BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Per fortuna che c’è Jack Bonaventura Denis dietro la lavagna

Il talento marchigiano è il migliore dei nerazzurri, l'ultimo a mollare anche nel momento di maggiore difficoltà. Promossi anche Benalouane, Baselli e De Luca. Bocciati senza riserve un pasticcione Lucchini e un Denis lontano parente del bomber che i bergamaschi conoscono.

Più informazioni su

Consigli 6: poche colpe sul gol genoano, nella ripresa è uno spettatore non pagante chiamato in causa solo da Gilardino intorno alla mezzora.

Benalouane 6.5: nella prima frazione soffre moltissimo le discese di Antonelli e fatica a rendersi pericoloso in avanti, nonostante un ottimo Estigarribia. Nella ripresa, invece, cambia marcia ed è tra i più pericolosi dell’Atalanta, giocando quasi come quarto attaccante.

Lucchini 5: quando il Genoa attacca lui, troppo lento e macchinoso, va sempre in difficoltà.

Stendardo 6: tiene in piedi la baracca nel primo tempo, quando Gilardino e compagni schiacciano i nerazzurri nella propria area.

Del Grosso 6: come Benalouane, nei primi 45′ fatica a farsi vedere in avanti, restando troppo schiacciato dietro e favorendo le discese di Antonini. Poi si riscatta con un secondo tempo più coraggioso.

Baselli 6: il 4-3-3 è un’autentica novità per lui che spesso e volentieri si ritrova sul fondo a crossare. Non benissimo nel primo tempo, molto meglio nella ripresa quando affonda con più decisione, trovando sempre i tempi giusti degli inserimenti (39′ st Raimondi s.v.).

Cigarini 6: sufficienza risicata per il regista emiliano che nella prima frazione non ne indovina una, riscattandosi poi nel secondo tempo contribuendo al dominio nerazzurro. 

Migliaccio 5.5: Colantuono rispolvera lui e il 4-3-3 ma di segnali positivi, dall’ex Palermo, se ne vedono gran pochi. Non è più il Migliaccio dei tempi d’oro. 

Bonaventura 7: il migliore dei suoi, quello capace di far cambiare marcia e di trascinare la squadra a un pareggio che, per come si erano messe le cose, non poteva non arrivare. Gli è mancato solo il gol.

Denis 5: l’errore di testa commesso al 22′ della ripresa a pochi passi dalla porta è quasi più grave del calcio di rigore sbagliato pochi minuti prima. C’è poco da fare, non è il suo momento.

Estigarribia s.v.: parte fortissimo asfaltando in più occasioni Antonelli sulla destra, esaltato da un 4-3-3 che sembra disegnato proprio per lui. Poi il durissimo colpo di Marchese e il dolore al piede sinistro che lo costringe a lasciare il campo. Che peccato (30′ pt De Luca 6.5: entra e fatica a carburare. Poi, nel secondo tempo, la sua vivacità si fa sentire e, alla fine, risulta decisiva per il pareggio finale).

 

Colantuono 6: c’è poco da fare, il 4-3-3 non è il modulo di questa Atalanta. E contro il Genoa, undici contro undici, si è visto ancora una volta. Si salva nel finale, con un gol di De Luca, ma nel primo tempo si sono visti i limiti tecnici e fisici di un’Atalanta arrivata a questo punto della stagione con la lingua per terra.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario

    per fortuna le altre squadre giocano male, altrimenti la serie B era vicinissima, con ste squadra non sim va da nessuna parte

  2. Scritto da gutembergem

    Rivedendo le immagini in TV….ci è andata bene, punto e capo!
    Ma va bene così!

  3. Scritto da nino cortesi

    Consigli 7(la bravura fa sempre grado); Benalouane 7,5, Stendardo 4,5, Lucchini 4, Del Grosso 6; Migliaccio 6, Cigarini 6,5, Baselli 6; Estigarribia 8 (il migliore con Benalouane), Denis 4, Bonaventura 6,5. Raimondi 6.
    Colantuono 4. In 10 contro 11 per 40 minuti continua a giocare a 4 difensori tenendo alla catena Benalouane che potrebbe persino giocare meglio nella posizione di Denis. Migliaccio e Baselli oggi erano le sue 2 punte.

  4. Scritto da nino cortesi

    Mancava il pilota del Concorde, quell’omino piccolo piccolo che fa grande la squadra e che sopperisce parecchio anche alle carenze dell’allenatore ed il cui nome fa Maxi Moralez.

  5. Scritto da Marco

    Al solito, questo ha visto un’altra partita! Bonaventura per esempio non ha imbroccato un tiro e quasi nessun passaggio!