BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Allarme per password e carte di credito, falla nell’utilizzatissimo OpenSSL

Il New York Times lancia un allarme che riguarda due terzi dei siti mondiali, quelli che usano la tecnologia "OpenSSL": le password, le carte di credito e altri dati sensibili sul web sono a rischio per via di una falla nel sistema "OpenSSL", il software di sicurezza usato da milioni di siti internet nelle transazioni commerciali, nelle comunicazioni criptate, nella trasmissione di dati sensibili.

Più informazioni su

Il New York Times lancia un allarme che riguarda due terzi dei siti mondiali, quelli che usano la tecnologia "OpenSSL": le password, le carte di credito e altri dati sensibili sul web sono a rischio per via di una falla nel sistema "OpenSSL", il software di sicurezza usato da milioni di siti internet nelle transazioni commerciali, nelle comunicazioni criptate, nella trasmissione di dati sensibili.

In pratica è quel lucchetto (riconoscibile con la sigla ‘https’ all’inizio della url) usato dai siti proprio per proteggere le comunicazioni considerate più delicate.

Non è possibile sapere se e quanti dati sono stati sottratti. La minaccia si chiama ‘Heartbleed’ e potrebbe aver consentito agli hacker di accedere a una enorme quantità di dati sensibili negli ultimi due anni.

Il ‘bug’ è stato scoperto da un gruppo di ricercatori finlandesi che lavorano per una società di sicurezza di Saratoga, in California, e da due esperti della sicurezza di Google.

Tra i siti attualmente più vulnerabili ci sarebbero soprattutto Yahoo! e il suo social media Tumblr, e poi Flickr e Oculus.

Ma non si esclude che in passato siano stati affetti dal ‘bug’ tutti i colossi della rete: da Facebook a Google, da Wikipedia ad Amazon, da Twitter ad Apple fino a Microsoft.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.