BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ad Alta Quota” l’on. Lella Golfo mercoledì al Donizetti

L'imprenditrice Imelde Bronzieri, fondatrice di MiMiSol, mercoledì 16 aprile alle 18 nel foyer del Teatro Donizetti introdurrà l'onorevole Lella Golfo, Presidente della Fondazione Marisa Bellisario e fautrice della epocale legge 120 sulle quote di genere nei consigli di amministrazione delle società quotate, che presenterà il suo ultimo libro 'Ad Alta Quota'.

L’imprenditrice Imelde Bronzieri, fondatrice del marchio MiMisol, mercoledì 16 aprile alle 18 nel foyer del Teatro Donizetti presenterà l’onorevole Lella Golfo, Presidente della Fondazione Marisa Bellisario e fautrice della epocale legge 120 sulle quote di genere nei consigli di amministrazione delle società quotate, che presenterà il suo ultimo libro ‘Ad Alta Quota’. L’evento di presentazione arriva a Bergamo dopo essere stato in 60 città italiane oltre che alla Casa della Cultura di New York e recentemente all’Ambasciata Italiana a Madrid.

All’incontro sarà presente Claudia Sartirani, assessore alla Cultura del Comune di Bergamo, che porterà un saluto da parte dell’Amministrazione Comunale. Padrona di casa sarà Imelde Bronzieri che introdurrà l’onorevole Lella Golfo e alcune ospiti: Giustina Destro, Marinella Di Capua; Laura Donnini; Pia Locatelli; Graziella Vigo. Modererà l’incontro Safiria Leccese, mentre ci sarà un contributo video di Simona Izzo.

LELLA GOLFO, UNA VITA D’IMPEGNO PER LE DONNE

Lella Golfo è nata a Reggio Calabria e vive a Roma. Giornalista pubblicista, Commendatore e Cavaliere della Repubblica, la sua vita è una storia d’impegno sociale e per le donne. Presidente della Fondazione Marisa Bellisario, è ideatrice del Premio Bellisario, giunto alla sua XXVI Edizione.

Deputata eletta tra le file del Pdl nel 2008, prima firmataria della Legge 120/2011 che ha introdotto in Italia le quote di genere nei Consigli di Amministrazione e nei collegi sindacali delle società quotate e controllate dalle Pubbliche Amministrazioni: normativa unanimemente riconosciuta come ‘epocale’. Definita dalla stampa come la “madrina” delle quote di genere, il «Corriere della Sera» l’ha inclusa tra le venticinque personalità che hanno apportato un contributo significativo in Europa nel 2012 mentre all’ultimo vertice di Davos l’importanza storica della legge sulle quote che porta il suo nome viene ribadito e sottolineato da Viviane Reding, che aveva già definito la legge italiana come “un esempio da seguire”.

Nel 2013 esce ‘Ad Alta Quota. Storia di una donna libera’ (Marsilio Editore, con la prefazione di Antonio Catricalà) in cui Lella Golfo ripercorre tutte le tappe della sua vita e che ha già tagliato il traguardo della seconda edizione. A novembre 2013, a New York, le viene consegnato The Italy America Chamber of Commerce (IACC) Business and Culture Award 2013, in ragione ‘delle iniziative assunte e del suo incredibile impegno per l’affermazione dei diritti delle donne nel mondo del lavoro in un contesto globale’.

Nel 2013 idea la “Mostra “Donne ad alta quota” dedicata ai 25 anni della Fondazione Bellisario: a giungo e luglio presso il Complesso del Vittoriano di Roma, attualmente la Mostra è ospitata a Milano a Palazzo Reale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lotty

    Certo che per Pia Locatelli sarà un po’ imbarazzante incontrare una ex-socialista. ex-comunista…grande personalità sicuramente ma un po’ voltagabbana.