BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brescia calcio in mutande? C’è Visendi, il bergamasco che vuole le Rondinelle

Dopo Manenti e il suo progetto rivelatosi infondato, un altro imprenditore originario di Napoli ma oggi a Bergamo sarebbe pronto a rilevare la squadra di Corioni, sempre più in difficoltà economiche: si tratta John Gaethe Visendi, che negli anni Novanta acquisì il marchio Roberta, azienda di intimo affini nota per aver prodotto le mutandine della Hunziker

Più informazioni su

E’ ormai cosa nota che la situazione del Brescia Calcio a livello economico non sia delle più floride. Il patron Gino Corioni ha già lanciato diversi appelli affinché qualcuno possa rilevare la squadra di cui è presidente da 22 anni e tifosi da una vita.

Finora c’è stato solo qualche ammiccamento, come quello del bergamasco Giampietro Manenti, con un’offerta choc da 43 milioni di euro, con tanto giuramenti davanti in diretta sulle televisioni bresciane, conclusasi poi però con un nulla di fatto.

Come rivela il Corsera Brescia, ora ci sarebbe un altro imprenditore di Bergamo pronto ad acquisire le Rondinelle: si tratta di John Gaethe Visendi, una laurea alla Bocconi e una nonna americana, nato a Napoli nel 1964 ma da anni residente nella nostra città.

Visendi acquisì, negli anni Novanta il marchio Roberta, azienda di intimo fondata negli anni Settanta, nota per aver prodotto le mutandine succinte che hanno fatto la fortuna della modella che le indossò per prima: niente meno che Michelle Hunziker, protagonista qualche anno fa anche di un noto spot televisivo nel quale mostrava il suo lato b.  Oggi invece Visendi è amministratore di svariate società, fra cui la Prime Holdings & Investements ma, soprattutto, insieme a un gruppo di professionisti si è messo in testa di tentare la scalata al Brescia Calcio. 

Per ora è soltanto un’idea, un progetto imprenditoriale, ma le idee degli offerenti sono chiare: acquistare la totalità delle quote azionarie a una cifra ragionevole e dare il via a un nuovo corso societario.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ernesto

    Questo Visendi è stato protagonista di due fallimenti clamorosi:
    il famoso slip ” Roberta ” e, roba di pochissimo tempo fa , la concessionaria di pubblicità Epolis, buco da 15 milioni euro spariti nel nulla……Al confronto Mister Manenti era un pivello….Povero Brescia!!!

  2. Scritto da Odo RAFFAELLI

    Ma chi conosce questo sig VISENDI
    che referenze ci può dare??
    Sarebbe opportuno capire da dove salta fuori………..

  3. Scritto da ElleA69

    In bocca al lupo. Non potete sparire nell’anonimato, c’è bisogno di voi… :)

  4. Scritto da d

    Beh la redazione ha messo una foto adatta ad alzare il morale. mi spiace per il bresciano che scrive, sincero. auguri

  5. Scritto da GL76

    Brescia Calcio in mutande non lo so, ma almeno in braghe di tela senz’altro!
    Da bresciano non posso che assistere impotente a questo momento di buio assoluto, siamo da anni in ostaggio di un presidente lunatico che non ha più la forza né la voglia di costruire qualcosa, e che non sa più come fare per riemergere dai debiti che ha accumulato con la sua gestione sciagurata.
    Cari cugini, beati voi!

  6. Scritto da teniamocistrettoxcassi

    certo che poverini i cugini bresciani, un presidente che non vuole piu’ la societa’, un bergamasco che li ha illusi ed ora uno di origini napoletane trapiantato a BG che vuole comprarli… alle dis-grazie non c’e’ mai fine…

  7. Scritto da mark

    Povero Brescia che fine…? con tantii imprenditori del posto,propio da Bergamo devono soccorrerlo

  8. Scritto da Checoraggio

    Chiedete, chiedete ai colleghi giornalisti che lavorarono a Il Vostro, che tipo è il “laureato alla Bocconi” (sbagliava qualche congiuntivo, vabbé…) John Visendi :D