BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Polemica a Bolgare sul giornale comunale: “In ritardo e di parte”

Il notiziario locale è stato distribuito "nonostante la circolare della Prefettura che ricordava il divieto per le amministrazioni pubbliche di distribuzione di materiale informativo a partire dal 26 marzo 2014", senza la consueta pagina dedicata ai gruppi di minoranza, che si sono subito fatti sentire: "Sindaco, così non si può fare".

A Bolgare il giornale d’informazione comunale è stato distribuito "nonostante la circolare della Prefettura che ricordava il divieto per le amministrazioni pubbliche di distribuzione di materiale informativo a partire dal 26 marzo 2014", senza la consueta pagina dedicata ai gruppi di minoranza. Gruppi di minoranza che si sono subito fatti sentire con questa lettera inviata a BgNews e rivolta al primo cittadino Luca Serughetti: "Vogliamo ricordarti che la campagna elettorale si paga con i soldi propri".

Ecco la lettera integrale.

 

In questi giorni è in distribuzione il giornalino “Bolgare Informa” e, come avrete notato, senza la consueta (seppur risicata) pagina dedicata ai gruppi di minoranza. Nonostante la circolare della Prefettura (25-2014) che ricorda il divieto per le amministrazioni pubbliche di distribuzione di materiale informativo a partire dal 26 marzo 2014, il sindaco Serughetti ha deciso di andare avanti per la sua strada…del Prefetto e delle regole a Bolgare si può fare a meno. Questo è proprio il tipico caso in cui si nota chi ha stile e chi no!

Caro sindaco, pur essendo informato della circolare della Prefettura hai voluto distribuire il giornalino che racconta quello che di buono hai realizzato in questi cinque anni. Ci pare una cosa buona e giusta voler far sapere ai cittadini (e a breve elettori) di Bolgare cosa sei riuscito a realizzare delle tante promesse elettorali fatte. Ci pare però doveroso ricordarti che la campagna elettorale si paga. Scusa, vogliamo essere più precisi, si paga con i soldi propri e non con i soldi di tutti. I soldi di tutti servono per costruire opere pubbliche, per fare cultura, per i servizi sociali, per far funzionare la scuola… Forse era meglio utilizzare i soldi spesi per questo giornalino (qualche migliaia di euro) per completare alcune delle opere che tu avevi promesso e ora proclami di aver realizzato, ma che nella realtà sono solo lavori in corso (anzi lavori in corsa…iniziati di corsa prima delle elezioni). Noi abbiamo perso le elezioni di cinque anni fa e non parteciperemo alle prossime, ma restiamo a testa alta. Abbiamo dimostrato di fare opposizione e abbiamo pagato ogni nostra singola iniziativa con i nostri soldi. Questione di stile…

Gruppi consiliari di minoranza – Progetto per Bolgare, Bolgare civica, PDL

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Anonimo

    Ma se non conosci chi c’è in lista perché parli a sproposito?

  2. Scritto da Mario

    Non è assolutamente vero che non parteciperete alle prossime elezioni, certamente non con il nome di Progetto per Bolgare ma, con una lista civica….e alcuni componenti che risiedono nei banchi della minoranza sono presenti nella lista alle prossime Elezioni. Gente non sciaquatevi sempre la bocca….Il candidato Sindaco è un componente del PDL

  3. Scritto da pensatori => PENSATE

    Il fatto che sul giornalino il sindaco pubblicizzi il suo operato, potrà essere sanzionabile… ma sicuramente dimostra di AVER OPERATO e di AVER FATTO!!! ci sono amministrazioni di PD e PDL che sicuramente non pubblicizzeranno il loro OPERATO… in quanto non HANNO FATTO NULLA!!!! solo per questo RIVOTO LUCA SERUGHETTI!!!!!!

    1. Scritto da Gianni

      Ognuno voterà chi crede…certo che un Sindaco che fa pagare a tutti i cittadini (invece che pagarselo lui) un giornalino che racconta quello che ha fatto….non mi da grande fiducia…
      Poi si deve anche distinguere tra aver realizzato e aver iniziato a realizzare ad un mese dalle elezioni….

    2. Scritto da bolgarese

      Nn perché è stato scritto vuol dire che sia stato fatto. ….il giornalino è pieno di cose nn vere!!!!

  4. Scritto da lotty

    L’ha fatto anche il sindaco galbusera a Osio Sotto, 4 paginoni piene di imprecisioni per non chiamarle bugie!

  5. Scritto da roberta

    veramente la legge dice tutt’altro… e cioè che l’informativa istituzionale va fatta in maniera impersonale. e dal 10 aprile, non dal 26 marzo, checchè ne pensi la prefettura

    1. Scritto da Bolgarese

      Veramente la circolare del 09 /04 serve a ricordare agli amministratori che dal 26/03 non si può più utilizzare la propria posizione per pubblicizzare il proprio operato, facendo campagna elettorale pagata da tutti i cittadini
      La legge è da anni che esiste , l’amministrazione di bolgare poteva pensarci per tempo e consegnare il giornalino alcune settimane prima.
      Il prefetto informato dell’accaduto deciderà cosa fare

    2. Scritto da giovanna

      Va bene lasciamo perdere la forma, parliamo della sostanza, cosa ci dice?
      Si vede che vivete in padania…..

  6. Scritto da bolgarese

    Fare il brillante con i soldi degli altri è il massimo dello stile…..da padroni a ladroni a casa nostra

  7. Scritto da Gianni

    Complimenti…veramente degli amministratori oculati…spendono con parsimonia i soldi…i loro! Quelli dei cittadini invece…