BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Da ‘Ti sposo ma non troppo’ a ‘Rio 2’ e ‘Osage County’ Al cinema in settimana

La settimana al cinema si apre con una programmazione ricca e variegata. Tra i titoli in sala spiccano “Ti sposo ma non troppo”, che nel cast vanta la presenza di Vanessa Incontrada. Non mancheranno i titoli del momento, come “Rio 2 – Missione Amazzonia” e “August - Osage County”, “Gigolò per caso”, “Captain America”, “Mr. Peabody e Sherman” e “Un matrimonio da favola”. Ecco la panoramica completa delle sale di Bergamo e provincia.

La settimana al cinema si apre con una programmazione ricca e variegata. Tra i titoli in sala spiccano il film commedia “Ti sposo ma non troppo”, che nel cast vanta la presenza di Vanessa Incontrada, Gabriele Pignotta, Chiara Francini, Fabio Avaro, Francesco Foti e Catherine Spaak.

Non mancheranno i titoli del momento, come “Rio 2 – Missione Amazzonia” e “August – Osage County”, “Gigolò per caso”, “Captain America”, “Mr. Peabody e Sherman” e “Un matrimonio da favola”. Ecco la panoramica completa delle sale di Bergamo e provincia.

LUNEDI’ 21 APRILE

CAPITOL MULTISALA a Bergamo in via Tasso, 41 – 035248330

“Noah”, 138min – Drammatico – Doppiato, alle 15, alle 18 e alle 21;

“Storia di una ladra di libri”, 131min – Drammatico – Doppiato, alle 15, alle 17:30, alle 20 e alle 22:30;

“Grand Budapest Hotel”, 100min – Commedia – Doppiato, alle 14:30, alle 16:30, alle 18:30, alle 20:30 e alle 22:30.

CINEMA SAN MARCO a Bergamo in piazzale Repubblica, 2 – 035 240416

“Rio 2 – Missione Amazzonia”, 101min – Animazione – Doppiato, alle 14:30, alle 16:30, alle 18:30, alle 20:30 e alle 22:30;

“Transcendence”, 119min – Azione – Doppiato, alle 15, alle 17:30, alle 20 e alle 22:30.

MULTISALA CONCA VERDE a Longuelo (Bergamo) in via Mattioli, 65 – 035251339

“Gigolò per caso”, 98min – Commedia – Doppiato, alle 15, alle 17, alle 19 e alle 21;

“Ti sposo ma non troppo”, 90min – Commedia – Doppiato, alle 14:45, alle 16:45, alle 18:45 e alle 20:45.

CINEMA TEATRO DEL BORGO a Bergamo in piazza sant’Anna, 51 – 035 270760

“Mister Morgan – Non é mai troppo tardi per ricominciare”, ‎116min‎‎ – Commedia‎‎ – Doppiato‎, alle 15, alle ‎17:30‎ e alle ‎21.‎

UCI CINEMAS CURNO in via Lega Lombarda, 39 a Curno – 892 960

“Gigolò per caso”, 98min – Commedia – Doppiato, alle 15:20, alle 17:40, alle 20 e alle 22:20;

“Rio 2 – Missione Amazzonia” (NO 3 D), 101min – Animazione – Doppiato, alle 14:20, alle 16:50, alle 17:30 e alle 19:40;

“Rio 2 – Missione Amazzonia” (3D), 101min – Animazione – Doppiato, alle 14:50;

“Transcendence”, 119min – Azione – Doppiato, alle 14:10, alle 17:10, alle 20 e alle 22:40;

“Barry, Gloria e i disco worms”, 75min – Animazione – Doppiato, alle 14;

“Noah” (NO 3D), 138min – Drammatico – Doppiato, alle 16:20, alle 19:20, alle 22:15 e alle 22:30;

“Noah” (3D), 138min – Drammatico – Doppiato, alle 14:30, alle 17:50 e alle 21:15;

“Oculus”, 105min – Horror – Doppiato, alle 20 e alle 22:25;

“Un matrimonio da favola”, 91min – Commedia – Doppiato, alle 20:20 e alle 22:30;

“Divergent”, 139min – Azione – Doppiato, alle 14:30, alle 17:40 e alle 20:45;

“Captain America – Il soldato d’Inverno” (NO 3D), ‎124min‎‎ – Azione‎‎ – Doppiato‎, alle 14:20, alle 17:20 e alle 20:30;

“Mr. Peabody e Sherman”, ‎92min‎‎ – Animazione‎‎ – Doppiato‎, alle 15 e alle 17:30.

CINETEATRO GAVAZZENI a Seriate in via Guglielmo Marconi, 40 – 035 452 3057

“Noah”, 138min – Drammatico – Doppiato, alle 17:45 e alle 21 (alle 21 con promozione: ingresso a 4 euro);

“Barry, Gloria e i disco worms”, 75min – Animazione – Doppiato, alle 15.

CINE-TEATRO SORRISO di Gorle in via Piave, 2 – 035656962

“Noah”, 138min – Drammatico – Doppiato, alle 16 e alle 20:45.

ARISTON MULTISALA a Treviglio in viale Monte Grappa – 0363 419503

“Gigolò per caso”, 98min‎‎ – Commedia‎‎ – Doppiato‎, alle 15:10, alle ‎17:40, alle ‎20:20 e alle ‎22:40;‎

“Rio 2: Missione Amazzonia” (NO 3D), ‎101min‎‎ – Animazione‎‎ – Doppiato‎, alle 15:20, alle ‎17:30 e alle ‎22:20;‎

“Transcendence”, ‎120min‎‎ – Drammatico‎‎ – Doppiato‎, alle 15, alle ‎17:40, alle ‎20 e alle ‎22:30;‎

“Un matrimonio da favola”, ‎91min‎‎ – Commedia‎‎ – Doppiato‎, alle 15;

“Grand Budapest Hotel”, ‎100min‎‎ – Commedia‎‎ – Doppiato‎, alle 15:10, alle ‎17:20, alle ‎20:10 e alle ‎22:20‎;

“Noah”, ‎138min‎‎ – Drammatico‎‎ – Doppiato‎, alle 14:50, alle ‎17:30, alle ‎19:50 e alle ‎22:30;‎

“Storia di una ladra di libri”, ‎131min‎‎ – Drammatico‎‎ – Doppiato‎, alle 20;

“Rio 2: Missione Amazzonia”, ‎101min‎‎ – Animazione‎‎ – Doppiato‎, alle 20:10;‎

“Divergent”, ‎139min‎‎ – Fantascienza‎‎ – Doppiato‎, alle 22:30;‎

“Captain America – The Winter Soldier”, ‎124min‎‎ – Azione‎‎ – Doppiato‎, alle 17:20.‎

CINETEATRO NUOVO di Zanica in via Roma, 46 – 035 670558

“Mr. Peabody e Sherman”, ‎92min‎‎ – Animazione‎‎ – Doppiato‎, alle 16 e alle‎ ‎20:45.‎

CINEMA TEATRO CAGNOLA a Urgano in via Roma, 82 – 035 487 2228

“Noah” (NO 3D), ‎138min‎‎ – Drammatico‎‎ – Doppiato‎, alle ‎20:30‎.

NUOVO CINETEATRO ALBINO in piazza San Giuliano ad Albino – 035 751490

“Noah”, ‎138min‎‎ – Drammatico‎‎ – Doppiato‎, alle 15, alle ‎17:30 e alle‎ ‎21.‎

SALA EDEN a Stezzano in via Bergamo, 9 – 035 591449

“Mr. Peabody e Sherman” (NO 3D), ‎92min‎‎ – Animazione‎‎ – Doppiato‎, alle ‎16 e alle ‎21.‎

MARTEDI’ 22 APRILE

CAPITOL MULTISALA a Bergamo in via Tasso, 41 – 035248330

“Storia di una ladra di libri”, 131min – Drammatico – Doppiato, alle 20 e alle 22:30;

“Grand Budapest Hotel”, 100min – Commedia – Doppiato, alle 20:30 e alle 22:30;

“August – Osage County” (film in lingua originale sottotitolato in italiano), 119min – Drammatico – Doppiato, alle 21.

CINEMA SAN MARCO a Bergamo in piazzale Repubblica, 2 – 035 240416

“Rio 2 – Missione Amazzonia”, 101min – Animazione – Doppiato, alle 18 e alle 20;

“Transcendence”, 119min – Azione – Doppiato, alle 20 e alle 22:30.

MULTISALA CONCA VERDE a Longuelo (Bergamo) in via Mattioli, 65 – 035251339

“Gigolò per caso”, 98min – Commedia – Doppiato, alle 21;

“Ti sposo ma non troppo”, 90min – Commedia – Doppiato, alle 21.

CINEMA TEATRO DEL BORGO a Bergamo in piazza sant’Anna, 51 – 035 270760

“Mister Morgan – Non é mai troppo tardi per ricominciare”, ‎116min‎‎ – Commedia‎‎ – Doppiato‎, alle 16.

UCI CINEMAS CURNO in via Lega Lombarda, 39 a Curno – 892 960

“Politicamente scorretto – The hunter s. Thompson’s Gonzo”, 120min – Documentario –Doppiato, alle 20:30;

“Gigolò per caso”, 98min – Commedia – Doppiato, alle 17:40, alle 20 e alle 22:20;

“Rio 2 – Missione Amazzonia” (NO 3 D), 101min – Animazione – Doppiato, alle 17:10, alle 17:30 e alle 19:40;

“Transcendence”, 119min – Azione – Doppiato, alle 17:10, alle 20 e alle 22:40;

“Noah” (NO 3D), 138min – Drammatico – Doppiato, alle 18:20 e alle 21:30;

“Noah” (3D), 138min – Drammatico – Doppiato, alle 17:50 e alle 21:15;

“Oculus”, 105min – Horror – Doppiato, alle 20 e alle 22:25;

“Un matrimonio da favola”, 91min – Commedia – Doppiato, alle 22:30;

“Divergent”, 139min – Azione – Doppiato, alle 17:40 e alle 20:45;

“Captain America – Il soldato d’Inverno” (NO 3D), ‎124min‎‎ – Azione‎‎ – Doppiato‎, alle 18:30 e alle 21:30;

“Mr. Peabody e Sherman”, ‎92min‎‎ – Animazione‎‎ – Doppiato‎, alle 15 e alle 17:30.

CINETEATRO GAVAZZENI a Seriate in via Guglielmo Marconi, 40 – 035 452 3057

“Dallas Buyers Club”, 117min – Drammatico – Doppiato, alle 21.

SALA EDEN a Stezzano in via Bergamo, 9 – 035 591449

“Almanya – La mia famiglia va in Germania”, ‎97min‎‎ – Commedia‎‎ – Doppiato‎, alle 21.

ARISTON MULTISALA a Treviglio in viale Monte Grappa – 0363 419503

“Gigolò per caso”, ‎98min‎‎ – Commedia‎‎ – Doppiato‎, alle 17:40, alle ‎20:20 e alle ‎22:30;‎

“Rio 2: Missione Amazzonia” (NO 3D), ‎101min‎‎ – Animazione‎‎ – Doppiato‎, alle 17:50 e alle ‎22:20;‎

“Transcendence”, ‎120min‎‎ – Drammatico‎‎ – Doppiato‎, alle 17:40, alle ‎20 e alle ‎22:30;‎

“Grand Budapest Hotel”, ‎100min‎‎ – Commedia‎‎ – Doppiato‎, alle 17:40, alle ‎20:10 e alle ‎22:20;‎

“Noah”, ‎138min‎‎ – Drammatico‎‎ – Doppiato‎, alle 17:30, alle ‎19:50 e alle‎ ‎22:30;‎

“Rio 2: Missione Amazzonia”, ‎101min‎‎ – Animazione‎‎ – Doppiato‎, alle 20:10;‎

“Divergent”, ‎139min‎‎ – Fantascienza‎‎ – Doppiato‎, alle 18;

“The Wolf of Wall Street”, ‎180min‎‎ – Thriller‎‎ – Doppiato‎, alle 21.

MERCOLEDI’ 23 APRILE

CAPITOL MULTISALA a Bergamo in via Tasso, 41 – 035248330

“Noah”, 138min – Drammatico – Doppiato, alle 20 e alle 22:30;

“Storia di una ladra di libri”, 131min – Drammatico – Doppiato, alle 20 e alle 22:30;

“Grand Budapest Hotel”, 100min – Commedia – Doppiato, alle 20:30 e alle 22:30.

CINEMA SAN MARCO a Bergamo in piazzale Repubblica, 2 – 035 240416

“Rio 2 – Missione Amazzonia”, 101min – Animazione – Doppiato, alle 18 e alle 20;

“Transcendence”, 119min – Azione – Doppiato, alle 20 e alle 22:30.

MULTISALA CONCA VERDE a Longuelo (Bergamo) in via Mattioli, 65 – 035251339

“Gigolò per caso”, 98min – Commedia – Doppiato, alle 21;

“Ti sposo ma non troppo”, 90min – Commedia – Doppiato, alle 21.

UCI CINEMAS CURNO in via Lega Lombarda, 39 a Curno – 892 960

“The Amazing Spider-man 2 – Il potere di Electro” (NO 3D), 142min – Azione – Doppiato, alle 17:15, alle 19:30, alle 20:30 e alle 22:40;

“The Amazing Spider-man 2 – Il potere di Electro” (NO 3D), 142min – Azione – Doppiato, alle 18:30 e alle 21:45.

CINETEATRO GAVAZZENI a Seriate in via Guglielmo Marconi, 40 – 035 452 3057

“Giovanni XXIII – Una finestra sul mondo” (Spettacolo teatrale), alle 20:30.

Ecco le informazioni pellicola per pellicola.

– “Noah”. Noè, ultimo discendente della stirpe di Set, vede morire suo padre per mano dei discendenti di Caino. Diventato adulto una notte il Creatore gli parla in sogno annunciandogli la fine dell’umanità con un grande diluvio e instillando in lui lo stimolo a costruire un’arca in cui stipare tutti gli animali assieme alla moglie, i figli e le mogli dei figli. Aiutato dai giganti (antica stirpe che popola la Terra, originariamente scesa dal cielo per pietà verso gli uomini) costruisce l’arca e la difende dagli attacchi portati dal resto degli uomini quando è ormai chiaro che la fine è vicina. Tentato a sua volta da un eccesso di religiosità e adesione alla furia divina rischia di uccidere la propria discendenza e sconfigge la propria nemesi infiltratasi nell’arca fino a sopravvivere e ritrovare la Terra.

– “Storia di una ladra di libri”. Germania, 1939. Liesel Meminger è una ragazzina di pochi anni che ha perduto un fratellino e rubato un libro che non può leggere perché non sa leggere. Abbandonata dalla madre, costretta a lasciare la Germania per le sue idee politiche, e adottata da Rosa e Hans Hubermann, Liesel apprende molto presto a leggere e ad amare la sua nuova famiglia. Generosi e profondamente umani gli Hubermann decidono di nascondere in casa Max Vandenburg, un giovane ebreo sfuggito ai rastrellamenti tedeschi. Colto e sensibile, Max completa la formazione di Liesel, invitandola a trovare le parole per dire il mondo e le sue manifestazioni. Perché le parole sono vita, alimentano la coscienza, aprono lo spazio all’immaginazione, rendono sopportabile la reclusione. Fuori dalla loro casa intanto la guerra incombe e la morte ha molto da fare, ricoverando pietosa le vittime di Hitler e dei suoi aguzzini, decisi a fare scempio degli uomini e dei loro libri.

– “Grand Budapest Hotel”. Monsieur Gustave è il concierge ma di fatto il direttore del Grand Budapest Hotel collocato nell’immaginaria Zubrowka. Gode soprattutto della confidenza (e anche di qualcosa di più) delle signore attempate. Una di queste, Madame D., gli affida un prezioso quadro. In seguito alla sua morte il figlio Dimitri accusa M. Gustave di averla assassinata. L’uomo finisce in prigione. La stretta complicità che lo lega al suo giovanissimo neoassunto portiere immigrato Zero gli sarà di grande aiuto.

– “Rio 2 – Missione Amazzonia”. Blu e la sua anima gemella vivono insieme a Rio de Janeiro e hanno avuto 3 figli, quando però scoprono che nel cuore dell’Amazzonia è stato avvistato un altro uccello della loro specie capiscono di non essere gli ultimi rimasti come credevano e decidono di partire in un viaggio di famiglia alla scoperta delle proprie origini. Non sarà facile adattarsi, specie per Blu, il più lontano dalle regole del mondo animale, e non aiuterà il fatto che Miguel, sopravvissuto miracolosamente al film precedente, li abbia avvistati e abbia deciso di partire alle loro calcagna con l’obiettivo di vendicarsi.

– “Transcendence”. Il dr. Will Caster è uno dei più brillanti studiosi nel campo dell’intelligenza artificiale, al momento al lavoro su PINN, un sistema altamente avanzato di computer con autocoscienza basato sul cervello di scimmie usate come cavie. Quando un attentato portato da una frangia terroristica che mira a bloccare lo sviluppo di simili tecnologie lo condanna a morte la moglie, anch’essa studiosa, decide di sottoporre la sua mente al medesimo procedimento operato sul cervello della scimmia e caricarla dentro PINN per vedere se la sua mente possa continuare a viva usando i computer al posto della materia grigia. L’esperimento ha successo al di là di ogni aspettativa e la mente di Will Caster non solo vive ma acquista rapidità e potenza di calcolo contaminandosi con i computer e avendo accesso ad internet arriva ovunque cominciando a pianificare la propria sopravvivenza e il proprio potenziamento. Solo il fronte terroristico anti-intelligenza artificiale sembra aver capito tutto quel che sta accadendo.

– “Gigolò per caso”. Fioravante è un gentiluomo di mezza età che svolge svariate mansioni. Elettricista, idraulico, artista floreale e in tempi di magra gigolò, Fioravante attrae le donne con la sua dignità e la sua costanza. Factotum cortese passeggia tra i borough di New York in compagnia di Murray, amico di vecchia data che gli procura i contatti con donne in cerca di avventure erotiche o carezze amorevoli. Condiviso da due ricche signore di Park Avenue, Fioravante le ascolta e le celebra in lunghe sedute in cui sfoggia la naturale sensibilità, l’arte della danza e del massaggio. Se Murray tiene il conto degli affari, Fioravante non ha messo in conto di innamorarsi. Incontrata Avigal, giovane vedova di un Rabbino, il nostro cede armi e cuore. Contro di lui si solleva una comunità chassidica e Dovi, ebreo ortodosso invaghito da sempre di Avigal. Tra erotismo ed ebraismo, Fioravante muoverà nella vita e nei sentimenti con la delicatezza delle sue composizioni floreali.

– “Ti sposo ma non troppo”. La pellicola racconta la storia di Andrea (Vanessa Incontrada), una giovane e affascinante donna delusa dall’amore, Luca (Gabriele Pignotta), un fisioterapista single che si finge psicologo per sedurla, e di una coppia, Carlotta e Andrea che entra in crisi alla vigilia del matrimonio (Chiara Francini e Fabio Avaro). Per un casuale doppio scambio di identità, le vite dei quattro personaggi finiranno per intrecciarsi ed essere travolte dall’eterna ricerca dell’amore perfetto. Una moderna commedia degli equivoci in cui nessuno é quello che sembra e nessuno può scegliere neanche di non amare.

– “Mister Morgan”. Un anziano professore americano si trasferisce a Parigi, dopo la morte della moglie e casualmente in un autobus incontra Pauline, una giovane donna che insegna cha cha cha. Il professore ha manie suicide ed è stanco di vivere, Pauline è colma di vita e non nega mai un sorriso. Ma entrambi sono consumati dalla solitudine, dall’incomprensione del mondo attorno a loro. Nasce così una particolare amicizia che li condurrà a riflettere sui rapporti e sull’esistenza.

– “Barry, Gloria e i Disco Worms”. Barry è nato verme, ma la sua natura gli va stretta. Non si capacita di essere al mondo soltanto per strisciare tra i rifiuti, destinato ad una vita da impiegato del compostaggio, e sogna qualcosa di più, anche se non sa bene cosa. Un giorno, per caso, scopre in una vecchia scatola del padre un disco di musica funky e non riesce più a pensare ad altro. Insieme all’amico golosone Tito, alla bionda Gloria e ad un paio di personaggi socialmente ai margini, mette insieme una band e la iscrive ad un concorso canoro. Vuole dimostrare al mondo che anche i vermi sanno andare a ritmo, dopodiché nessuno potrà più permettersi di prenderli in giro o lasciarli indietro.

– “Un matrimonio da favola”. Daniele sta per sposare la figlia del presidente della banca di Zurigo presso la quale è impiegato. In vista del gran giorno chiama accanto a sé i suoi ex compagni di liceo, che non vedeva dai tempi della maturità. Al contrario di Daniele, pochi di loro hanno coronato i sogni giovanili: Luca voleva viaggiare e invece fa la guida turistica; Luciana voleva diventare giocatrice di calcio professionista ma un incidente le ha stroncato la carriera e lei ha finito per sposare il perito dell’assicurazione; Alessandro ha dovuto seguire le orme del padre nell’esercito nascondendo la propria omosessualità; e Giovanni, che voleva giocare in Borsa, vende borsette e ha sposato un’avvocatessa divorzista (ma ha un’amante che lo crede un uomo libero). Il matrimonio a Zurigo diventa l’occasione per ritrovarsi e fare il punto delle vite di tutti, magari con la speranza di cambiarne qualcuna.

– “Divergent”. In un futuro in cui una grande guerra ha distrutto le città e reso necessario un mutamento nell’organizzazione delle società, la razza umana vive divisa in cinque caste la cui appartenenza non si dà per nascita ma per scelta individuale al compimento della maggiore età. I Candidi (sempre sinceri) si occupano di esercitare la legge, i Pacifici (sempre gentili) coltivano la terra per sfamare tutti, gli Eruditi (sempre a conoscenza di tutto) sono insegnanti e ricercatori, gli Abnegati (altruisti) si occupano di governare e infine gli Intrepidi si occupano della protezione. Al momento di compiere un test sulla personalità utile a capire a quale gruppo si è più affini Beatrice Prior risulta Divergent, cioè non affine a nessuna categoria, un risultato rarissimo che la mette in pericolo. L’ordine sociale infatti impone di eliminare quelli come lei poichè la loro stessa esistenza è una minaccia all’ordine così costruito. Celando la sua natura Beatrice sceglie gli Intrepidi e comincia il suo addestramento a una vita di cui non è certa.

– “Captain America – The winter soldier”. Ambientatosi nei nostri giorni Steve Rogers continua a servire gli Stati Uniti attraverso lo S.H.I.E.L.D., nonostante non sia contento della poca trasparenza e delle scarse informazioni che riceve su quel che fa. Quando anche Nick Fury comincia a scoprire che ci sono dati ed elementi che sono preclusi anche a lui è evidente che tutta la struttura serve un doppio fine. Se non bastassero le intuizioni arrivano diversi attacchi (a Fury in primis) a scoprire le carte e mostrare chi sia la talpa dentro l’organizzazione. Fuggito assieme a Vedova Nera e un reduce che forse può dare una mano, Capitan America comincia a scoprire che forse Hydra non è morto del tutto con la seconda guerra mondiale. Il profilo che la Marvel sta delineando per se stessa al cinema, anche in opposizione ai film della casa di fumetti rivale DC, è quello più legato all’entertainment in senso stretto. Poco problematici e molto divertenti, i suoi fumetti trasportati al cinema sono un concentrato delle migliori regole dell’intrattenimento filmico, con una complessità sempre crescente data dalla gestione di un universo di storie e personaggi intrecciati in maniera ben più stretta di quanto non facciano i fumetti stessi.

– “Mr. Peabody e Sherman”. Mr. Peabody è un cane eccezionale, dotato di un intelletto superiore si è separato dal branco in tenera età e ha conquistato tutto quel che uno scienziato può conquistare (fino al nobel) oltre ad eccellere nello sport. Sentendosi solo ha però deciso di adottare un bambino e per educarlo ha inventato una macchina del tempo con la quale portarlo di epoca in epoca a vedere la storia con i propri occhi. Quando però Sherman dovrà andare a scuola si scontrerà con un mondo meno ovattato di quello che ha conosciuto con il suo padre adottivo. Preso in giro per essere figlio di un cane Sherman risponde a violenza con violenza scatenando l’interesse dei servizi sociali che mirano a separarlo dal padre animale. Intanto un incidente con la macchina del tempo li fa viaggiare attraverso diverse epoche fino a causare un paradosso che potrebbe porre fine a tutto il mondo.

– “August – Osage County”. In una casa nelle campagne dell’Oklahoma l’anziano poeta Beverly descrive alla neoassunta Johnna la situazione familiare: lui è un forte bevitore ma questo suo vizio è tollerato dalla moglie Violet che fa un uso smodato di pillole. Un evento inatteso farà sì che Violet, ammalata di cancro alla lingua, debba rincontrare tutte insieme le proprie figlie con i loro compagni. Non sarà una pacifica riunione di famiglia.

– “Politicamente scorretto – The hunter s. Thompson’s Gonzo”. Grazie a un amplissimo materiale d’archivio e numerose testimonianze attuali viene ricostruita la complessa personalità del giornalista e scrittore Hunter S. Thompson, meglio noto con lo pseudonimo di Gonzo, che ha segnato indelebilmente il modo di fare cronaca sociale e politica negli Stati Uniti dagli anni Sessanta alla presidenza di Jimmy Carter e oltre.

– “Oculus”. La famiglia Russell è stata colpita da una terribile tragedia che ha segnato per sempre la vita dei fratelli Tim e Kaylie. Dieci anni dopo, Tim, che era stato accusato del brutale assassinio di entrambi i genitori, lascia il carcere con l’unico desiderio di lasciarsi tutto alle spalle e ricominciare. La sorella Kaylie invece, ancora ossessionata da quella fatidica notte, è fortemente convinta che la morte dei suoi genitori sia stata causata da qualcos’altro. Secondo la ragazza, una forza maligna risiederebbe in un antico specchio che si trovava nella casa di famiglia. Kaylie, determinata a provare l’innocenza del fratello, rintraccia lo specchio e scopre che nel corso dei secoli i diversi proprietari dell’oggetto sono stati tutti vittime di morti violente simili a quella dei suoi genitori. Ora che lo specchio è di nuovo nelle loro mani, Tim e Kaylie sono decisi a scoprire la verità, ma si renderanno conto troppo tardi che l’incubo della loro infanzia è tornato…

– “Dallas Buyers Club”. Ron Woodroof vive come se non ci fosse un domani, non credendo alla medicina ma professando solo la religione della droga e dell’alcol. La scoperta di non avere realmente un domani a causa della contrazione del virus HIV apre un calvario di medicinali poco testati e molto inefficaci, fino all’estrema soluzione di sconfinare in Messico alla ricerca di cure alternative. Lì verrà a conoscenza dell’esistenza di farmaci e cure più efficaci, ma non approvate negli Stati Uniti, che deciderà di cominciare ad importare e vendere a tutti coloro i quali ne abbiano bisogno, iniziando un braccio di ferro legale con il proprio paese. Nel percorso attraverso le fiamme costituito da un male lento e letale come quello portato dal virus HIV esiste un che di religioso. I più bigotti hanno individuato nella malattia a cui il virus porta (che essendo venerea si trasmette anche attraverso il sesso e che ha colpito molto gli omosessuali) una punizione divina per atteggiamenti contrari alla morale promulgata dalla Bibbia, Jean-Marc Vallée invece usa l’abisso dell’aspettativa di morte a causa dell’HIV per raccontare un percorso di santità. Ron Woodroof come i grandi santi dell’antico testamento parte dalla posizione più deprecabile, preda di tutti i principali vizi e colmo d’odio verso chiunque non sia come lui, ma la prossimità alla morte lo costringerà a rivedere la propria intolleranza e ad aprirsi a un commercio e una benevolenza verso il prossimo che sono la caratteristica portante della santità. Dunque, benchè Dallas buyers club sia assolutamente privo di metafore direttamente religiose, è innegabile il suo lavoro di ribaltamento di uno tra i più odiosi luoghi comuni omofobi, attraverso un eterosessuale che si apre al prossimo, facendosi portatore di salvezza e vita contro un sistema che sembra negarla.

– “Almanya – La mia famiglia va in Germania”. Dopo aver lavorato per 45 anni come operaio ospite ("Gastarbeiter") Hüseyin Yilmaz, annuncia alla sua vasta famiglia di aver deciso di acquistare una casetta da ristrutturare in Turchia. Vuole che tutti partano con lui per aiutarlo a sistemarla. Le reazioni però non sono delle più entusiaste. La nipote Canan poi è incinta, anche se non lo ha ancora detto a nessuno, e ha altri problemi per la testa. Sarà però lei a raccontare al più piccolo della famiglia, Cenk, come il nonno e la nonna si conobbero e poi decisero di emigrare in Germania dall’Anatolia.

– "The Wolf of Wall Street”, in cui Leonardo Di Caprio, nei panni di Jordan Belfort, uno dei broker di maggior successo nella storia del cuore della finanza con sede oltreoceano ma di rilevanza mondiale. Ambientata nel 1987, la pellicola è incentrata sulla storia di Jordan Belfort, che inizia la sua carriera come apprendista broker a Wall Street, sotto la guida dell’eccentrico Mark Hannah. È quest’ultimo che lo introduce a uno stile di vita esagerato basato sul sesso e sull’assunzione di droghe di ogni tipo per aiutare la mente a raggiungere importanti risultati. Jordan impara anche a compiere azioni disoneste che gli consentono di guadagnare molti soldi, e ben presto ottiene la licenza di broker. Il giorno stesso della sua assunzione, però, si verifica il cosiddetto lunedì nero, e la borsa crolla, causando il suo immediato licenziamento. La vita del protagonista, quindi, proseguirà con molti colpi di scena che rendono la trama avvincente e coinvolgente.

– “The Amazing Spider-Man 2 – Il potere di Electro”. Ormai a suo agio nei panni di supereroe part-time Peter Parker si trova in un empasse con Gwen. Nonostante i tentativi non riesce a stare lontano dalla ragazza di cui è innamorato (e ricambiato) come il padre gli aveva chiesto alla fine del film precedente, e il terrore di vederla partire verso un altro paese per motivi di studio non fa che peggiorare la situazione. Intanto il suo vecchio amico Harry Osborne torna in città per vedere il padre morire e prendere il suo posto a capo della società di famiglia e non solo. Tra i tre ragazzi si inserisce Max Dillon, anonimo impiegato della Oscorp che un incidente dota del potere di controllare l’elettricità e una vita remissiva della devianza mentale giusta per mettere tali capacità al servizio degli scopi peggiori.

– “Giovanni XXIII – Una finestra sul mondo”. Nella speciale occasione della canonizzazione di Papa Giovanni XXIII del 27 aprile, Tiziano Manzini, attore, regista e direttore artistico di Pandemonium Teatro, presenterà al pubblico lo spettacolo nato qualche anno fa dal forte interesse dell’attore verso la figura di quello che tutti conosciamo come "Il Papa Buono". Lo spettacolo è stato ideato nel 2008, a cinquant’anni dall’elezione del cardinale Angelo Roncalli a Papa Giovanni XXIII. È stato rappresentato in decine di piazze e teatri, riscuotendo ovunque grande successo da parte di pubblico e critica. E anche questa volta, l’interesse verso il Papa buono, vuole essere condiviso con la comunità dando vita a un’occasione pubblica di ricordo e commozione.

Paolo Ghisleni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.