BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Una bergamasca in Europa? Stancheris candidata nella lista Pd in Sicilia

Da Bergamo a Bruxelles per approdare poi in Sicilia e infine, forse, ancora a Bruxelles. Continua il viaggio politico di Michela Stancheris, bergamasca, candidata cinque anni fa nella lista Bruni alle Amministrative e ora pronta a volare in Europa partendo dalla Sicilia, dove è assessore regionale al Turismo. E' subentrata alla collega Nelli Scilabra nella lista del Partito democratico per la circoscrizione Sicilia-Sardegna.

Da Bergamo a Bruxelles per approdare poi in Sicilia e infine, forse, ancora a Bruxelles. Continua il viaggio politico di Michela Stancheris, bergamasca, candidata cinque anni fa nella lista Bruni alle Amministrative e ora pronta a volare in Europa partendo dalla Sicilia, dove è assessore regionale al Turismo. E’ subentrata alla collega Nelli Scilabra nella lista del Partito democratico per la circoscrizione Sicilia-Sardegna. Conosce i corridoi del parlamento europeo come le sue tasche: ha lavorato per otto anni a Bruxelles prima a fianco di Pia Locatelli, poi di Rosario Crocetta, in commissione Industria e seguendo i temi dell’immigrazione, dell’antimafia e isole minori.  

«Ho un grande entusiasmo – dice Stancheris al Corriere del Mezzogiorno – sono già alla ricerca di un camper da affittare con il quale girare la Sicilia, con la musica e con tanti giovani». A chi l’accusa di essere una polentona bergamasca che vota a Bergamo replica secca: «Sono residente da tempo a Palermo, ho pure ritirato da poco la mia scheda elettorale. Vuole vederla? Quindi potrò votare per me stessa a Palermo, non voto a Bergamo…». Parlando della lista del Pd nella circoscrizione Sicilia-Sardegna, che ha subito vari cambiamenti dal giorno della presentazione in direzione nazionale, Michela Stancheris spiega: «E’ vero, questa lista non è nata unita, però secondo me queste diversità messe insieme costituiscono una ricchezza. Io sono per il dialogo e chi ni conosco lo sa bene».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da andrea

    Di che stupirsi? Il malcostume, cosi diffuso a dx, fa ora proseliti a sx. Aspettiamo che i grillini diventino grandi e anche li avremo sorprese. Non temete, l’italica progenia, non si smentisce mai.

  2. Scritto da lessie

    Sono veramente disgustato. E c’è anche chi scrive “vai michela” senza però spiegare dove…

    1. Scritto da Claudio

      O preferite Cecchi Paone? Io – che ho avuto la fortuna di conoscerla da ragazzina – sono orgoglioso che una ragazza per bene, di una famiglia NORMALE di Bergamo, abbia trovato riconosciuti i suoi meriti e le sue competenze, e mi spiace che a Bergamo trovi solo astio.

    2. Scritto da Claudio

      Sono io che ho scritto “vai michela”: è una donna che ha studiato, lavorato e che è dove è per meriti, non per altro. Io non capisco i bergamaschi che commentano della Stancheris, invidiosi perché è rispettata via da qui? Ma perché invece di commentare lei, che non conoscete, non commentate le decine di altri candidati (e parlamentari) inutili di cui non si sa niente e che non si vedono mai se non in queste occasioni, ad esempio la Gardini?

  3. Scritto da gio

    E’ la stessa che qualche tempo fa voleva candidarsi a sindaco di Bergamo, ponendo come priorità un polo dei divertimenti…..finchè ci sarà gente così purtroppo non se ne esce!!! Goditela in Sicilia finchè puoi

  4. Scritto da mario

    Scusate ma vi rendete conto?!?! Se l’articolo è vero fa piangere, se è uno scherzo ditelo. Reinterpreto quanto leggo: Questa ha fatto la segretaria di europarlamentar, l’ultimo dei quali (crocetta) l’ha portata in Sicilia quando è diventato governatore, facendola assessore….e adesso si candida in Europa facendosi votare in sicilia.

  5. Scritto da Yanez

    Un bel biglietto da visita, conoscere e frequentare da otto anni i corridoi del parlamento europeo come le proprie tasche…. Pare che l’europarlamento sia tra i carrozzoni più disumani e vergognosi di spreco e sfarzo, a fronte di una produttività legislativa futile, inetta, quando non dannosa… Vai Michela che sei sulla strada giusta! Avanti M5S!

  6. Scritto da Claudio

    Dai Michela! Tifo per te