BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Redditi dei parlamentari Crolla Berlusconi, Bombassei tra i paperoni

Crolla il reddito del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, passato dai 35,4 milioni del 2011 ai 4,5 della dichiarazione 2013. Rimane comunque il più ricco del Parlamento, anche se ormai l'ex presidente del Consiglio è decaduto dalla carica di senatore. Il ministro bergamasco Maurizio Martina, titolare dell'Agricoltura, 102.383 euro.

Più informazioni su

Crolla il reddito del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, passato dai 35,4 milioni del 2011 ai 4,5 della dichiarazione 2013. Rimane comunque il più ricco del Parlamento, anche se ormai l’ex presidente del Consiglio è decaduto dalla carica di senatore. Il presidente del Senato, Pietro Grasso, nel 2012 ha percepito redditi imponibili per 176.499 euro mentre la pesidente della Camera, Laura Boldrini, ha percepito compensi netti pari a 94.304 euro. Reddito imponibile ai minimi per la presidente della Camera, Laura Boldrini. Nella dichiarazione dei redditi 2013 Boldrini ha dichiarato un imponibile di 6.314 euro. Ma in una dichiarazione allegata alla documentazione fornita alla Camera, la presidente dell’assemblea di Montecitorio spiega di aver ricevuto altri 94.304,63 euro dall’Onu in qualità di funzionario dell’Unhcr, l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, somma con ritenuta alla fonte non soggetta a imposizione fiscale.

TRa i bergamaschi, il ministro Maurizio Martina, oggi titolare dell’Agricoltura, dichiara 102.383 euro. Molto più di lui il deputato di Scelta Civica, il patron della Brembo Alberto Bombassei: imponibile a quota 845.813 euro, tra i Paperoni di Montecitorio. Bombassei, che è anche membro del cda di diverse società, da Ntv a Fiat Industrial a Pirelli, denuncia un solo fabbricato di proprietà, a Bergamo, e ben 8 auto di cui 7 storiche. Bombassei ha una passione per le Mg e le Jaguar, marchio che possiede anche in un rarissimo esemplare del 1937. Nel garage anche una Mercedes sl del 1955. Il deputato montiano possiede anche uno yacht, il Navetta 33, con due motori da 1360 Hp. Per la campagna elettorale di Scelta Civica ha speso circa 22 mila euro. 

Nel Nuovo centrodestra, il ministro dell’Interno e leader della formazione politica, Angelino Alfano, ha dichiarato redditi imponibili per 105.186 euro; il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, ha invece dichiarato 282.499 euro, mentre il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, anche lei di Nuovo centrodestra, ha dichiarato 98.471 euro. Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha dichiarato 110.603 euro nella casella redditi imponibili. Negli stessi registri, in quanto ministro del governo Letta, risulta anche il reddito 2012 dell’attuale sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, pari a 97.492 euro. Presente, infine, anche il reddito imponibile 2012 del ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, pari a 81.871 euro. Quanto ai capigruppo, è Lorenzo Dellai il più ricco della Camera, mentre Giuseppe Brescia è il più povero: il presidente dei deputati dei popolari per l’Italia ha un reddito imponibile di 193.299 euro, lo segue Andrea Romano, capogruppo di scelta civica, con 186.095, Giancarlo Giorgetti della Lega con 133.907 euro, Pino Pisicchio, presidente del gruppo misto, con 129.758, Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia con 106.944 euro, Nunzia De Girolamo di Ncd con 98.471 euro, Roberto Speranza con 35.895 euro, Gennaro Migliore di Sel con 20.124 Euro. Il più povero di tutti, nullatenente, è Giuseppe Brescia capogruppo grillino che nel 2013 non ha presentato la denuncia dei redditi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Trop

    CHE schifo abbiamo famiglie che devono vivere con 1,200 euro mensili e INVALIDI che percepiscono 260 euro MENSILI
    MA LOR SIGNORI RIUSCIRANNO AD ARRIVARE A FINE MESE?
    POERA ITALIA

  2. Scritto da mark

    I politici che si sonom macchiati di reati, e hanno mandato a sfascio Il Paese devono restituire TUTTO

    1. Scritto da Damiano

      Sono perfettamente d’accordo!

  3. Scritto da La verità fa male

    La verità fa proprio male, quando la leggi. La presidentessa della Camera, che predica da mattina a sera la solidarietà (altrui), percepisce dall’ONU la bellezza di € 94.304,00 lorde annuali (pari a € 7.858,00 mensili) assogettati alla tassazione separata alla fonte, che per redditi elevati in molti casi è più favorevole della tassazione ordinaria dei comuni cittadini. Vediamo se i commentatori sempre pronti a gridare allo scandalo quando il compenso è “di destra” dicono qualcosa

    1. Scritto da kurt Erdam

      Mi sa che il trota e la minetti prendevano di più ma c’è chi invece di considerarlo si fa i gargarismi con l’acqua del Po.Comunque io sono dell’opinione che ci vorrebbe un limite etico sia per il privato che il pubblico ma che per chi si impegna e si assume responsabilità ci voglia un riconoscimento economico adeguato e intelligente,altrimenti se guadagna di più un pizzaiolo a governarci troviamo solo i più cretini e/o i più disonesti.o quelli ricchi(coi soldi nostri)come berluska e grillo

    2. Scritto da andrea

      Il punto è un altro: l’ONU paga 94.000 euro ad un Alto Commissario; una cifra certamente alta, ma ancora ragionevole ed in linea con la retribuzione di un alto dirigente di una grande azienda. A quanto ammonta l’indennità da Presidente della Camera dei Deputati? Lo sapremo nel 2015 e faremo un confronto tra le retribuzioni ONU e le retribuzioni dele alte cariche istituzionali italiane. Sono certo che ci aspetta una bella sorpresa…

  4. Scritto da follia

    94.304,63 euro dall’Onu in qualità di funzionario dell’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati????
    MA SIAMO PAZZI?? Diamoli ai rifugiati quei soldi e non saranno più tali!

    1. Scritto da Piero

      Ma infatti è anche per quello che io sbottavo, al di là della tassazione alla fonte (che cavallerescamente e tutti riconoscono legittima, alla leale paladina dei rifugiati Boldrini). Per funzioni umanitarie, per “gestire” situazioni disperate e da disperati, lei intasca 94.304,63 euro????’ E’ uno scandalo!

      1. Scritto da Fulvio

        Il dirigente medio della tua piccola -media azienda quanto pensi che guadagni ?

        1. Scritto da Piero

          Ma si può fare commenti più inutili di così? Il privato si fa e si faccia gli affari suoi, guadagnando quel che riesce (tassato)… Ma questa è a capo di missioni umanitarie per i “moribondi” del mondo… come fa ad intascare queste cifre senza arrossire né fare una smorfia, anzi, facendo la morale agli altri?

          1. Scritto da Bah !?

            Perchè secondo te gli altri dirigenti dell’onu di tutto il mondo quanto prendono ? 25.000 euro all’anno ?

          2. Scritto da kurt Erdam

            I soldi che guadagna “il privato” vengono fuori anche loro dalle nostre tasche.Si chiama “utile” ed è compreso nella composizione dei”costi” che fanno parte del “prezzo”che noi paghiamo.Io sono per la definizione di retribuzioni “intelligenti” che riguardi sia il pubblico che il privato.Intelligenti vuol dire che deve esistere la”meritocrazia” e chi si impegna ed assume responsabilità deve essere pagato giustamente.Altrimenti a governare ci ritroviamo i più cretini e/o i più disonesti.

  5. Scritto da mario59

    Come si fa a pretendere che i cittadini siano onesti e corretti quando i politici usano per primi i balzelli da loro inventati per non pagare le tasse.
    Dopo aver letto l’articolo penso che il presidente della camera Laura Boldrini, ne sia l’esempio purtroppo.

    1. Scritto da stefy

      invece, l’on Giuseppe Brescia, con che mangia considerato che non ha neppure presentato alcuna dichiarazione?

      1. Scritto da mario59

        Si capisce che anche lui sa di poterlo fare…tanto tra i cittadini tartassati c’è chi paga anche per lui…e mi rferisco a chi le paga davvero le tasse, non a quelli che tramite il commercialista sfuggono al fisco dichiarano un reddito inferiore a un loro dipendente e piangono miseria mentre cambiano l’auto da 80.000 euro tutti gli anni.

        1. Scritto da stefy

          ok

  6. Scritto da andy baumwolle

    ma perché non istituiscono uno stipendio di compensazione?
    per esempio chi guadagna come Bombassei €
    Chi invece ha redditi bassi una retribuzione equa che gli permetta di fare politica…
    Equità forse è una parola a cui in questo caso nessuno ha mai pensato

  7. Scritto da Piero

    Bella anche la possibilità di ricevere compensi esentasse: l’ho sempre detto che i primi a non pagare tutte le tasse (opportunamente tutelati da leggi ad hoc) sono i politici e i governanti! La presidente della camera Boldrini, riceve nel 2013 94.304,63 euro dall’Onu in qualità di funzionario dell’Unhcr, l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, somma con ritenuta alla fonte NON SOGGETTA A IMPOSIZIONE FISCALE!!!!!!!!

    1. Scritto da anna

      x quanto mi risulta di sapere la somma di 94.304,63 anche se con ritenuta alla fonte andrebbe sommata agli altri redditi ed eventualmente pagare il conguaglio x la differenza di aliquota del reddito imponibile

    2. Scritto da andrea

      leggi bene la somma subisce una ritenuta alla fonte, quindi è già tassata ex ante ed inoltre tutti i dipendenti delle agenzie non governative (onu, fao, unicef, fmi ecc.) hanno regimi fiscali separati. Ciò premesso, i compensi dichiarati non sempre rappresentano il vero tenore delle entrate dei contribuenti, vuoi per chi riesce ad evadere od eludere, vuoi per chi dispone di redditi esenti o aggogettati a tassazione separata come la Boldrini, vuoi per chi dichiara addirittura perdite fiscali

      1. Scritto da poeret

        resta il fatto che la sig. Boldrini in italia non versa tasse ma usa (e come) i servizi..per di più in banca deposita 94.000€..SCHIFATO

        1. Scritto da Enzo

          Scrivi all’onu.

          1. Scritto da poeret

            non c’è da scrivere all’onu..è il sistema che no nfunziona, vuoi un esempio? Valentino Rossi..prendeva soldi dai giapponesi, era (regolarmente) residente in Inghilterra ma sono andat a dirgli qualcosa o sbaglio?

          2. Scritto da Ma Dai !

            Sei duro ! I suoi soldi non erano esentasse per accordo internazionale come quelli dei funzionari internazionali dell’onu ! Ma che cacchio di ragionamento è ? Potrai discutere se sia giusto o meno ma non che sia legale e valga per tutti i funzionari onu del mondo !

      2. Scritto da Piero

        Comunque 94 mila esentasse li vorrei avere io, occupandomi di poveri… non m’interessa di pagarci le tasse. E’ un pugno in un occhio! Anche i “capi” UNICEF di Bergamo girano con di quei macchinoni sempre fiammanti……

  8. Scritto da Sciacalli

    Evidentemente ritengono di meritarseli! Hanno un bel potere, i politicanti: decidere l’importo abnorme della loro immeritata busta paga, nonostante abbiano mandato il paese a rotoli.