BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scontri allo stadio, il sindacato della Polizia “Paghi l’Atalanta”

Anche il sindacato della Polizia di Stato interviene sulla questione degli scontri fuori dallo stadio, esprimendo solidarietà ai cittadini bergamaschi indignati per lo sperpero di denaro pubblico. E' il segretario generale provinciale della UGL Polizia di Stato Roberto Villa che lancia una proposta tutt'altro che irrealizzabile: "Perché non si fanno pagare alle società di calcio i costi per l'impiego di forze dell'ordine in occasione delle partite? Come avviene, ad esempio, con la Polizia Stradale sulle autostrade".

Anche il sindacato della Polizia di Stato interviene sulla questione degli scontri fuori dallo stadio, esprimendo solidarietà ai cittadini bergamaschi indignati per lo sperpero di denaro pubblico. E’ il segretario generale provinciale della UGL Polizia di Stato Roberto Villa che lancia una proposta tutt’altro che irrealizzabile: "Perché non si fanno pagare alle società di calcio i costi per l’impiego di forze dell’ordine in occasione delle partite? Come avviene, ad esempio, con la Polizia Stradale sulle autostrade".

Eco il comunicato.

 

"L’UGL Polizia di Stato esprime solidarietà a tutti i cittadini bergamaschi indignati per il ricorrente sperpero di denaro pubblico in occasione degli incontri di calcio, costi enormi se si calcola che ogni domenica per garantire l’ordine pubblico vengono impiegati circa 7mila agenti in tutta Italia che rischiano la vita a fronte di compensi inadeguati e venendo sottratti ai loro compiti di contrasto alla criminalità e di difesa dei cittadini, con una spesa di milioni di euro.

In tempi di austerity, il Governo potrebbe valutare di proporre una Legge che obblighi le società di calcio, che non esitano a pagare cifre astronomiche per un calciatore, a sostenere i costi per l’impiego delle Forze dell’Ordine in occasione delle partite, nonché l’acquisto dei mezzi da impiegare per tale servizio. Proposta non irrealizzabile, in quanto prendiamo per esempio la Polizia Stradale che garantisce il servizio nelle tratte autostradali, dove la società di gestione dell’autostrada compra le autovetture, paga il carburante, la manutenzione dei mezzi e sostiene la spesa per il pagamento di una indennità specifica a tutto il personale della Polizia Stradale che svolge servizio sull’autostrada stessa.

Perché deve essere sempre la collettività a pagare per la sicurezza negli stadi dal momento che le partite di serie A e B portano nelle casse delle società enormi risorse economiche? Gli incidenti che si verificano durante gli incontri di calcio hanno un clamore mediatico maggiore rispetto ai furti in abitazione o negli esercizi commerciali sebbene avvengano quotidianamente, ma è di pochi mesi fa la classifica della qualità della vita stilata dal "Sole 24 ore" secondo la quale la provincia di Bergamo risulta tra quelle con il più alto tasso di furti in abitazioni a livello nazionale. Ed anche in questa occasione, come già sottolineato alcuni mesi orsono circa l’inutilità di impiegare poliziotti in divisa a vigilare all’interno dei i grandi centri commerciali della nostra città (anche in questo caso personale pagato con soldi dei cittadini per svolgere un servizio ad una società privata con propri profitti), vogliamo esprimere il nostro sconcerto per la decisione presa dalla nostra Dirigenza di impiegare una pattuglia di pronto intervento dalle ore 03.00 alle ore 07.00 nella notte del 25 aprile per effettuare la vigilanza fissa al palco allestito in piazza Vittorio Veneto in occasione della storica ricorrenza annuale, lasciando un solo equipaggio (due Poliziotti!!) a sorvegliare su tutta la città. In pratica in quella fascia oraria solamente una volante (due poliziotti) ha dovuto garantire la sicurezza in città, in quanto proprio a quell’ora personale della seconda e ultima volante rimasta, ha tratto in arresto un cittadino che stava compiendo un furto in abitazione, mentre la terza stava "ferma" davanti al palco. Non contento, "sempre qualcuno", ha ben pensato di impiegare una delle uniche due volanti preposte per il controllo del territorio, anche durante il turno mattutino dalle ore 07.00 alle ore 10.00 sempre per vigilare l’anzidetto palco, lasciando anche in questo caso parte del territorio privo di controllo.

Quanto accaduto la scorsa notte è un fatto grave e inspiegabile, ma soprattutto inaccettabile avendo constatato, tra l’altro, che su una forza organica di 240 dipendenti, ben 130 "godevano" del giorno di riposo festivo. Era così difficile pensare di individuare 4 dipendenti a "riposo" e impiegarli per questo ulteriore servizio di vigilanza al palco al fine di non impiegare le volanti il cui compito principale è assicurare il controllo del territorio? Purtroppo spiace prendere atto che i vertici prestano molta più attenzione ai servizi di ordine pubblico da garantire alle partite di calcio, che alla sicurezza che ogni giorno bisognerebbe garantire alla cittadinanza. Noi forse il perché lo sappiamo ……. Se i reati contro il patrimonio sono in continua crescita (rapine, furti in abitazione, nelle cantine o nei box dei cittadini sono all’ordine del giorno) sicuramente non fanno "perdere la poltrona" a nessuno, ma se invece durante una partita di calcio i tafferugli tra le tifoserie causano troppi danni o causano troppo clamore, allora li si che la "poltrona inizia a tremare…".

Alla collettività, più che appurare l’impiego di tecnologie avanzate e di sistemi di videosorveglianza collocati nei punti strategici della città, interessa vedere poliziotti in divisa che controllano le strade ed essere certi di ricevere un aiuto immediato in caso di necessità. Si avverte sempre di più un senso di insicurezza tra la popolazione bergamasca e siamo convinti che la presenza costante delle Forze dell’Ordine sul territorio sia il vero deterrente".

Roberto Villa – Segretario generale provinciale UGL Polizia di Stato

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mirco

    Io ne ho veramente pieni i c…….. Di contribuire con le mie tasche ad una cosa che nemmeno seguo perché da persona intelligente sapendo cosa c’è dietro con coerenza non appoggio. X come la vedo io tutto dovrebbe essere pagato dalle società calcistiche e non dallo stato con soldi pubblici! È ora di finirla intorno a me solo pirla che parlano parlano è alla fine non vogliono cambiare!!!!!!!!!! Che schifo gli italiani incoerenti

  2. Scritto da gutembergem

    Mettiamola così, senza ultras sareste tutti disoccupati!

    1. Scritto da CAR

      guarda che ci sono altre priorità,piuttosto che correre dietro a 4 imbecilli,che si sentono forti quando sono in tanti,quandi li prendi uno per uno,fanno i santarelli

  3. Scritto da Andrea

    Concordo con quanto scritto dal Sindacato di Polizia. dall’altra pero’ vorrei anche che ogni singolo agente fosse identificato in qualche in modo tale da riuscire a risalire a chiunque nel torto o nella ragione svolga il suo dovere. per il resto il Comune incassa l’affitto dall’Atalanta e dall’Albinoleffe per l’impianto.. (se non sbaglio 430.000 l’anno) e non creda che vada tutto in straordinari…

  4. Scritto da Poeret

    quanto dovrebbero pagare i NO TAV??? E SIMILI

    1. Scritto da passate 2

      I tav quelli veri cercano di salvare la propria valle da un disastro inutile fatto solo x riempire le tasche dei soliti furbetti di turno elettorale mi sembra diverso e cmq dovrebbero vietare tutte le trasferte organizzate e problema si risolverebbe

  5. Scritto da pippo1907

    magari pagasse l’atalanta per la sicurezza si ma di gente in divisa con nome e cognome e non dello stato italiano che alle manifestazione sono in tanti perché prendono di + e in settimana in giro non c’è nessuno dove spariscono tutti nei vari uffici inutili

  6. Scritto da Eugenio

    Ci può stare la richiesta che il responsabile della manifestazione paghi per i danni. Ma io allora aggiungo che il solerte sindacalista UGL faccia la stessa richiesta verso i gruppi politici cui sono legati quei simpatici manifestanti che ciclicamente, quando organizzano le loro passeggiate cittadine, spaccano vetrine-auto-moto rubano nei bar ed insomma fanno il loro. Pagare sì e pagare tutti. O questo è uno Stato di diritto solo quando fa comodo?

  7. Scritto da ELLEKAPPA

    Voglio proprio vedere se Renzi inserirà tra le misure anche questa che farebbe risparmiare una cifra ogni anno alla comunità.
    Oltre a far risparmiare gli straordinari dei Vigili che magari avrebbero ben altro da fare , magari anche solo controllare i cinquantini che in media viaggiano sui 70 km/ora ovvio che in caso di incidente poi le verifiche scattano ma si potrebbero controllare prima, per non parlare delle emissioni acustiche con marmitte ad espansione da MotoGP….

    1. Scritto da tex

      guarda che i viggili sono “occupati” nelle partite di calcio 2 ore ogni 15 gg, x 19 domeniche, si chieda ciò che fanno tutti gli altri giorni dell’anno. Dovrebbero andare in via gavazzeni dove i motorini taroccati sfrecciano per andare a scuola fregandosene dei semafori. Ma andare li vuol dire lavorare e allora è meglio andare davanti alle scuole elementari a far attraversare i bambini ( cosa che facevano egregiamente e gratuitamente e con lo stesso risultato i pensionati )

      1. Scritto da carl

        guarda che vigili si scrive con una g,poi quando questi ci sono vi lamentate perchè fanno le multe,quando non ci sono vi lamentate perchè non fanno le multe,dovete decidere non potete avere la moglie ubriaca e la botte piena.

  8. Scritto da pluto

    Dimenticate i milioni o miliardi che lo stato incassa col totocalcio escommesse connesse

  9. Scritto da Non col vento

    Finalmente qualcuno osa dire quello che il pacioso neo-fascista e il guru televisivo non si azzardano per non scontentare i tifosi e la società di calcio. Come si guardano bene dal dire che per l’ordine pubblico il comune butta 300000 euro all’anno per pagare gli straordinari dei vigili. Vergogna!!!!!

  10. Scritto da Vezio

    L’idea mi sembra ottima; oltretutto per le squadre di calcio reperire i fondi sarebbe estremamente semplice: basterebbe portare gli stipendi dei calciatori a dimensioni umane (con ai 5000 euro mensili sarebbero retribuiti più che bene

    1. Scritto da la bodia

      io i fondi li reperirei aumentando gli abbonamenti chissa che a toccagli il portafoglio i tifosi onesti reiscano finalmente a isolare i teppisti.inoltre oltre al daspo farei pagare i danni della devastazione della citta a chi colgo in fragrante quella domenica.sta tutta chiusa li la risoluzione del problema:toccare il portafoglio