BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Verso le elezioni europee Alessia Mosca lancia “L’Europa a misura d’Italia”

Tappa bergamasca per Alessia Mosca, candidata capolista del Partito Democratico alle elezioni europee del 25 maggio per il collegio Nord-Ovest: “Cambiare l'Italia e cambiare l'Europa sono un tutt'uno: se vogliamo dare risposte a cittadini e imprese dobbiamo essere nel posto dove le decisioni vengono prese”.

Più informazioni su

Tappa bergamasca per Alessia Mosca, candidata capolista del Partito Democratico alle elezioni europee del 25 maggio per il collegio Nord-Ovest, che mercoledì 23 aprile è stata ospite della sede provinciale del Pd per presentare la propria candidatura.

Nata a Monza nel 1975, Alessia Mosca è stata eletta deputata nel 2008 e nel 2013, rendendosi protagonista soprattutto per le iniziative nei campi dell’occupazione femminile e giovanile, dell’innovazione, della conciliazione e della parità di genere: ad accoglierla nella sede di via San Lazzaro a Bergamo il segretario provinciale del Pd Gabriele Riva, il capogruppo in consiglio comunale a Bergamo Sergio Gandi e Matteo Rossi, della segreteria regionale e responsabile Enti Locali del Pd.

L’obiettivo della sua candidatura è, come recita il titolo del libro che sempre mercoledì in serata presenterà alla Libreria IBS in via XX Settembre a Bergamo, “Un’Europa a misura d’Italia”: un’Europa diversa ma anche un’Italia a misura d’Europa.

“Mi candido alle elezioni europee perchè, dopo sei anni di esperienza al parlamento nazionale, mi sono resa conto che, in un momento come questo, se si vuole contare e tentare di dare in modo più efficace possibile le risposte ai cittadini e alle imprese sui temi del lavoro e della crescita non si può che essere dove le decisioni vengono prese: in Europa, infatti, viene preso il 70% delle decisioni che poi hanno un impatto a livello nazionale, in termini di occupazione, di ambiente, d’impresa e di sicurezza. Vista anche la mia storia personale, la mia candidatura è il segnale che noi crediamo che l’Europa sia il luogo dove bisogna essere in questo momento: per noi non è una sfida diversa, o meno importante, di quella che si gioca a livello nazionale. Cambiare l’Italia e cambiare l’Europa sono un tutt’uno, non ci sono nemici: siamo in Europa perchè vogliamo contare e lo vogliamo fare in alleanza con i sindaci e gli amministratori locali”.

E, a proposito di amministratori locali, dalla candidata capolista del Pd alle elezioni europee è arrivato il pieno sostegno a Giorgio Gori nella corsa a sindaco di Bergamo: “A Bergamo c’è una grande sfida e credo che Giorgio Gori sarà un ottimo sindaco, anche perchè potrà contare su una delegazione al Parlamento Europeo che saprà essere presente per aiutare le città italiane ad essere sempre più europee”.

Su questo punto Alessia Mosca ha espresso rammarico per le occasioni offerte dall’Europa che l’Italia non è stata in grado di cogliere e sfruttare: “L’offerta è ampia – ha commentato Mosca – ma non siamo stati in grado di catalizzarle. I Comuni italiani non hanno sfruttato le occasioni date dall’Europa e noi, in questo senso, ci vogliamo porre come gate d’accesso perchè sempre più Comuni entrino nei circuiti europei: quella che vogliamo è un’Europa che smetta di essere egoista e per pochi e torni ad essere dei popoli. Per lo sviluppo dei territori e del rilancio l’Europa è una grande occasione: potremo incidere veramente e colmare quella distanza che si è formata con Bruxelles. A Bergamo il tessuto produttivo, formato soprattutto da piccole e medie imprese, soffre: noi vogliamo avvicinarle all’Europa per fare in modo che possano beneficiare di forme di sostentamento che in passato non siamo riusciti ad avere, penalizzandoci parecchio”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da no grazie

    Perché parla di Bergamo e Gori senza sapere? Non è affidabile.

  2. Scritto da andrea

    l europa a misura di un italia piegata a 90 gradi