BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Salone del mobile: è boom Alberghi pieni a Bergamo Ma i collegamenti sono ko

Alberghi e B&B in Bergamasca registrano in tutto esaurito per il Salone del Mobile a Milano. Come una prova generale per Expo, ma il presidente del gruppo albergatori di Ascom Bergamo Giovanni Zambonelli denuncia: “I collegamenti con Milano restano il nostro grande handicap che rischia di escluderci”.

“Spiamo spiacenti, ma siamo al completo”. È la risposta che alberghi, hotel, B&B e agriturismi di Bergamo rispondono a chi cerca una camera in questi giorni mentre a Milano si svolge il Salone del Mobile. Un successo?

“Senza dubbio. Il Salone del Mobile è uno degli eventi clou sotto l’aspetto ricettivo di tutto il territorio lombardo, l’altro evento che richiama clienti con questi numeri è il Gran Premio di Monza che si svolge a settembre” conferma soddisfatto Giovanni Zambonelli, presidente del gruppo albergatori di Ascom Bergamo.

“Il Salone del Mobile a livello economico ha un richiamo mondiale, il nostro Paese è leader nel settore ed questo evento a Milano ha una ricaduta sul mercato della ricezione alberghiera e della ristorazione del Nord Italia” aggiunge Zambonelli.

Presidente, chi sceglie Bergamo per il Salone del Mobile, lo fa per scelta precisa o è un effetto a ricaduta?

“Sinceramente è un mero effetto ricaduta, da una parte supportata da coloro che atterrano a Orio al Serio. Sia ben inteso: Bergamo come per altre città lombarde. La nostra città pur avendo il vantaggio dell’aeroporto paga le difficoltà di collegamento, in particolare ferroviario, con Milano”.

Bergamo rischia di non essere appetibile per i turisti?

“Purtroppo la concorrenza di un albergo o di una struttura ricettiva non è data solamente dall’offerta che mette a disposizione l’imprenditore. Oggi un turista come un uomo d’affari sceglie l’albergo in base di tempi di percorrenza per gli spostamenti. Per esempio ci sono alberghi a Torino che sono diventati appetibili per il Salone del Mobile perché collegati con il treno ad alta velocità che porta proprio alla fiera di Rho. Bergamo ha un collegamento ferroviario con Milano che è quotidianamente in difficoltà con i pendolari, se si aggiunge l’eccezionalità di un evento come il Salone il sistema di trasporto non regge”.

Il Salone del Mobile è quindi una prova generale per l’Expo?

“Direi proprio di sì. E la prova generale non annuncia nulla di buono. Se per una settimana di di eventi a Milano fatichiamo con i collegamenti, mi chiedo come faremo l’anno prossimo per sei mesi con l’Expo. Il collegamento ferroviario è deficitario, la Pedemontana non sarà pronta, la Rho-Monza nemmeno. Avremo la Brebemi, ma è un’autostrada che si rivolge a tutt’altro territorio che è la bassa e che collega con Milano Est, quando l’Expo si svolge a ovest del capoluogo lombardo. Non è colpa delle istituzioni locali, me ne rendo conto, ma è evidente che la criticità che sarà evidente l’anno prossimo per Bergamo sarà il suo scarso collegamento con Milano e con l’Expo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mario

    SDono anni che ci lamentiamo che per fare Bergamo milano circa 50 Km di distanza ,impieghiamo più di 2 ore, per via dei treni marci e decrepiti , abbiamo dei bus obsoleti co sedili scomodissimi z301 che viaggiano in autostrada vecchi e sporchi e malconci, cosa pretendete dai Turisti, già Noi Lavoratori costretti ogni giorno a dover affrontare questi viaggi , quando possiamo prendiamo l’auto per evitare ste schifo di viaggio,SVEGLIATEVI a Modernizzare e valorizzare BERGAMO

  2. Scritto da Mario

    Eh già a Bergamo guardiamo sempre la pagliuzza:
    ci facciamo “ricattare da un sovraintendente che ci farebbe vivere in case con il bagno in comune per non cambiare l’aspetto degli edifici (vedi stazione di FS con annessa fontana entrambe strutture banali che normalmente sarbbero state demolite)
    – se i parcheggi debbano costare un euro o 1,2 euro per ora,
    – se la tassa dei rifiuti poteva diminuire del 6% anziché del 5% Ma poi sulle vicende sostanziali perdiamo sempre il treno!