BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il sindaco di Sarnico “Lascio dopo 40 anni e tante sfide vinte”

Franco Dometti sembra sbucato da un film di Hollywood: ogni passo è un saluto, un sorriso, una pacca sulla spalla. Mancano solo foto e autografi. Non è un attore come il concittadino Alessio Boni. E' il sindaco di Sarnico da dieci anni e da quaranta bazzica l'amministrazione tra Consiglio e Giunta. L'abbiamo incontrato durante la puntata settimanale di #BgNewsTour (leggi qui). Per la prima volta da decenni non sarà la star della campagna elettorale, solo l'attore non protagonista a sostegno della sua vice Romy Gusmini.

Franco Dometti sembra sbucato da un film di Hollywood: ogni passo è un saluto, un sorriso, una pacca sulla spalla. Mancano solo foto e autografi. Non è un attore come il concittadino Alessio Boni. E’ il sindaco di Sarnico da dieci anni e da quaranta bazzica l’amministrazione tra Consiglio e Giunta. L’abbiamo incontrato durante la puntata settimanale di #BgNewsTour (leggi qui). Per la prima volta da decenni non sarà la star della campagna elettorale, solo l’attore non protagonista a sostegno della sua vice Romy Gusmini. Lascia senza rimpianti, anzi, con la consapevolezza di avere il rispetto dei cittadini. “Per fare il sindaco – spiega durante la chiacchierata sul lungolago – si deve amare il proprio paese. Io sono fortunato: è molto facile amare Sarnico. Ho cercato di essere il sindaco di tutti, ascoltare e dialogare con chiunque me lo chiedesse. La più grande soddisfazione degli ultimi dieci anni è aver modellato un paese che ha avuto una grande espansione nel settore turistico. Abbiamo fatto i primi passi con una programmazione urbanistica precisa, non più industriale, e da lì sono partite le piccole grandi opere che fanno bella la nostra cittadina: lungolaghi, lidi, la viabilità, la sicurezza”.

Un consiglio a chi guiderà il paese dopo di lei? “Continuare su questa strada: ascoltare le associazioni, i volontari, i cittadini. Senza di loro non si va da nessuna parte. Vivere il paese con rispetto e amore, con la volontà di fare le cose per bene”.

Aria di vacanze e mare a pochi passi da Bergamo. Sempre più turisti apprezzano il lago. Non si potrebbe fare di più a livello provinciale per valorizzare questo territorio? “Sono tempi difficili per tutti, eppure grazie al sostegno delle istituzioni provinciali e regionali abbiamo realizzato opere importanti. Hanno creduto in quello che abbiamo chiesto, ad esempio l’istituto superiore turistico. E poi ancora i lidi, la navigazione sul lago che fa numeri enormi ogni anno. Non ho nessuna recriminazione da fare. Ora spetta a noi Comuni vincere la sfida dell’aggregazione per svilupparci ancor di più dal punto di vista turistico. Pensiamo a cosa abbiamo in pochi chilometri: Valcalepio, lago d’Iseo, Valcamonica, Franciacorta. Cosa ci manca?”

Lei non sarà candidato, ma sosterrà la sua vice. “Vice e figlia del mio primo sindaco, quindi figlia d’arte. Guida una bella squadra, che ha iniziato con me. Mettere la faccia su un cartellone è segno di coraggio. Tutti i candidati meritano massimo rispetto”.

Cosa farà Franco Dometti da grande? “Mi dedicherò alla mia famiglia e anche al lavoro. Io ho sempre sostenuto che un sindaco quando arriva alla fine è giusto che si faccia da parte. Sono soddisfatto perché non abbiamo mai avuto una crisi amministrativa. Anzi, ci siamo molto divertiti. Un solo segnale: abbiamo approvato il pgt all’unanimità, significa che abbiamo lavorato bene anche ascoltando le minoranze. Sono grandi soddisfazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lolly

    Grazie, sei stato il miglior Sindaco che Sarnico abbia avuto!
    Voteremo la squadra che hai fatto crescere, so che hanno un programma vincente, che hanno lavorato, la gente di Sarnico non può non capire cosa votare!
    Auguri Franco!

  2. Scritto da galbi

    Grazie per la tua disponibilità verso l’ANTO (trapiantati). Sicuro che il prox. sindaco,chiunque sia, meglio se la Romy, continuerà la collaborazione. Ciao

  3. Scritto da paolo sarnico

    grazie di tutto franco…hai rimesso a nuovo sarnico…!!!…e nessuno puo’ dire il contrario…!!!

  4. Scritto da Danilo

    E’ stato uno dei miglior sindaci che Sarnico abbia mai avuto… Tanti lo rimpiangeranno!

  5. Scritto da Andy baumwolle

    Adesso può candidarsi al papato
    La carica e’ a vita ( quasi)
    Sono commosso per questa grave perdita
    Mussolini un ventennio
    Questo un quarantennio….
    Italiani!
    Non c’è la faremo mai

  6. Scritto da jimmy

    una precisazione: Alessio Boni non è di Sarnico, ma di Villongo…