BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Pasqua, sale il prezzo della benzina: i consigli Adiconsum per risparmiare

In vista delle imminenti festività pasquali Adiconsum denuncia “un inspiegabile aumento dei prezzi dei carburanti”: sul proprio sito l'associazione dei consumatori dispensa consigli per riuscire a risparmiare.

Più informazioni su

Le principali compagnie petrolifere, a pochi giorni dalle festività pasquali, rivedono al rialzo i prezzi dei carburanti: una tendenza inaugurata dal ritocco di Eni, +1,5 centesimi al litro sulla benzina e 0,5 centesimi sul diesel, al quale hanno poi fatto seguito tutte le altre.

Il rialzo dei prezzi raccomandati, come rivela Quotidiano Energia, riguardano Esso (+0,5 centesimi al litro sia sulla benzina che sul diesel), IP (+1 centesimo sulla benzina e 0,5 sul diesel), Tamoil e Q8 (+1 centesimo solo sulla benzina): attualmente la benzina è “servita” a una media nazionale di 1,815 mentre il diesel è a 1,717 euro al litro ma con punte rispettivamente di 1,856 e di 1,759. Gpl in media sugli 0,747 euro al litro, con punte fino a 0,762.

“Sono partiti con la consueta sollecitudine – denuncia Adiconsum – all’approssimarsi delle festività pasquali gli aumenti della benzina. Purtroppo il rialzo dei prezzi dei carburanti in occasioni delle feste e degli esodi rimane un mistero tutto italiano”.

Per contrastare i rialzi del carburante, l’associazione a difesa dei consumatori dispensa sul proprio sito consigli utili per consumare meno e risparmiare nonostante i prezzi in risalita: “Ai consumatori che approfittano di questi giorni di festa per mettersi in viaggio ricordiamo che due sono i modi per risparmiare: prima alla pompa e poi alla guida”.

Alla pompa i consigli sono di prediligere la modalità self-service, che costa meno rispetto al “servito”; collegarsi al sito prezzibenzina.it oppure scaricare sul proprio smartphone la app omonima che permette di conoscere il prezzo della pompa nei vari distributori dislocati in Italia e in quelli vicini a dove ci si trova; approfittare dei prezzi alla pompa applicati dalle insegne “no logo” e quelli applicati dai distributori delle Catene della Grande Distribuzione Organizzata, che di solito sono più convenienti rispetto alle compagnie petrolifere tradizionali; calcolare la convenienza se fare o meno il pieno, ovvero se i prezzi sono conveniente la scelta migliore è senz’altro quella di fare il pieno e ancora più se il distributore è lontano da dove ci si trova ma magari si sa che applica prezzi più bassi.

Non meno importanti sono considerati i consigli alla guida: evitare frenate o accelerazioni brusche, mantenendo una velocità costante; evitare l’uso dell’auto per tragitti brevi; utilizzare le marce alte; non scaldare il motore a veicolo fermo; spegnere il motore in caso di fermate superiori a 2 minuti; controllare la pressione delle gomme; usare correttamente l’aria condizionata (fai controllare periodicamente l’impianto, non azionare subito l’aria condizionata, non mettere la temperatura troppo bassa, spegnere il condizionatore un po’ prima di scendere dalla macchina).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.