BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Villa d’Almé, il centrodestra schiera quattro liste per Donghi

Lega Nord, Forza Italia, "Alternativa Civica" e "Centro per Villa" per sostenere la candidatura di Paolo Donghi alle prossime elezioni di Villa d'Almé. Un attacco a quattro punte per sfidare per sfidare l'attuale sindaco Giuseppina Pigolotti e centrare “un cambiamento che oramai è assolutamente necessario".

Lega Nord, Forza Italia, "Alternativa Civica" e "Centro per Villa" per sostenere la candidatura di Paolo Donghi alle prossime elezioni di Villa d’Almé. Un attacco a quattro punte per sfidare per sfidare l’attuale sindaco Giuseppina Pigolotti e centrare “un cambiamento che oramai è assolutamente necessario. Anni e anni di decisioni sbagliate e poco lungimiranti da parte della maggioranza di centrosinistra della lista "Con la Gente",  hanno portato il paese a livelli di invivibilità e di malcontento non più sostenibili – si lege nella presentazione della candidatura -. Territorio sacrificato al cemento, attività commerciali oramai al minimo, frazioni e quartieri periferici dimenticati, tasse locali sempre in aumento, organizzazioni di elemosinanti e venditori in "nero" lasciati liberi di fare i loro comodi, Unione dei Comuni con Almè che ha creato più disagi che benefici ai cittadini. Ma soprattutto una scuola media nuova promessa da 15 anni e mai iniziata a causa di incapacità e soprattutto testardaggine nel proseguire su scelte che secondo noi porteranno il nostro comune ad avere il bilancio a rischio per i prossimi 20 anni. L’errore più clamoroso è stato quello aver firmato contratti con banca e impresa edile senza avere in cassa la rata iniziale di 2 milioni e duecentomila euro derivante dalla vendita dell’ edificio delle vecchie scuole medie. Bando di vendita che è andato deserto per ben due volte come facilmente prevedibile a causa della crisi immobiliare. Il risultato: Banca e impresa aspettano di partire i lavori ma i soldi non ci sono!. Con tanto di penali che minacciano di gravare sulle casse comunali e di conseguenza sui cittadini…La cosa peggiore di tutto questo è che a forza di sbattere la testa su questa impresa, la maggioranza attuale non si sta più accorgendo che Villa ha molti altri problemi, dalla viabilità, al ponte della frazione Campana chiuso a causa di un cedimento strutturale, a un centro paese sempre più caotico, a un mercato sempre più deserto a causa della sua assurda posizione in salita e che occupa parcheggi necessari al mercato stesso, alla zona delle Ghiaie lungo il Brembo che andrebbe finalmente rivitalizzata e recuperata, alla mancanza di incentivi per le ristrutturazioni di edifici privati vecchi e in rovina”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mario

    Villa D’Almè cementificata alla grande negli ultimi 20 anni, Basta