BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Primario nella lista Gori “Consigliato da Borra”, forzista e suo direttore fotogallery

“Ho dato la disponibilità a candidarmi nella lista Gori al mio direttore sanitario”. Nulla di strano se il dirigente in questione fosse un elettore del centrosinistra. In realtà l'ingresso del primario di neurologia dell'ospedale di Zingonia Massimo Camerlingo nella lista civica di Giorgio Gori è stato caldeggiato da Giancarlo Borra, nome influente di Forza Italia Bergamo e “capo” dello stesso Camerlingo in quanto direttore sanitario del policlinico San Marco. "Tengo a far sapere che ho deciso io" puntualizza il medico.

Più informazioni su

“Ho dato la disponibilità a candidarmi nella lista Gori al mio direttore sanitario”. Nulla di strano se il dirigente in questione fosse un elettore del centrosinistra. In realtà l’ingresso del primario di neurologia dell’ospedale di Zingonia Massimo Camerlingo nella lista civica di Giorgio Gori è stato caldeggiato da Giancarlo Borra, nome influente di Forza Italia Bergamo e “capo” dello stesso Camerlingo in quanto direttore sanitario del policlinico San Marco.

Il neurologo è già stato candidato nella lista Bruni nel 2009. Fino a pochi giorni fa era sul punto di confermare la presenza nel Patto civico anche per la prossima tornata elettorale, ma la visita del suo direttore sanitario gli ha fatto cambiare idea. “Giancarlo Borra è venuto nel mio ufficio e mi ha detto che era necessario che io entrassi nella lista di Giorgio Gori – conferma Camerlingo -. Io ci ho pensato, poi dopo qualche ora è arrivata direttamente la chiamata del candidato sindaco. Non lo conoscevo, mi ha fato piacere essere cercato. Ho accettato anche perché ho sentito il parere di amici politici: mi hanno detto che bisogna stare dove vieni messo. L’importante è seguire la stessa bandiera. Non dico che non ho avuto difficoltà. Ho dovuto dire no al Patto civico, non senza incertezza”.

Il perché dell’interessamento di Borra, esponente di Forza Italia, avversario politico di Gori, è un mistero. “Mi sono posto la domanda – continua Camerlingo -. Che non sia dalla nostra parte è poco, ma sicuro. Che sia un nome storico di Forza Italia anche. Non lo so: sicuramente qualche disegno c’è. Ma non è certo la mia candidatura a spostare voti”. Borra o non Borra, l’impegno di Camerlingo per Gori è certo. “La candidatura di Giorgio Gori a sindaco di Bergamo è coerente con la volontà di cambiare questa Italia. Una figura storica del centrosinistra avrebbe perso in partenza. La città è restìa ai cambiamenti, ma se c’è la volontà si svolta vinceremo”.

In giornata ci è giunta la richiesta di precisazione da parte di Massimo Camerlingo, richiesta che accogliamo volentieri. 

“Sono amico di Giancarlo Borra – oltre che un suo collaboratore – da più di 30 anni e, dopo il suo suggerimento di candidarmi con Gori e la successiva telefonata di Giorgio Gori, con lui mi sono consigliato prima di prendere la decisione. Tengo però a precisare che la mia scelta di aderire alla proposta di Giorgio Gori è stata del tutto autonoma, come già lo fu quella di candidarmi con la lista di Roberto Bruni alle precedenti elezioni. Credo nell’idea di rinnovamento incarnata dalla lista ‘Giorgio Gori Sindaco’ e metto con convinzione la mia esperienza a servizio di questo progetto".

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da sara

    Auguri Camerlingo, sono convinta che la norma non farà diventare migliore o più buono nessuno ma la cultura si. Buon lavoro.

  2. Scritto da Luigi

    La vita è proprio bizzarra, tutti a lagnarsi delle solite facce di funzionari e politici di professione,appena arriva un nome nuovo e per di più che sinceramente spiega come persone appartenenti a culture politiche diverse possano trovare l’intesa su un progetto politico si scatenano le polemiche più assurde e faziose, e prima ancora di averne visto i risultati! Pregiudizi e saccenza, nient’altro…

    1. Scritto da lui

      Progetto politico? Mo non è inciucio? Bizzarro, bizzarro… chi? =)

  3. Scritto da nino cortesi

    Usual risotto con zucchino.

  4. Scritto da s. conte

    sembra tanto il grido di dolore di una brava persona costretta a fare qualcosa controvoglia per assecondare qualcuno sopra di lui.
    poveri noi, che livello.

  5. Scritto da Paolo

    Gori, che figuraccia! Come fa la gente a fidarsi di uno così?

  6. Scritto da Anna

    tanto per capire come vanno le cose in città se voti Tentorio vincono i poteri forti, se voti Gori anche. Be votateveli voi!

    1. Scritto da gab

      Perfettamente detto. almeno ci sono due alternative, e neanche male. Sicuramente meno inciuciate di questi due

      1. Scritto da Mario

        Se, una delle due alternative è quella che candida un architetto il quale facendo parte della Commissione di Collaudo in corso d’opera del nuovo ospedale per 4 anni non ha visto nulla salvo poi accorgersi che c’erano grossi problemini e farsi bello sui media, siamo messi bene.
        PS Tanto per parlare di poteri forti non mi risulta che Curia di BG e banche appoggino Tentorio anzi…

        1. Scritto da cic

          Parliamo di INCIUCI. tra G e T è lotta dura. Il resto avanza…

          1. Scritto da Paolo

            A me sembra che qui gli inciuci li abbia fatti solo Gori…

  7. Scritto da cittadno italiano

    uno di destra che candida uno nel centro sinistra ? !
    E poi la sinistra parla male di berlusconi !
    Peccato che in Italia non ci sia Marine Le pen, l’avrei votata.

  8. Scritto da serietà

    come si fa a votare un medico solo perché “mi ha salvato la vita?
    deve governare una città, non un reparto. A ciascuno le sue competenze.
    Se si candida a generale e ci porta in guerra, lo votiamo perché “ci ha salvato la vita”?

    1. Scritto da residente

      C’è chi vota qualcuno perché ha tre televisioni e molti giornali, un sacco di soldi e ha una fidanzata di 50 più giovane
      C’è chi vota chi gli fa credere che esistano scie chimiche e sirene
      C’è chi vota chi ha mandato in parlamento Razzi, Scilipoti e altri
      Permette che possa votare chi voglio io e perché mi pare e mi piace?

      1. Scritto da serietà

        certo, voti chi le pare e piace, può votare anche Cicciolina, ma poi non si lamenti se le cose non funzionano.

      2. Scritto da dente

        e chi le ha detto di votare non secondo sua preferenza? E’ sul MODO di farlo che si dissente. Se non è chiaro, questo si diceva.

      3. Scritto da nino cortesi

        Residente – non ti resta che votare M5* altrimenti sei come loro.

  9. Scritto da usiamo il cervello

    Ci spieghi Lei invece, che ha una visione così profonda della politica, perchè un eminente uomo politico sollecita un suo sottoposto a partecipare ad una lista del partito avversario. Che ci sia comunanza di intenti tra PD e FI è stato chiaro fin dalla bocciatura di Prodi e Rodotà (parricidio?) ma anceh a livello locale sul mancato rispetto delle leggi (vedi movida, aeroporto, SUV nel parcheggio dei disabili etc.)

  10. Scritto da Chiara

    Carino il falso stupore….mi sono chiesto come mai Borra si interessasse alla lista Gori… Anche lui è anche sua moglie, medico pure lei, sono da sempre nel centro destro (forzaitalioti) quindi queste elezioni passo il mio voto non lo do a nessuno tanto voterei comunque centro destra.

  11. Scritto da Sére

    Probabilmente, Camerlingo non poteva dire no a Borra e “obtorto collo” si é trovato nell’imbarazzo di dover dire “No” ai suoi amici di Patto Civico. In cauda venenun: ritengo che questa dichiarazione, fintamente ingenua ma sicuramente esplosiva, serva a mettere nel medesimo imbarazzo: Gori, Borra & C. Se avessero dignità ritirerebbero la candidatura!

  12. Scritto da Michele F.

    I partiti si contendono i medici alle amministrative proprio perché c’è gente che pensa “mi ha curato lo voterò di sicuro!”, fin dai tempi della DC un medico da solo poteva portare centinaia di voti.
    Trovo però drammatico che ancora ci sia gente che, leggendo una notizia del genere, non riesca a capire come questi medici siano soltanto pedine, tanto da passare indifferentemente da un partito all’altro a seconda di quello che gli ordinano di fare.

  13. Scritto da c.b.

    Sulla candidatura di Gori si costruiscono alleanze trasversali, anche se non dichiarate, di ambienti cittadini.

    1. Scritto da vomito

      MOLTE alleanze trasversali, MOLTE.

  14. Scritto da alex

    Borra ….. Borra …. non finisci mai di stupire!!!!! Non è ora di smettere di far politica????

  15. Scritto da residente

    Grande medico, mi ha salvato la vita!
    Lo voterò di certo!
    grazie ancora

  16. Scritto da giano

    A conferma che PD e FI, centro sinistra e centro destra sono le due facce della stessa medaglia. Certo che, essendo la neurologia è una specializzazione della medicina che studia le patologie del sistema nervoso centrale, l’eminente neurologo, potrebbe trovare qualche minuto x farsi una bella visita! Gli elettori vanno presi in giro, bisogna far loro credere che sia in atto una battaglia tra due diversi eserciti, una confessione così scoperta potrebbe indirizzarli verso altri lidi.

    1. Scritto da lotty

      Ben detto!

    2. Scritto da Angelo

      Caro Giano, nomen omen, l’eminente neurologo è una persona per bene,seria e competente, medico affermato che non ha certo bisogno della politica, se mai è il contrario. Le sue opinioni forse vorrebbero passare per ironiche, ma per fortuna sono solo superficiali.