BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bolgare, “Spazio Comune” paladino dell’ambiente “Stop al consumo di suolo”

La lista civica di Bolgare “Spazio Comune” organizza il suo primo appuntamento pubblico per discutere con i cittadini di tematiche ambientali. Martedì 29 aprile interverranno il candidato sindaco Fabio Defendi e alcuni ospiti per dire “no” al consumo di suolo.

A meno di un mese dal voto per le elezioni amministrative (il rinnovo di sindaci e consigli comunali è previsto per la giornata di domenica 25 maggio), a Bolgare la lista civica “Spazio Comune” inizia a spingere l’acceleratore verso l’appuntamento attesissimo. Per ravvivare la campagna elettorale e dare spazio ai cittadini, l’idea è quella di organizzare una serie di incontri pubblici, dove si trattino temi precisi e di interesse per la cittadinanza. Martedì 29 aprile verrà inaugurata questa tranche di appuntamenti, con un incontro sull’ambiente. La serata si terrà presso la sala polivalente della biblioteca comunale di Bolgare, alle 21.

La lista civica è capitanata dal candidato sindaco Fabio Defendi, 41enne, coordinatore di una comunità di alloggio per minori e persone senza dimora e già consigliere comunale eletto per “Progetto per Bolgare”. A fronteggiarlo alle prossime elezioni comunali, la lista “Lega Nord – Impegno per Bolgare”, che candida nuovamente il sindaco in carica Luca Serughetti.

Defendi sarà uno dei protagonisti della serata del 29 aprile, che sarà incentrata su un leitmotiv preciso: lo “stop” al consumo di suolo, tema individuato come priorità fin dalla costituzione, a dicembre 2013, della neonata forza politica.

A questo proposito, verranno proposte diverse iniziative e punti programmatici per andare “oltre” il consumo di suolo, come il progetto sul PLIS (Parco Locale di Interesse Sovracomunale), gli orti urbani, il completamento delle attrezzature delle aree verdi e l’istituzione di un gruppo di Protezione Civile.

“L’idea che vorremmo lanciare è quella di un nuovo approccio culturale rispetto alle tematiche dell’ambiente – commenta Defendi -, dove l’utilizzo del suolo non dev’essere la quotidianità, ma l’eccezione. Siamo arrivati ad un punto di crescita urbana in cui, purtroppo, i processi di consumo di suolo non sono sempre affiancati alla qualità della vita. I progetti che presenteremo vanno nella direzione di invertire questa tendenza, prendendo spunto da situazioni di altri comuni in cui qualcosa di concreto è già stato fatto”.

Oltre al candidato sindaco, interverranno anche Gianbattista Rivellini, naturalista e direttore del PLIS di Malmera, e l’agronomo Mauro Cavagna, che collabora con il Dipartimento Produzione Vegetale dell’Università degli Studi di Milano. Questi saranno “testimonial” dei punti proposti dalla lista civica e porteranno le loro esperienze rispettivamente sul PLIS di Malmera e sugli orti urbani del comune di Treviolo, spiegando il senso e l’utilità dei progetti.

Dopo l’appuntamento del 29 aprile, sono attese altre due serate nel percorso verso le elezioni: una incentrata sul tema di scuole e istruzione e l’altra che sarà una sorta di presentazione generale del programma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da eusebio

    speriamo che sia la volta buona… anche il territorio di bolgare, come quasi tutti i paesi della zona, negli ultimi vent’anni è stato “vittima” di una cementificazione dissennata. (basta guardare quante costruzioni, civili e non, sono attualmente inutilizzate, in vendita, in affitto…)