BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Con Matteo Salvini sbarca a Bergamo il “Basta Euro Tour”

Domenica 13 aprile, alle 10.30 presso l’auditorium del Liceo Mascheroni in via Alberico da Rosciate (ingresso anche da via Borgo Santa Caterina 13) Salvini e Borghi illlustreranno il manuale "Basta euro! Come uscire dall'incubo", con 31 domande e altrettante risposte dedicate alla questione euro.

Più informazioni su

Dopo aver girato tutto il Nord, arriva anche a Bergamo il "Basta €uro tour", il convegno in cui il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini e il professor Claudio Borghi, docente di Economia all’Università Cattolica di Milano, spiegano i motivi per cui conviene uscire dalla moneta unica europea.

Domenica 13 aprile, alle 10.30 presso l’auditorium del Liceo Mascheroni in via Alberico da Rosciate (ingresso anche da via Borgo Santa Caterina 13) Salvini e Borghi illlustreranno il manuale "Basta euro! Come uscire dall’incubo", con 31 domande e altrettante risposte dedicate alla questione euro. "Novità importante della tappa nella nostra città – sottolinea Daniele Belotti, segretario provinciale della Lega Nord di Bergamo – sarà la presenza del direttore del Tg4 Mario Giordano che presenterà il suo ultimo libro, ‘Non vale una lira. Euro, sprechi, follie: così l’Europa ci affama’. In Europa l’Italia ha sempre avuto un atteggiamento da scendiletto nei confronti dei tedeschi, delle banche e delle multinazionali: è ora di raddrizzare la schiena e di andare a testa alta; lo dobbiamo alle nostre imprese e ai nostri cittadini schiacciati da questo sistema monetario iniquo e da un patto di stabilità che sta soffocando i comuni virtuosi e l’economia".

Il convegno sarà preceduto da un saluto del sindaco di Bergamo Franco Tentorio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Miki

    Borghi fa tanti bei discorsi per il bene dell’itaglia: ma ai Leghisti importa qualcosa del bene dell’itaglia? “Uscendo dall’euro gli esportatori di succhi di frutta di avellino potrebbero svalutare traendone vantaggio”: benissimo! Ma la Padania compete,per esempio,con la Cermania sulla meccanica di precisione:mi spiega il Borghi in questione COME paghiamo i prodotti siderurgici di base,che servono per la medesima, se li dobbiamo acquistare in lirette o in scudi cisalpini o fiorini?

  2. Scritto da Omar

    Basta leggere ascoltare e informarsi (senza pregiudizi):
    http://www.bastaeuro.org/
    Ad oggi NESSUNO è riuscito a sconfessare quanto scritto dal Prof.Borghi….se non con slogan.

  3. Scritto da Mar

    via subito Dall’euro Padroni a casa NOSTRA, vogliamo treni e autobus nuovi, vogliamo bus autostradali degni di chiamarsi bus, vogliamo il lavoro, vogliamo che i Nostri figli, da Cittadini del Nord Italia, siano Rispettati e garantiiti per il lavoro, Prima ilm Nord Poi se c’è posto avanti

    1. Scritto da a

      Non ho capito… vuoi tutto questo solo perche’ esisti?

    2. Scritto da Enzo

      Quando l’ignoranza la fa da padrona….con la lira altro che treni e autobus nuovi, altro che lavoro, altro che Nord Italia…dopo un anno sarebbe già impossibile mantenere le infrastrutture che abbiamo. Compriamo l’80% dell’enerigia dall’estero, come cavolo pensi di comprarla in lire? auguri te e la tua padania.

      1. Scritto da DAI!

        E invece lei ci spieghi come faremo a pagare 50 MILIARDI DI EURO OGNI ANNO PER 20 ANNI per rispettare il fiscal compact?

        1. Scritto da a

          Scusi… Mi spiega la differenza fra pagare 50 miliardi di euro e il suo corrispettivo in lirette?

      2. Scritto da qualunquismo

        Occhio a dare dell’ ignorante agli altri sai…

  4. Scritto da Luciano Avogadri

    Avevo lasciato l’Italia con i leghisti che andavano in giro con le corna degli elmi celtici in testa e chiedevano che l’Italia venisse aggregata alla Germania, e me li ritrovo ora tifosi del Dirham marocchino. Vogliono copiare anche la strategia di rimaner fuori dalla Unione Africana?

  5. Scritto da tino

    bravo Lucas ! quello è il punto … infatti anche in Italia il cambio teorico di 1936,27 è praticamente diventato 1.000 … comunque Salvini sicuramente si offrirà di pagare personalmente il debito pubblico in lire rivalutate, una volta brillantemente usciti dall’Euro !

  6. Scritto da Brava

    Leggete o cercate il vitalizio di alessandra guerra .

    1. Scritto da carlo

      ho letto e non capisco se devo ridere o piangere,questa si prende 3800euro netti a fare niente,e rimpiange quello che avrebbe potuto prendere se….. ,chi se ne frega!!!!! poverina gli manderò quanche euro

  7. Scritto da carlo

    però quando riscuote l’assegno dall’ europa in euro va bene, Salvini

  8. Scritto da a

    Ok. Porto gli euro in svizzera.

  9. Scritto da Arets

    Ma appunto.. non capisco quelli che “contestano” l’europa e poi si candidano per l’europee… Oppure dal parlamenteo europeo sono stipendiati bene… mah?

    1. Scritto da h2

      Gli europarlamentari della lega si uniranno a quelli degli altri paesi che sono contro l’euro (vedi FN francese), così da formare un fronte che va in direzione dell’uscita. Se ci saranno i numeri spingeranno verso un uscita concordata dei paesi.

  10. Scritto da ureidacan

    Ci siamo cascati l’anno scorso con lo slogan “il 75% delle tasse in Lombardia” , ora ci caschiamo di nuovo con questo “No Euro” L’obiettivo principale della Lega è quello di arrivare al 4,5% dei voti, così da mandare a Bruxelles 3-4 parlamentari e alle prossime politiche fare un’alleanza forte con Berlusconi per ottenere ministri e sottogoverno!

    1. Scritto da h2

      Concordo sulla credibilità che ha la lega, anch’io preferirei che fosse un altro il partito no-euro, ma è l’unico che abbiamo per esprimere il dissenso in europarlamento. Borghi non è della lega, sono tre anni che assieme ad altri economisti si ex e ex parla di uscita, cerca su youtube. I primi a dargli ascolto e ad appoggiarlo sono la lega.

  11. Scritto da Max

    Giovedì 17 settembre 1992: Il Senato ratificò il Trattato di Maastricht
    176 sì, 16 no e un astenuto: oltre al quadripartito (Dc, Psi, Psdi, Pli) votarono sì anche Pds, Lega Nord, Pri e Verdi. Il punto uno del suddetto trattato era l’introduzione della moneta unica il resto sono le favole che racconta europarlamentare Salvini.

    1. Scritto da Lucas

      Un conto è Maastricht, un conto è il tasso di cambio marco-lira benedetto da prodi e ciampi….è stato l’euro modellato sul marco la disgrazia mica il trattato di maastricht.

  12. Scritto da Max

    Credo si sia sbagliato, Salvini è espressione di quel partito che ha firmato tutti i trattati europei nessuno escluso, incluso quelli che hanno previsto l’adozione dell’EURO. So già che verrò contestato con baggianate di ogni tipo ma tant’è i fatti non cambiano. Oltretutto l’europarlamentare Salvini è pure stipendiato dal parlamento europeo, dove però non si fa vedere molto spesso….

    1. Scritto da Lucas

      Fact checking.Prendiamo i dati dal sito http://www.mepranking.eu che elabora quotidianamente un indice di produttività di tutti i parlamentari europei. Salvini ad oggi 6 aprile 2014 è 124esimo su 766 parlamentari. Un risultato lusinghiero soprattutto considerando che ricopre la carica di segretario di partito. è posizionato meglio di tutti i piddini meno uno.

  13. Scritto da Jack

    Il prof Borghi è un grandissimo, l’ho visto in azione alla gabbia e mi ha stregato.

    1. Scritto da Miki

      Io credo che chiunque tracci grafici a caso,non solo Borghi anche quell’altro che c’e’ sempre, dicendo “dal mio grafico risulta che convertendo tutto in Zloty la crescita del pil(u) sarebbe stabilmente del 6,84% per 20 anni” senza il minimo contraddittorio possa facilmente strappare l’applauso facile. Poi pero’ bisogna vedere se quello che dice si verifica “uno dei piu’ grandi successi dell’Euro e’ la Grecia” (Monti dixit). Pure lui meritava di finire da Paragone..

  14. Scritto da riccardo

    basta lega!

  15. Scritto da Pietro

    Poveretto

  16. Scritto da GPP

    Basta Euro solo diamanti