BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Suisio, Giuseppe Casali a caccia del bis: ‘Priorità persone e lavoro’

La lista civica “Nuovi Orizzonti” cerca la riconferma a Suisio, candidando nuovamente l'attuale sindaco Giuseppe Casali. Casali, 54 anni a breve, si dichiara sicuro di proseguire nelle linee guida di questo mandato, che si declinano sostanzialmente in tre aree: la persona, il territorio e il lavoro.

La lista civica “Nuovi Orizzonti” cerca la riconferma a Suisio, candidando nuovamente l’attuale sindaco Giuseppe Casali. Il gruppo vinse le elezioni amministrative del 2009 staccando gli avversari di “Suisio Insieme” di pochi voti e si ripresenta ora in chiave rinnovata: la scelta di confermare il sindaco in carica, infatti, si accompagna ad un parziale rimaneggiamento dei componenti della lista. Casali, 54 anni a breve, lavora in una società a valenza internazionale nel campo commerciale e di relazione con i clienti ed è laureato in sociologia dell’identità, della memoria e del mutamento sociale.

“Nuovi Orizzonti è una lista civica dura e pura – spiega Casali -, in quanto include una rappresentanza di vari pensieri, tutti di persone appartenenti alla società civile. I nostri punti cardine sono l’attenzione alla cittadinanza e ai principi sani. E basta. Non c’è alcuna volontà di collocarci ideologicamente in una posizione fissa: non siamo schierati. Queste diverse anime di pensiero si danno come unica prerogativa l’ascolto della popolazione intera”.

A livello programmatico, i componenti della lista si dichiarano sicuri di proseguire nelle linee guida di questo mandato, che si declinano sostanzialmente in tre aree: la persona, il territorio e il lavoro.

“La situazione economica non ci permette di poter fare grossi investimenti”, osserva Casali. Il riferimento è, ovviamente, al patto di stabilità interno a cui sono soggetti tutti gli enti locali, a partire dai comuni. “In questo senso, bisogna essere corretti ed effettuare scelte oculate, per non aggravare il bilancio – continua il sindaco -. Sarebbe gravissimo destabilizzare una situazione già di per sé precaria”. Per questo, la scelta di valorizzare quello che il comune già possiede, senza promettere opere dispendiose. Un caso noto è quello del recupero dell’ex municipio, fermo da tempo per l’impossibilità di sbloccare i fondi soggetti al patto di stabilità.

È allora sicuro Casali: “La prima cosa importante è l’attenzione alle persone: ai giovani, alla famiglia, agli anziani, alle forze di volontariato. In questo, vogliamo essere realistici e incisivi, con l’obiettivo di creare un sistema integrato tra tutte le realtà sociali, come i volontari, l’oratorio, la parrocchia, con il comune, per valorizzare quanto più il senso di solidarietà già diffuso per tutta la società e la macchina dell’associazionismo”. Un altro tema che Giuseppe Casali mette al centro della sua attenzione è quello del lavoro, sicuro che vi siano diverse opportunità da poter sfruttare sul territorio: “Bisogna avvalorare la potenzialità dei giovani per creare sinergie con le realtà del territorio – dichiara il sindaco -. Penso a un tavolo di lavoro, con aziende, imprese, giovani e l’amministrazione comunale, nel quale si possano mettere a fuoco e integrare le varie competenze e capacità. È importante poi non farsi sfuggire alcune ricche occasioni, come quelle offerte dai bandi regionali e statali”. Parlando di giovani, il discorso si sposta necessariamente verso la scuola, tematica verso la quale Casali dichiara una massima attenzione: “È un elemento formativo e necessario, a cui abbiamo sempre guardato: così continueremo a fare, cercando anche di estendere il discorso culturale alle tematiche su cui si deve lavorare molto. Ad esempio, la questione dell’integrazione sociale”.

Ma il programma della lista civica “Nuovi Orizzonti” non si esaurisce qui. Tante sono le aree su cui lavorare e sulle quali i candidati all’amministrazione comunale hanno riservato una considerazione particolare: a partire dall’ambiente, già valorizzato a partire dal Piano di Governo del Territorio e dal rinnovamento ecologico del parco mezzi, passando per la salvaguardia del territorio, fino all’attenzione alle manutenzioni necessarie, per dare vivibilità al paese.

A fare da contrappasso alla sicurezza e alla fiducia di Casali e del suo gruppo, le altre liste civiche del paese, come “Suisio Insieme”, all’amministrazione dal 2004 al 2009, e “Suisio Più”, che si presentò, con un timido successo, alla scorsa tornata elettorale, che, invece, non hanno ancora fatto sapere nulla sulle loro decisioni per le elezioni del 25 maggio. A contribuire all’esitazione delle liste è, probabilmente, il decreto Delrio in discussione in parlamento, che potrebbe stravolgere nuovamente le elezioni amministrative dei piccoli comuni (il numero dei consiglieri di Suisio potrebbe passare dagli 8 ipotizzati a 12). L’avviso di convocazione per la tornata elettorale è arrivato pochi giorni fa, ma manca ancora una certezza sulle condizioni di presentazione della lista. Una volta sciolte le riserve e fatta una presa di coscienza della situazione, è probabile che anche le liste di opposizione si faranno sentire.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.