BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

I cavalieri dimezzati: onorificenze del Quirinale in attesa di consegna

Sulla carta sarebbero pronte da tempo, ma manca la consegna ufficiale con la cerimonia in Prefettura: sono le onorificenze del Presidente della Repubblica ad alcuni illustri bergamaschi che da mesi e mesi giacciono in un cassetto.

Sono Cavalieri a tutti gli effetti. Lo ha deciso il Quirinale. Ma Italo Calvino non avrebbe mezzi termini per definirli “dimezzati”.

Sono gli illustri bergamaschi che il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica o di Commendatore da sei mesi a quasi un anno fa.

Gli interessati lo sanno, una comunicazione con carta intestata è giunta alle loro abitazioni.

Sarebbe dovuta seguire una cerimonia in Prefettura. Ma per una serie di eventi quell’appuntamento non c’è più stato.

Prima il Prefetto Camillo Andreana alle prese con il doppio incarico con Bergamo e Milano, quindi la pensione e così l’occasione della Festa della Repubblica dello scorso anno fu rimandata a dicembre in attesa che arrivasse il nuovo rappresentante del Governo nella sede di Via Tasso.

Poi la nomina del nuovo prefetto, Francesca Ferrandino, è arrivata: il 21 novembre scorso. Le incombenze da svolgere erano molte, e la cerimonia della consegna delle onorificenze è stata via via rimandata a data da destinarsi.

E la data non c’è nemmeno ora.

Quante sono le onorificenze bergamasche? A chi vanno?

Bocche cucite dalla Prefettura che si è riservata di emettere una nota per annunciare la data della cerimonia e l’elenco degli insigniti quando peraltro stanno per arrvare le nuove nomine. “Per la privacy non comunicano nemmeno a me chi sono gli insigniti” ammette Marcello Maranno, vice presidente nazionale e presidente provinciale dell’Unci (Unione Nazionale Cavalieri d’Italia). Insomma non resta che aspettare, per ora sono illustri cavalieri dimezzati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da G.Mazz.

    Aboliamole tutte queste onorificenze per effetto della spending review, che risparmiamo tempo e soldi, che possono essere spesi per le fasce povere della popolazione.
    G.Mazz.

    1. Scritto da lotty

      Sono d’accordo, onorificenza inutile con cui vengono insignite persone non sempre meritevoli.

      1. Scritto da Piero

        Spesso sono dei padroni che spremono i dipendenti, e li premiano per i risultati ottenuti dall’azienda.

  2. Scritto da dubbioso.

    per la cronaca, Marcello Annoni, è Presidente Nazionale dell’UNCI da qualche mese.