BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gargano agli immobiliaristi I soldi vanno e vengono gli scempi restano

Rocco Gargano, candidato sindaco di Bergamo con la lista L'Altra Bergamo, intervenuto in un incontro della Fiaip Bergamo ha attaccato le associazioni che invitano per i dibattiti solo i candidati dei grandi partiti e ha annunciato, che in caso di vittoria, ridurrà il prossimo Pgt di molti migliaia di metri cubi.

Più informazioni su

I dati sulle vendite degli immobili non sono felici, lo si rileva dal report della Fiaip Bergamo che in un incontro martedì 29 aprile ha incontrato anche quattro dei sei candidati alla carica di sindaco di Bergamo. Al termine della relazione del presidente Fiaip Giuliano Olivati, la parola è passata al sindaco Franco Tentorio che ha ribadito come politiche per la casa si potrebbero fare se Roma non tenesse per sé il tesoretto di 90 milioni di euro del Comune di Bergamo.

Quindi è stata la volta di Giorgio Gori, candidato del Pd e del centro sinistra, che ha ribadito la volontà di ridurre le volumetrie previste nel Pgt del 2009. Marcello Zenoni, candidato dal Movimento 5 Stelle, ha proposto di far pagare un ticket a quanti dall’hinterland raggiungono Bergamo con i mezzi propri: “I soldi raccolti nei varchi verrebbero poi investiti per migliorare e potenziare il trasporto pubblico di Bergamo per ridurre così l’inquinamento e il traffico cittadino”.

Alla fine è venuto il turno di Rocco Gargano, candidato per la lista L’Altra Bergamo, che ha voluto sapere perché non fossero stati invitati gli altri due candidati sindaci. “Forse si sceglie di invitare i candidati dei maggiori partiti sapendo che proprio con loro poi si dovranno fare i conti, ma io non sono come Zenoni del Movimento 5 Stelle, che una volta che è stato preso in considerazione lui si dimentica che siamo in democrazia e questa è una campagna elettorale dove tutti i candidati sindaci hanno il diritto di parola e di poter dire la loro”.

Se l’attacco è stato dirompente, il resto è stato qualcosa di più. “Il Pgt del 2009 ha caricato sulla città milioni di metri cubi che non possono essere realizzati – ha affermato Gargano –. Lo dico a voi che dovete vendere case: anche in un momento di crisi come questo si vendono solo case belle e realizzate bene, il resto resta una zavorra per la città perché nessuno acquista una casa brutta in una zona poco servita”. “Non si prendono in giro le persone promettendo false illusioni, io vi dico che se vinciamo andremo a riscrivere il Pgt togliendo milioni di metri cubi di edifici, potenzierò i piani per l’edilizia convenzionata in modo che anche chi è meno abbiente possa avere una casa di proprietà. E a Gori dico che è inutile oggi fare l’anima bella e denunciare il complesso dell’ex Enel o il muro di via Autostrada, chi ha voluto quegli scempi è nella tua lista e mai si è preso la responsabilità di quelle scelte”.

Poi ha aggiunto: “Io l’ex Enel l’ho votato, per responsabilità, perchè mi dissero che con i soldi degli oneri di urbanizzazione avremmo sistemato il complesso di Sant’Agata – ha proseguito Gargano –. Invece poi l’amministrazione di Tentorio investì quei soldi per altre opere e oggi ci troviamo solamente uno scempio in via Nullo”. Infine un’ammissione a tutto tondo: “Ve li dico chiaro: i soldi vanno e vengono, gli scempi restano. È impossibile pensare che il mercato immobiliare torni ai fasti della vacche grasse, allora il sistema era dopato, drogato e ci ha portato in un vicolo cieco. L’edilizia è un settore trainante, soprattutto per Bergamo, nessuno mette in discussione questo, ma serve che il segmento delle costruzioni operi nel rispetto degli equilibri della città, senza stravolgerla”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Rossovivo

    Alla fine Gagano si conferma come l’unico candidato di sinistra in corsa. Io lo voterò!

  2. Scritto da Compagno Gargano

    Come si fa a fare la voce grossa dopo aver votato per DISCIPLINA DI PARTITO buona parte degli scempi di Bruni?

  3. Scritto da ru

    vero. E avrai il mio voto

  4. Scritto da Franz

    Grande Gargano, uno che le dice chiare.
    Ma sto Zenoni e sti Grillini ancora con altre tasse, ma i cancelli se li metta a casa sua!