BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Caso Yara, prelevato Dna di una donna: sarebbe la madre del killer

All'80enne i carabinieri di Bergamo sarebbero arrivati sulla base di alcune voci di paese che attribuirebbero alla donna una frequentazione negli anni sessanta con Giuseppe Guerinoni, quello che dalla scienza viene considerato il padre naturale dell'assassino della tredicenne di Brembate

Nuovi sviluppi nelle indagini sulla morte di Yara Gambirasio. Un Dna prelevato in fretta e furia e mandato subito al Ris di Parma per la comparazione con quello di Ignoto Uno. Ora c’è attesa per il risultato di un tampone salivare eseguito su un’anziana di Clusone.

All’80enne i carabinieri di Bergamo sarebbero arrivati sulla base di alcune voci di paese che attribuirebbero alla donna una frequentazione negli anni sessanta con Giuseppe Guerinoni, quello che dalla scienza viene considerato il padre naturale dell’assassino della tredicenne di Brembate e morto nel 1999.

A rivelare la notizia è stata la trasmissione "Quarto Grado". I risultati potrebbero essere pronti nelle prossime ore. L’anziana avrebbe una famiglia ma non è dato sapere se ha figli. Fondamentale in questa fase identificare la madre di Ignoto Uno, dopo avere dato un nome al padre naturale.

Guerinoni, sposato con figli, non avrebbe mai confidato a nessuno relazioni extraconiugali. Quindi identificare il killer di Yara non sarà impresa facile per gli investigatori. Ma a oltre tre anni dal delitto la caccia non si ferma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mario59

    Più volte riguardo a questa triste vicenda, ho letto commenti sprezzanti nei confronti di chi sta indagando con la speranza di trovare il o i responsabili dell’orribile delitto di quella povera ragazza…personalmente credo che nel complesso delle indagini siano stati commessi anche degli errori, ma non mi sento assolutamente in grado e tanto meno in diritto di giudicare chi ha la responsabilità di prendere decisioni in merito.
    Detto questo…chi sa fare fa, chi non sa fare giudica.

  2. Scritto da piero

    Le indagini si devono fare. Non tutte le indagini portano a buon fine. Chi delinque deve sapere che le indagini ci saranno sempre e lui puo essere preso. Capisci tex perchè non si deve tralasciare, pur non essendo facile risolvere il caso?

  3. Scritto da cosi' e'

    Ma cosa centra se la donna ha 60-70-80-o 90 anni,l’importante e’ che si arrivi alla verita’,tanto piu’ se sa’ che suo figlio potrebbe essere l’assassino e se poi risulta che e’,condannata per favoreggiamento.

    1. Scritto da fede

      che deduzioni facili, subito l’ accusa! La signora di 80 anni risulta sola, senza figli. Significa che al 50% il figlio lo ha dato in affido. Se così fosse nè il figlio conosce la madre naturale nè la madre sa chi sia il figlio.

  4. Scritto da lotty

    Non sono mai riuscita a capire un particolare che magari qualcuno può spiegarmi. La prima traccia del dna era stata trovata in una ragazzo che frequentava una discoteca e che era figlio di una signora cha aveva lavorato anni fa nella casa dei genitori di Yara, Non è una combinazione strana?

    1. Scritto da luigi

      infatti, me lo sono sempre domandato anch’io…

      1. Scritto da fede

        perchè quel primo profilo non era sovrapponibile a quello trovato su Yara, solo aveva dei tratti comuni. È molto ma anche poco. Da lì han trovato più somigliati i profili dna dei suoi zii ma ancora non era sovrapponibile, gli zii erano parenti del Guerinoni e lì, si arriva alla quasi totale sovrapponibilitá ( genitori-figli) anche se manca la madre. Trovando la madre si ricostruisce il profilo cercato. Sulla madre si arriva però a suon di “voci” e non è bellissimo.

  5. Scritto da pluto

    Immaginate scena. Le forze dell ordine vanno a casa di una donna di 80 anni e le dicono. 80 ANNI ! Venga con noi in ospedale che vogliamo prelevarle un campione di saliva perche’ il giudice sospetta che lei sia la madre di un assassino. Una barzelletta. Minimo, le hanno fatto venire un infarto. Spero che la notizia sia falsa perche’ vien fuori un casino indicibile.

  6. Scritto da assurditalia

    speriamo che presto prendano questo essere infame, cio’ non cancella lo scandalo che notizie cosi’ riservate vengano comunicate da una trasmissione che definire “trash” e’ fargli un complimento. Immaginiano che questa sia la volta buona secondo voi cosa farebbe il colpevole?!? Scapperebbe a gambe levate (se non l’avesse gia’ fatto) e diventerebbe uccel di bosco grazie a questi “geni” della TV…

  7. Scritto da tex

    fuoco fuochino …….. ma sino ad oggi quanto è costata questa indagine ? e chi le ha fatte è all’altezza ? non è che cip & ciop vrebbero già trovato il colpevole ? e non è che alla fine gli inquirenti per nascondere la loro inettitudine prendano uno a caso ?

    1. Scritto da Ezio

      La prossima volta chiameranno te che sei così bravo.

      1. Scritto da tex

        è che bisogna essere obbiettivi, forse non lo sà ma erano già iniziate le polemiche ( poi ovviamente smorzate ) sul fatto che le forze dell’ordine non collaboravano. Cmq è vero, penso che avrei fatto meglio.

  8. Scritto da Speriamo

    Ormai non mi illudo più, ma sarebbe un passo decisivo. Darebbe un po’ di lustro ai nostri investigatori che in altri casi tipo Cogne o Garlasco hanno fatto una figura barbina

  9. Scritto da eros passera

    vivo in un paesello di 200 anime ( Foppolo ) , si sanno vita-morte -miracoli di tutti negli ultimi 100 anni , figuriamoci se le comari del paese di Guerinoni non sanno ……………
    basta che parlino , e mettano da parte l’omerta’ che spesso nei paesini è diffusa !!!!!!!!!!!

    1. Scritto da mario59

      Da quello che mi sembra di avere capito il Guerinoni aveva una relazione extraconiugale ma con una donna che non doveva essere del suo paese…pertanto le comari è vero che sanno tutto di tutti, ma non possono sapere quello che avviene fuori dal paese.

      1. Scritto da Roby

        Svegliaaaaaaaa! Ci saranno state comari anche al paese della signora oggi ottantenne presunta madre di ignoto1, non credi? E magari saranno state amiche o conoscenti sue… È più facile notare una donna col pancione e “scomarare” su di lei, piuttosto che sul presunto padre senza segni esteriori che lo identificano come tale, no?

        1. Scritto da Valtesse

          Per concepire un figliop bastano 5 minuti le comari sanno anche quello?Comunque le comari dicono di sapere poi quanto sappiano in realtà è tutt’altro discorso.

  10. Scritto da isa

    Giustizia per Yara..il resto sono chiacchiere ed opinioni di parte!

    1. Scritto da tex

      la giustizia per Yara sarà solo nell’alidilà ( per chi è credente ) oppure se si pente e si costituisce perciò meglio smettere di indagare a vuoto e speriamo che si penta

  11. Scritto da TT

    Migliaia DNA prelevati = banca dati,e tutti schedati.

  12. Scritto da Vito

    Tutta la mia solidarietà’ a questa povera donna che entra nell’ inchiesta per “voci”

    1. Scritto da Luigi

      Mica è lei l’imputata. Se non tentassero anche questa strada, si direbbe che gli inquirenti hanno tralasciato qualcosa e che l’inchiesta è lacunosa….

      1. Scritto da Luke

        Vito cosa c’entra la donna? Mi ca è colpa sua se eventualmente ha messo al mondo un mostro

        1. Scritto da il polemico

          non capisco perchè prelevarlo a lei….non era piu logico prelevarlo alla sua eventuale prole?saprà chi sono i suoi figli avendoli messi al mondo

          1. Scritto da Valtesse

            Magari all’anagrafe non risulta avere prole ne leggitima ne illegittima.

          2. Scritto da Narno Pinotti

            Il concetto di figlio “illegittimo” non esiste più da decenni, per fortuna. Tuttavia la madre, essendo sempre certa, o ha riconosciuto il figlio o non l’ha fatto (mi sembra da escludere un parto segreto in casa con immediato abbandono del neonato all’insaputa di tutti). Se lo ha riconosciuto, ha un nome (sebbene questo non voglia dire averlo trovato). Se non l’ha riconosciuto, l’ospedale dove ha partorito avrà sia la cartella clinica della partoriente sia documenti della procedura di adozione.

          3. Scritto da Valtesse

            Esiste la possibilità di parto in anonimato e se poi ha dato un nome falso in ospedale oppure è andata all’estero a partorire?

  13. Scritto da Francesco Di Lorenzo

    Sarebbe cosa minima da fare.

  14. Scritto da silvio

    Certo perché i geni come te se ne stanno comodamente in divano e pantofole a criticare…cosa cartamente più facile

    1. Scritto da tex

      cmq. alla fine il risultato è sempre quello con la differenza che non si sperperano milioni di euro dei cittadini e non concludere nulla

  15. Scritto da bepi

    Di Ignoto c’è il costo dell’inchiesta, si conosce solo il risultato: il nulla. Ma sollevare dall’incarico chi si è dimostrato incapace no?

    1. Scritto da Cittadino normale

      Certo! Meglio risparmiare e lasciare libero (magari anche di reiterare il reato) il delinquente che ha falciato la vita di Yara e sprofondato la famiglia in un incubo di dolore!!!! Certa gente parla solo per dare aria ai polmoni. Anche se si cerca di capire il dolore di persone che hanno perso un figlio, oltretutto in questo modo, non si potrà mai avere il vero polso della situazione, NON SI PARLI DI DENARO E SI RISPETTI UN DOLORE COSÌ INCOMMENSURABILE

      1. Scritto da tex

        fermo restando il dolore per la ragazza, TUTTI si chiedono se chi conduce le indagini è in grado di concludere qualcosa !