BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tentorio o Gori? Scelta civica Bergamo non ha ancora scelto

Niente candidato sindaco per Scelta civica che ha provato a raccogliere le firme per presentarsi alle elezioni da indipendente, senza però centrare l'obbiettivo. Avvio della macchina burocratica in ritardo e tempi troppo stretti hanno costretto gli esponenti bergamaschi a rinunciare.

Più informazioni su

Niente candidato sindaco per Scelta civica che ha provato a raccogliere le firme per presentarsi alle elezioni da indipendente, senza però centrare l’obbiettivo. Avvio della macchina burocratica in ritardo e tempi troppo stretti hanno costretto gli esponenti bergamaschi a rinunciare. Il partito centrista però sarà pedina importante della partita, almeno indirettamente. Nei prossimi giorni infatti la segreteria provinciale esaminerà i programmi di Giorgio Gori e Franco Tentorio per decidere chi sostenere.

Non è un mistero che la base del partito sia orientata verso centrosinistra, ma accordo è stato stoppato più volte dal patron di Brembo Alberto Bombassei, da poco presidente dimissionario. “Con Gori ci sono state più affinità, non a caso avevamo iniziato a lavorare per costituire una lista – spiega Francesco Keller, coordinatore provinciale e candidato alle Europee di Scelta civica -. La lettera di dimissioni di Bombassei è stato un fulmine a ciel sereno. Ha esortato il partito a tornare alla sua vocazione originaria, senza far da stampella a nessuno. Abbiamo provato a presentarci: in due giorni abbiamo raccolto 249 firme, senza banchetti. C’è un po’ di rammarico, anche perché ci è stata negata la possibilità di tenere un banchetto in via XX perché non abbiamo dato un preavviso di quindici giorni. Ora ci troveremo anche con gli amici di “Fare per fermare il declino”, valuteremo i programmi dei due candidati e sceglieremo in base a quelli chi sostenere”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da darioflautista

    pietà, dopo quel che ci hanno rubato tra monti e la fornero, che lascino perdere, ognuno voterà secondo sua coscienza

  2. Scritto da Indignato orobico

    Che tempismo, e magari svegliarsi dal letargo?

  3. Scritto da Marco Cimmino

    In effetti, anch’io sono combattuto dall’amletico dubbio: iscrivermi alla LIPU oppure andare al roccolo a sparacchiare agli uccellini? D’altronde, è così: sei sempre lì a dover decidere se fidanzarti con un’ africana o iscriverti al KKK, se farti carmelitano scalzo o diventare AD della Chrysler. Sempre in ballo tra partigiani e Salò. Eh, è una vita complicata la nostra! Più che “Scelta Civica” forse avrebbero dovuto chiamarsi “Dilemma Cinico”

    1. Scritto da bepi

      …gran commento: bello!!

  4. Scritto da Sten

    Secondo me invece ha scelto … di stare con i vincitori … dopo le elezioni. Tipico modo di operare di “Superimprenditori” che così continueranno a fare i propri interessi. Comoda la vita !!!

  5. Scritto da Non col vento

    In realtà non c’era l’ autonomia politica degli organismi politici per scegliere da che parte stare. Una bella prova per un partito che si chiama SCELTA Civica complimenti dopo aver sfiorato un anno fa il 20%!!! Meglio si nascondano!