è la tua dei tuoi famigliari..assieme a quella di chi vive in quell’aera.

        2. Scritto da gianba

          quando hai costruito la casa l’aeroporto già esisteva……. prenditela con il sindaco che ha fatto un piano regolatore permettendoti di costruire in quella zona

        3. Scritto da Andrea

          qualcuno…