BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuovo ospedale, protesta dei sindacati di base sotto la sede della Cgil

Presidio dei lavoratori del Consorzio Hydra che lavorano all’interno dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo sotto la sede della Cgil in via Garibaldi a Bergamo. “L'obbietivo? Illustrare le motivazioni che costringono i lavoratori a respingere l'accordo penalizzante sottoscritto tra il Consorzio Hydra (che ha l’appalto del facchinaggio all’interno dell’ospedale) e la FILCAMS-CGIL, accordo mai discusso né votato dai dipendenti".

Più informazioni su

Presidio dei lavoratori del Consorzio Hydra che lavorano all’interno dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo sotto la sede della Cgil in via Garibaldi a Bergamo. “L’obbietivo? Illustrare le motivazioni che costringono i lavoratori a respingere l’accordo penalizzante sottoscritto tra il Consorzio Hydra (che ha l’appalto del facchinaggio all’interno dell’ospedale) e la FILCAMS-CGIL, accordo mai discusso né votato dai dipendenti. La Cgil, dopo aver più volte boicottato ogni rivendicazione e ogni lotta dei dipendenti del Consorzio Hydra, proprio il giorno dello sciopero regionale organizzato dall’USB, ha indetto un’assemblea-farsa (erano presenti pochissimi lavoratori) e fatto approvare un accordo che propone una misera buona uscita per chi se ne vuole andare e conferma i licenziamenti se non si raggiungerà il numero degli euberi previsti dall’azienda.  Da notare che la Cgil si è inserita, senza avere nessun diritto, in una trattativa che è stata portata avanti, contro la sua volontà, da USB e Hydra, costretta al tavolo del negoziato dalle iniziative dei lavoratori organizzati da USB. Da qui la protesta contro la Cgil di lunedì. L’accordo non vale, l’obiettivo resta il rientro dei licenziamenti senza nessun cedimento sull’orario. Ne va dello stipendio dei lavoratori e dei servizi agli utenti”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.