BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tutti dopati come cavalli Operazione della Finanza: denunciato un bergamasco

C'è anche un bergamasco tra i denunciati dell'operazione Sport Pulito, condotta negli ultimi mesi dai finanzieri e finalizzata alla prevenzione e repressione dei traffici illeciti di sostanze dopanti a uso sportivo.

C’è anche un bergamasco tra i denunciati dell’operazione Sport Pulito, condotta negli ultimi mesi dai finanzieri e finalizzata alla prevenzione e repressione dei traffici illeciti di sostanze dopanti a uso sportivo.

I controlli, iniziati nello scorso mese di novembre unitamente ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane di Malpensa, sono stati incentrati sulle spedizioni postali provenienti dai Paesi dell’Est Europa. 

E tra le sostanze sequestrate e destinate ai bodybuilder dalla guardia di finanza del Gruppo di Malpensa vi sono infatti anche centinaia di fiale di boldenone, uno steroide anabolizzante sviluppato in ambito veterinario e destinato agli equini ma recentemente tornato di moda anche tra i culturisti, così come l’assunzione di farmaci antitumorali.

Erano quotidiani poi gli arrivi dall’est Europa di decine di spedizioni contenenti svariati assortimenti di steroidi anabolizzanti, tra cui, spesso, il famigerato Nandrolone, inserito dal2010 nella tabella delle sostanze stupefacenti. 

I primi a cadere nella rete dei controlli sono stati due giovani culturisti modenesi, che avevano acquistato le sostanze tramite internet in vista della preparazione di alcune competizioni di livello nazionale.

Successivamente è stato denunciato un bodybuilder di Sondrio, che assumeva le sostanze anche per risultare più credibile nell’esercitare il lavoro occasionale di addetto alla sicurezza nei locali notturni.

A seguire è stato arrestato D.Z., campione del mondo di bodybuilding amatoriale nel 2010, che gestiva una vera e propria rete di commercio illegale di steroidi, rifornendo decine di aspiranti Mr. Muscolo in tutta Italia.

Nelle settimane successive sono stati denunciati due personal trainer operanti a Roma, uno dei quali titolare di palestra, due bodybuilder (residenti nelle province di Modena e Bergamo), un istruttore di sci bolzanino e un titolare di palestra piacentino. 

Infine, a Firenze, è stato arrestato A.V., noto nel mondo del bodybuilding per le sue recenti partecipazioni allaArnold Classic, una delle più rilevanti competizioni a livello mondiale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da attilio

    l’unica soluzione del problema, almeno per quanto riguarda la collettività sarebbe revocare l’assistenza sanitaria di stato a chi fa uso di sostanze stupefacenti e dopanti

  2. Scritto da leopoldo

    tanto prenderanno sempre qualcosa di illecito ma il brutto arriverà più tardi quando o gli effetti collaterali devastanti si faranno sentire AUGURI