BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Va in pensione a 32 anni “Il segreto? Risparmiare e investire molto”

Un normalissimo ragazzo americano di 32 anni ha deciso di andare in pensione, proprio nel momento in cui, solitamente, la propria carriera inizia a spiccare il volo: "I miei risparmi sono abbastanza per finanziare le mie spese per almeno i prossimi 30 anni"

"Credo sia arrivato il momento di andare in pensione. Quanti anno ho? 32". In una frase, questa è la storia, riportata da Business Insider, di un normalissimo ragazzo di 32 anni che ha deciso di andare in pensione, proprio nel momento in cui, solitamente, la propria carriera inizia a spiccare il volo.

"I miei risparmi sono abbastanza per finanziare le mie spese per almeno i prossimi 30 anni, in modo da non dovere impazzire per cercare un lavoro e rendere la cosa un’opzione piuttosto che una necessità".

La domanda che sorge spontanea è come abbia fatto? "Ho costruito il mio gruzzolo semplicemente guardando le mie spese e investendo più del mio stipendio. Attualmente sto investendo oltre il 70% del mio reddito netto nella mia pensione e nei conti di investimento passivi". Invece di usare il suo stipendio per comprare oggetti materiali, li ha usati per viaggiare con la propria compagna in giro per il mondo, prendendosi periodi di pausa. Essendo poi il mercato del lavoro molto buono per gli sviluppatori di software, non si era mai preoccupato di trovarne un altro.

Così viaggiando per il mondo nel 2011 si è imbattuto in un sito internet, Early Retirement Extreme, che gli ha fatto capire come questa cosa poteva divenire permanente: "Ero già un buon risparmiatore, ma quello che ho letto sul sito mi ha incoraggiato a farlo ancora di più. Quello che dovevo fare era risparmiare e investire fino a raggiungere almeno 25 volte le mie spese annuali". Sulla base di dati storici, il suo pensiero era che tali investimenti sarebbero dovuti tornare ad un’inflazione media del 5% ogni anno. Ha calcolato quindi che avrebbe avuto bisogno di ritirare al massimo il 4% ogni anno per coprire le spese essenziali. Il che significava non rimanere a corto di denaro.

Una volta resosi conto che era possibile ottenere questo livello di indipendenza finanziaria ha così cominciato a ricercare come arrivarci il più rapidamente possibile: "La strategia migliore per me, sia dal punto di vista del risparmio che da quello fiscale, era quella dei conti pensionistici e delle agevolazioni fiscali, tra cui 401(a) e 403(b), entrambi tipi di piani a contribuzione definita, offerti dal mio datore di lavoro, oltre ad un conto di risparmio di salute". "Preferisco fare investimenti passivi. Diversi studi hanno dimostrato che, nel lungo termine, questo tipo di investimento risulta migliore di quelli attivi. Così investo la maggior parte dei miei soldi in fondi indicizzati diversificati.

Attualmente ho il 75% in azioni americane, 10% in attivi internazionali, 10% in fondi comuni di investimento immobiliare e il 5% in contanti". Ma se in futuro le cose cambiassero, Brandon ha comunque le idee chiare: "Probabilmente non lavorerò mai più però se con mia moglie decidessimo di avere una famiglia, o se il mercato finanziario dovesse andare incontro a turbolenze simili a quelle del 2008, 2009, potrei pensare di tornare a lavorare un paio d’anni, giusto per aumentare nuovamente il mio bilancio".

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cocooner

    macchè 1500 euro! Un programmatore negli states parte da stipendi di 50.000$ in su, non facciamo i paragoni con l’Italia :) e poi se conosceste il 401/403 sapreste che hanno benefici pensionistici (il matching) che noi ci sogniamo…

    Da noi la cosa è praticamente impossibile se non si parte già ricchi, ma pero’ ci si puo’ aspettare di arrivare a vecchiaia con maggior serenità dandosi un minimo da fare!

    Date un occhio al mio sito http://www.cocooners.it !

  2. Scritto da diego

    puo sempre capitare una gita fuori porta con una casalinga inquieta……usxirei dal budget……..non fa per me.

  3. Scritto da TIA

    Sicuro per il tipo di lavoro e il paese in cui lo svolgeva guadagnava piu’ di 1.500!
    Non avrà considerato eventuali sorprese della vita.
    Mi domando poi come farà con l’assicurazione sanitaria in USA…
    E poi chissà se deve offrire una cena cosa fa… “oh raga, stasera burger king!”
    E la compagna? Sarà sempre contenta?
    Genio o folle? Sicuramente non un brillantone…

    1. Scritto da genialata

      più che altro mi pare un mantenuto che butta lì la genialata di turno, coi soldi del papi però… Non sta in piedi tutto il ragionamento, a meno che si parli di stipendi a livello di manager americano e spese a livello di incapiente congolese, senza fissa dimora… BGNews, selezionare meglio le genialate, no?

  4. Scritto da Grande lasa pert

    Ta ghe resù te lasa pert

  5. Scritto da lasa pert

    Beh, facciamo 1500euro al mese, media già alta, facciamo che 400 vadano nel mutuo, a meno che qualcuno ti regali la casa, 400 nelle spese di mantenimento, tutto il resto risparmiato. Fanno 700euro per 12 fanno 8400 euro. Facciamo che ahi iniziato a lavorare a 15 anni. Sono 142000euro in tasca. Sempre che nn compri un automobile e non vai in giro a fare il turista per caso. con 142000 euro, senza lavorare, ci campi, andare bene, 10 anni, senza figli, ovviamente. Ada, lasa pert…