BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Antegnate in Comune presenta Simone Nava “Per una città sicura”

Simone Nava, consigliere comunale di minoranza, si candida come sindaco alle elezioni amministrative del 25 maggio per la nuova lista civica “Antegnate in Comune”. Nel 2009, Nava era già stato candidato sindaco per una lista molto vicina al Popolo della Libertà di Berlusconi.

Simone Nava, 42 anni e direttore generale di una scuola di formazione al lavoro, annuncia la propria candidatura come sindaco di Antegnate per le prossime elezioni comunali, previste per il 25 maggio. Non è la prima volta che Nava decide di “scendere in campo”: nel 2009, infatti, provò ad ottenere la fiducia dei cittadini candidandosi per una lista civica che si rifaceva al Popolo della Libertà di Silvio Berlusconi. In quel frangente, ottenne poco più del 20% delle preferenze e fu eletto consigliere di minoranza.

Ora, dopo cinque anni di consiglio comunale, Simone Nava è sicuro di una cosa: “Ho capito che seguire una linea politica nazionale è inutile a livello locale – sostiene -. Piuttosto, è molto più importante ascoltare le esigenze dei cittadini”.

Per questo, la decisione di allargare l’alleanza a persone che non si rifanno ad istanze dell’ex PDL e di creare una nuova lista civica “pura”, “Antegnate in Comune”.

Non ci rifacciamo ad un partito specifico – afferma il candidato sindaco -. Anzi, abbiamo persone che votano Partito Democratico, altre Lega Nord, altre ancora Movimento 5 Stelle. E alcuni che non hanno necessariamente un’ideologia politica precisa. Una cosa però è certa, non siamo una lista di sinistra”.

È quasi sicuro che “Antegnate in Comune” dovrà vedersela con altre due liste alle prossime elezioni comunali: per prima cosa, infatti, è stata confermata la candidatura di Fabio Boschian per “Antegnate Democratica”, bancario alla sua prima esperienza amministrativa. Mancano poi notizie sulla decisione dell’attuale gruppo consiliare di maggioranza, “Antegnate Futura”, e dal sindaco Andrea Maria Lanzini, che non hanno ancora sciolto alcuna riserva in merito a una sua eventuale ricandidatura.

In questi giorni, “Antegnate in Comune” sta distribuendo nelle case un volantino con la presentazione del candidato sindaco e del simbolo della lista civica. Il contrassegno della nuova lista presenta, su sfondo blu, la figura stilizzata di due persone che si danno la mano creando la forma di una casa.

“Cari concittadini – si legge nel volantino – sono Simone Nava, sono sposato, ho due figli e la mia professione è quella di Direttore Generale di una Scuola di Istruzione, Formazione Professionale e Servizi al Lavoro. Da sempre coltivo la passione per la politica e da cinque anni sono Consigliere Comunale di minoranza, conducendo un’efficace e responsabile opposizione ad una maggioranza Comunale che non ha reso onore ai cittadini che l’hanno eletta.

Assieme ad un gruppo di persone trasversalmente simpatizzanti delle varie compagini partitiche nazionali, ma autonomi da esse, affronto questa sfida elettorale sottoponendo al giudizio dei cittadini un programma elettorale snello ed efficace che fa della ‘qualità’ il suo concetto cardine e che non enuncia promesse irrealizzabili ma proposte concrete. Il mio intento è quello di far sì che vengano definitivamente eliminate tutte quelle barriere che sono sempre state erette da chi amministrava nei confronti del cittadino; i cittadini devono sentirsi come facenti parte dell’amministrazione stessa.

Stiamo vivendo un momento socio-economico difficile; io però penso che un buon Amministratore possa essere di grande aiuto per i propri cittadini, mettendo a loro disposizione la volontà di ascoltarli, di rendersi partecipe alle loro difficoltà, di impegnarsi a risolvere i loro problemi. Questi secondo me sono i principi che devono essere alla base del buon amministrare e questo io mi impegno a fare. Voglio essere un sindaco attento e disponibile, non un burocrate freddo e distante dai propri concittadini.

Purtroppo, cronache recenti, ci portano a conoscenza di tutta una serie di accadimenti sul territorio di Antegnate legati a fenomeni di piccola criminalità; ebbene, riguardo a questo il mio impegno sarà quello di attivare tutti gli strumenti possibili per fare in modo che i cittadini, con le loro famiglie, si sentano ‘sicuri dentro e fuori casa’.

Per tutto questo chiedo alle donne ed agli uomini di Antegnate: dateci la vostra fiducia perché insieme a voi vogliamo fare di Antegnate un paese bello, dinamico nella sua economia produttiva, socialmente attivo, culturalmente ricco, con una Amministrazione che ascolta i propri cittadini; un paese in cui si possa vivere in modo sicuro e con una vita di qualità”.

Fabio Tiraboschi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.