BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Livaja resta a Spalato La sua avventura orobica sempre più agli sgoccioli

L'attaccante croato non è rientrato a Bergamo, d'accordo con la società: resterà a Spalato, dove è rientrato per le vacanze pasquali dopo la gara col Verona. La società lo multerà, poi, a giugno, deciderà con l'Inter quale sarà il suo futuro. Quasi certamente lontano dalle Mura venete.

Più informazioni su

Marko Livaja resta lontano da Bergamo. L’attaccante croato è rimasto a Spalato, dove si è recato dopo Atalanta-Verona per la vacanze pasquali, ufficialmente per guarire da un’infiammazione al tendine d’achille. Almeno questo è la versione data dalla società, che ha così cercato di buttare acqua sul fuoco dopo la burrascosa lite e i successivi messaggi su Facebook che hanno animato l’ultimo weekend del giovane bomber classe 1993.

Marino e Percassi non hanno affatto gradito lo sfogo di Livaja, tant’è che per l’ex Inter è pronta una corposa multa. Multa che, con probabilmente, sarà l’epilogo della sua avventura bergamasca, giunta ormai agli sgoccioli dopo la scenata di sabato scorso, quando il croato si è reso protagonista di un faccia a faccia poco amichevole (diviso dalle barriere) con un gruppo di tifosi che, al momento della sostituzione, lo aveva fischiato e poi, a suo dire, insultato. 

Livaja tornerà a Bergamo la prossima settimana ma quasi sicuramente in queste ultime quattro partite non tornerà a vedere il campo. A giugno, poi, Atalanta e Inter si troveranno per decidere il futuro dell’attaccante che ad agosto compirà 21 anni: difficilmente sarà ancora sotto le Mura venete.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Che Denis raggiunga i 15 goals non serve ad un tubo.
    Livaja non ha mai giocato nella sua posizione congeniale che è da centravanti puro.
    Ha carattere da vendere.
    E’ assurdo cederlo! E’ buttare denaro.
    Non ho visto la partita ma se Baselli ha giocato male vuol dire che la squadra è stata messa giù (come si dice a Bergamo) con i piedi, come quasi sempre avviene per almeno un paio di giocatori.

    1. Scritto da digeo

      Ricordiamoci gli anni dei comandini e degli acquafresca….come ci sarebbe servita una punta da 15 gol…..attenzione a non delirare e a non avere la memoria corta. Tutto si può dire di Denis ma non che i suoi gol non abbiano contribuito a 3 salvezze consecutive

    2. Scritto da luc

      Perfettamente d’accordo.

  2. Scritto da uno qualunque

    Non credo sia possibile che Livaja giochi ancora a Bergamo. Ora si tratta di non rimetterci economicamente, sostituirlo adeguatamente e imparare dagli errori commessi. Infatti oltre al danno sportivo, ci sarà un probabile danno economico che non potrà essere ignorato. Il ragazzo ci ha messo tanto del suo ma la sua gestione è stata ampiamente deficitaria e contraddittoria, per non dire fantozziana. A partire dal presidente per finire con l’allenatore.

  3. Scritto da nino cortesi

    Grave errore della società condizionata dal solito bugiardino.
    L’Atalanta si deve emancipare da queste catene.
    E si prenda Donadoni, che è ora.

    1. Scritto da digeo

      Scusi sig. Nino Cortesi, ci faccia capire. Lei costruirebbe l’Atalanta del prossimo campionato su Livaya? Al di là del quasi nulla che ha dimostrato in campo, che affidabilità può darci uno così?

      1. Scritto da luc

        Si chiamano motivazioni. Sapere di essere sempre e comunque la riserva di un mediocre come Denis, perché di mediocre giocatore si tratta, farebbe cadere le braccia a chiunque. Come competere, a Bergamo, contro un padre che abbraccia il figliolo dopo ogno gol?

        1. Scritto da Fatti

          43 gol in 102 partite…..tu continua a schiacciare i tasti dietro un pc.

          1. Scritto da luc

            Quando sei il solo terminale offensivo di una squadre 12 gol all’anno è il minimo che debba produrre. Rimane il fatto che un simile campione ha fatto bene solo a Bergamo e anche adesso che, secondo voi, è quasi un fenomeno non ce lo chiede nessuno.

        2. Scritto da penelu

          hai ragione! in fondo Denis cosa ha combinato in tre anni? poco o niente.. solo 43 gol… CHE BIDONE!!!

        3. Scritto da sergio

          a parte l’ ultima frase penosa, quindi tu cacceresti denis (colui che ti salva da tre anni) e terresti livaya?questa manco passirani la sparava.. altri suggerimenti da dare ?

          1. Scritto da luc

            Perchè frase penosa? A Bergamo i cattivi ragazzi non vanno bene, solo “brai fioi!” Era questo il senso. E difatti sono confermati tutti i bravi ragazzi, meglio se bergamaschi, e si mira a riportare Padoin.

          2. Scritto da ronchi rossonero

            ma è un discorso serio? no perchè sto svenendo dal ridere…

        4. Scritto da digeo

          Il problema è proprio questo: quando hai davanti un mediocre, non dovrebbe essere difficile rubargli il posto. Solo che se nelle (numerose) occasioni che ti vengono concesse cammini per il campo con l’atteggiamento dello zingaro svogliato, diventa tutto più difficile. Il problema di livaya è la mancanza di umiltà: lui si sente fortissimo,ma cosa ha dimostrato? E perchè questi atteggiamenti indisponenti devono essere tollerati se non bilanciati da un rendimento decisivo quando gioca?

          1. Scritto da uno qualunque

            A parte che si chiama Livaja, e non Livaya, mi complimento per l’epiteto “zingaro svogliato”. Io non mi ritengo offeso dalle frasi del giocatore, non mi perdo per così poco. Livaja si è qualificato da solo per la persona che è. Ma altrettanto, non vedo troppa differenza con chi si abbassa al suo livello e gli risponde con le stesse armi. Fermo restando che anche facendo 35 gol a stagione non gli perdonerei comunque le frasi che ha scritto.

          2. Scritto da luc

            Quando è stato schierato da prima punta, e non all’ala, qualcosa ha fatto. Certo che se dopo una partita giocata male viene contestato….?! Che poi sia un piantagrane è assodato, ma lo era già nell’Inter. O nell’Inter era un fenomeno di bon-ton?

          3. Scritto da digeo

            Non è stato fischiato alla prima partita giocata male, siamo sinceri. Ha steccato sul piano dell’impegno partite abbordabili (Sassuolo all’andata, toro fuori casa schierato da punta unica peggiore in campo); decisivo solo nella vittoria in casa col Bologna, con la complicità di curci. Più tutti gli atteggiamenti di insubordinazione che sappiamo ( e forse qualcosa d’altro che è’ stato insabbiato…)

          4. Scritto da Bla bla bla

            Tra le tante stupidaggini che hai scritto, quella che ha fatto qualcosa da prima punta è la più grande….dai vai a farti un giro in bici che è la tua passione, riaccenditi un sigaro, leggi la padania, pensa al Milan che è la tua squadra, ma basta fare il saputello sul’ Atalanta.

          5. Scritto da luc

            Tra le tante stupidaggini che hai detto mi tengo solo il sigaro, non è la mi passione ma non è male.
            Smetterò di fare il saputello appena sarai in grado di confutare con i fatti le mie affermazioni, fino ad allora avrò avuto ragione io.

  4. Scritto da madoname

    escluderei quel “quasi” ipotetico. Livaja non puo’ piu’ giocare nella Dea dopo quanto ha fatto dentro e fuori dal campo. E nel suo stato attuale credo che non sia assolutamente un giocatore da serie A. Magari tra 10 anni diventera’ anche un campione di calcio ma con la testa che si ritrova temo che sara’ molto difficile… Alle disgrazie sopravvivono quasi tutti, ma ai soldi ed alla fama ben pochi….

  5. Scritto da luc

    Ma sì, teniamoci Bellini e Raimondi, entusiasmo alle stelle!
    Siamo un apiccola squadra con piccoli dirigenti.

    1. Scritto da sergio

      puoi sempre seguirlo a spalato

      1. Scritto da luc

        Non ci penso neppure, però mi tengo il diritto di criticare questa dirigenza ridicola. Teniamoci la nostra squadretta di seco… terza fascia e godiamoci le giocate di Raimondi e Bellini. Saremmo capaci di cacciare anche Maradona. Livaja sarà anche un instabile ma è stato gestito da schifo.

        1. Scritto da Giù la maschera

          Assomigli molto a qualcuno che ha scritto che Destro avrebbe preso al massimo una giornata e vedendosi smentito ha cancellato le righe incriminate dal blog….sbaglio? Che super uomo che sei!

          1. Scritto da luc

            ? Che stai dicendo?

        2. Scritto da digeo

          ci godiamo anche buoni giocatori (bonaventura, moralez, cigarini carmona) con un quoziente di professionalità superiore a livaya (almeno in campo e in allenamento). Non sta scritto da nessuna parte che uno forte (ammesso che livaya lo sia) abbia diritto di prendere a pugni un compagno, rifiutare di riscaldarsi e inveire contro il pubblico come ha fatto sabato.

        3. Scritto da sergio

          allora vai e contesta cosa aspetti.

        4. Scritto da d

          gestito male come molti altri…Schelotto, Cerci, Osvaldo….

  6. Scritto da lm

    Marco ci mancherai.. diventerai un campione lontano da Bergamo, ma devi maturare come uomo e come atleta..

  7. Scritto da ElleA69

    Mettiamo però in chiaro una cosa. Io ero proprio dietro alla barriera dei “contestatori” del parterre, e a Livaja non c’è stato alcun insulto se non dopo che ha fatto quel gesto alla tifoseria. Si è sentito parlare di insulti razzisti, ma non li ho proprio sentiti. Più volte l’ho difeso, ma stavolta ha proprio passato il limite. Via, e che non se ne parli più. E come lui molti di questi “ragazzotti” del calcio odierno (come disse Gattuso una volta: non sanno la fortuna che hanno)