BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’ultimo colpo di testa di Livaja: sostituito, s’infuria coi suoi tifosi

Tornato titolare dopo essere finito fuori rosa per i noti fatti di Udine, il croato si è reso protagonista di un clamoroso battibecco con i tifosi bergamaschi che, dopo la sostituzione, lo hanno fischiato. La sua avventura a Bergamo sempre più in salita.

Più informazioni su

Doveva essere la partita del suo rilancio, quella della sua rinascita. Invece, Atalanta-Hellas Verona è stata la gara della definitiva rottura tra Marko Livaja e i tifosi bergamaschi che, di fronte alla sua ennesima scenata al momento del cambio (al 9′ del secondo tempo), lo hanno iniziatio a fischiare. Il croato, caratterino focoso e difficile da domare (chiedere a Radovanovic, all’assistente di Colantuono o a Colantuono stesso), l’ha presa malissimo e, una volta uscito dal campo, prima ha invitato la tribuna centrale a starsene zitta, portandosi il dito alla bocca, e poi, non contento, si è messo a litigare platealmente con un gruppo di tifosi che di essere zittiti dal 20enne croato proprio non ne ha voluto sapere. Così, sono dovuti interventire da una parte gli steward e dall’altra i compagni di squadra di Livaja per placare un battibecco che, senza la recinzione che divide il campo dagli spalti, poteva tranquillamente diventare un incontro di boxe, tanto gli animi erano infuocati, con Donati che, trovando il gol dell’1-0, ha buttato la classica benzina sul fuoco in un clima che si è fatto via via sempre più arriventato.

Livaja, che in passato è finito fuori rosa già tre volte (la prima per una lite con un assistente di Colantuono, la seconda per un pugno rifilato in allenamento a Radovanovic, la terza a febbraio per essersi rifiutato di effettuare gli esercizi di riscaldamento durante Udinese-Atalanta), vede così diventare ancora più in salita la sua avventura a Bergamo, che la prossima estate potrebbe volgere al termine. E pensare che tutto era iniziato nella maniera migliore nel febbraio di un anno fa, con una splendida doppietta alla Roma…

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da uno qualunque

    Livaja non è un fenomeno,ma sarebbe un ottimo giocatore se riuscisse a mettere la testa a posto.Ieri, per esempio, non ha giocato male ma è stato comunque beccato da una parte del pubblico.La sua reazione è stata scomposta, sbagliata e tutto quanto,ma non capisco i fischi di ieri.Altri giocatori meritavano molti più fischi sia per atteggiamento che per prestazione generale.Spero comunque che il profilo fb sia falso,perchè se quel commento fosse vero dovrebbe essergli levato lo stipendio..

  2. Scritto da luc

    Livaja,con Consigli, l’unico da salvare in questa partita disastrosa. Ma oramai è un clichè dare addosso al ragazzo, non c’è nessuno che prende le sue parti. Lo lasceremo andare, come Cerci, Zaza, Bianchi ed altri poco sipatici alla compagnia di giro atalantina, e loro ci asfalteranno la prima volta che li rinncontreremo. Noi continuamo a divertirci con i Raimondi di turno.

    1. Scritto da Mabre

      Hai perfettamente ragione! Nessuno dice che sono tre partite che Bonaventura e’ un fantasma , Raimondi fa pena, Cigarini idem..ecc… Livajia purtroppo fa da capro espiatorio, vedrete altrove cosa fara’ ( mi viene in mente Cerci, a Bergamo fischiato!! ). A Bergamo vanno bene i brae scecc, anche se mediocri !

    2. Scritto da Carlo

      E bisognerebbe anche difenderlo? In un anno e mezzo ha dimostrato di essere un ragazzino viziato, neanche fosse il nuovo Messi. Mille volte meglio esaltarsi per le corse di Raimondi! Non basta essere bravi a giocare a calcio per essere difesi dalla società.

    3. Scritto da Vito

      I giocatori citati hanno dato il meglio di se una volta via da Bergamo, potere degli ingaggi più’ alti….?. Se una squadra come l’ Inter si libera di Livaja ci sarà’ un motivo, così’ come abbiamo capito dopo perché’ dal Milan arrivò’ Comandini ( anno 2001 , per la “Modica” cifra di 30 miliardi del vecchio conio)

      1. Scritto da uno qualunque

        Comandini non costò 30 mld veri… Lui e Saudati (altro immenso flop) fecero più o meno parte dell’operazione che portò Donati al Milan per una cifra assurda. In quegli anni erano molto di moda questo genere di operazioni. Altro discorso per gli altri citati. A Bianchi fu preferito il più rodato Budan (con Saudati riserva) per salire dalla B. A Zaza si scelse di non offire un contratto professionistico. Cerci ha fallito più stagioni prima di trovare il suo equilibrio…

      2. Scritto da luc

        Se Lei fa la verifica di dove sono andati ad esplodere i succitati vedrà che nessuno è esploso in grandi squadre, anzi. Ad esclusioni di pochi che oramai risalgono ai tempi di Donadoni e Scirea vedrà che la consacrazione l’hanno avuta gli “scacciati” non i sopravvalutati.

    4. Scritto da digeo

      Scusi ma lei cosa vede in livaya? Impegno? Applicazione tattica? Doti tecniche? Feeling con i compagni? Rispetto verso il pubblico? Boh forse e’ un fenomeno incompreso…

      1. Scritto da luc

        Nella partita di ieri Livaja stava giocando molto meglio di Denis. Ieri mi è sembrato si stesse impegnando parecchio. Certo che se ad ogni pallone sbagliato lo si sotterra di fischi….
        Togliere Ernan non è lesa maestà, chiunque ieri avrebbe capito che togliere Livaja avrebbe causato quello che è successo. Il calcio, come diceva Dan Petterson, è chimica, devi saperla gestire.

        1. Scritto da digeo

          Si fischia l’atteggiamento indisponente e strafottente. Lui si sente Ibrahimovic ma è nessuno. De Luca (che è un giocatore normale mica un fenomeno) nelle ultime 3 partite ci ha messo grinta, voglia e determinazione, al di la degli errori sotto porta. Denis in tre anni ha fatto 45 gol, un paragone con livaya non deve neppure porsi

  3. Scritto da scioscio'

    per me potra’ anche diventare un grande campione un domani se riuscira’ a metter a posto la testa (ma ne dubito fortemente). Qui ha Bergamo ha solo saputo farsi voler male ed avere atteggiamenti strafottenti a dir poco quindi meglio cambi aria quanto prima. Io sinceramente sono sorpreso che il Cola lo convochi e lo faccia giocare ancora dopo tutte quelle che ha combinato, ma li forse ci sono doveri contrattuali dei quali non siamo a conoscenza…

    1. Scritto da Vito

      Concordo, nel mondo del calcio certe scelte inspiegabili di allenatori e dirigenti sono motivate da regole che accantonano l’intelligenza : lo sponsor ha detto che deve giocare almeno x volte, i giocatori da vendere devono essere esibiti agli osservatori in tribuna, per parlare solo di aspetti di cui si può’ parlare….

  4. Scritto da emilio

    kesto l’hè nizù mandal fò di ball chi si pensa di essere toccargli il portafoglio forse mette a posto la testa