BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dea-Verona, Colantuono: “Occhio a Toni e Iturbe, ma abbiamo ancora fame”

Per la sfida di oggi alle 15 contro la squadra dell'ex Mandorlini, il tecnico nerazzurro carica i suoi: "Per il sogno europeo saranno fondamentali le prossime due partite, da non sbagliare. Contro i veronesi torna Carmona, mentre sarà out Stendardo e Moralez in panchina"

Più informazioni su

Due grosse insidie e un sogno ancora più grande. Alla vigilia dell’attesa sfida con il Verona (con l’appello ai tifosi di Pierpaolo Marino: guada il video qui) in programma sabato alle 15, Stefano Colantuono non nasconde le sue preoccupazioni sui talenti della squadra di Mandorlini -Toni e Iturbe su tutti- ma allo stesso tempo ricorda che il grande obiettivo europeo non è ancora svanito: “Potrebbe essere una partita decisiva per un certo discorso, ma noi siamo legati anche al risultato di altre squadre -spiega il tecnico nerazzurro-. In ogni caso sarà una partita interessante, tra due squadre che stanno lottando per qualcosa di diverso da quello pronosticato a inizio campionato”.

Quel qualcosa chiamato Europa che Colantuono non nomina mai, e che la squadra nerazzurra si giocherà nelle prossime due sfide: Se vogliam continuare a sognare dobbiamo fare sei punti contro Verona e Genoa, ma non dimentichiamoci che avremo di fronte due avversarie molto ostiche. Ma noi siamo strani, spesso nei momenti difficili sappiamo tirar fuori il meglio”.

Una grinta da mettere in campo soprattutto contro la temibile squadra dell’ex Mandorlini: “Hanno le nostre caratteristiche simili alle nostre, visto che come noi hanno fatto molti punti in casa. Sono una squadra temibile. Hanno un Toni ancora in grandissimo spolvero nonostate l’età, imprendibile nel gioco aereo. Hanno Iturbe che è una delle rivelazioni di questo campionato. E poi una rosa valida, con elementi come Romolo e Alfredsson. Del resto, 46 punti non si fanno a caso”.

Qualche problemino di formazione per Colantuono: “Stendardo non ci sarà e Lucchini è più no che sì. Da valutare Baselli, che comunque dovrebbe farcela a scendere in campo. Moralez è recuperato, ma è tanto che è fuori e quindi non sarà al top della condizione per partire dall’inizio. Carmona ha recuperato. Per il resto ci saranno tutti”.

Infine un augurio pasquale: “Per Pasqua spero in una vittoria sul campo, e tanta serenità per tutte le nostre famiglie”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.