BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nel mirino di Matteo Renzi anche i consorzi bonifica A Bergamo tassa più odiata

Dopo ricorsi e controricorsi delle associazioni consumatori bergamasche potrebbe pensarci Matteo Renzi a mettere fine a uno degli enti più odiati dai cittadini bergamaschi: il consorzio di bonifica. E con lui anche tanti altri “santuari rimasti nell'ombra” come motorizzazioni, Aci, aziende municipalizzate, con l'obbiettivo di rendere lo Stato più snello e diminuire quella burocrazia che crea un'enormità di problemi ad aziende e cittadini.

Più informazioni su

Dopo ricorsi e controricorsi delle associazioni consumatori bergamasche potrebbe pensarci Matteo Renzi a mettere fine a uno degli enti più odiati dai cittadini bergamaschi: il consorzio di bonifica. E con lui anche tanti altri “santuari rimasti nell’ombra” come motorizzazioni, Aci, aziende municipalizzate, con l’obbiettivo di rendere lo Stato più snello e diminuire quella burocrazia che crea un’enormità di problemi ad aziende e cittadini.

Partiamo della partecipate: settemila enti che costano in totale 12,8 miliardi di euro. Hanno debiti complessivi per 34 miliardi, una cifra che supera il loro stesso valore, stimato in 30 miliardi di euro. Danno lavoro a 200mila dipendenti con un compenso medio annuo di 62mila euro. Mangiano in tantissimi: membri dei loro consigli di amministrazione sono24mila e 56mila i revisori dei conti e i consulenti.  Per i consorzi di bonifica, enti pubblici che curano le opere pubbliche idriche e tenute in piedi dai contributi versati dai proprietari dei terreni agricoli e dai Comuni, la rivoluzione si fermerà ai Consigli di amministrazione. Le funzioni infatti dovrebbero essere trasferite agli enti locali, con la possibilità che il "balzello inutile" (come è stato definitio dalle associazioni dei consumatori) venga definitivamente tolto. 

Il nome del progetto è «Sforbicia-Italia». Tradotto significa cancellazione, riforma, riorganizzazione di tutto quello che non funziona nel sistema pubblico. Per maggio Renzi ha promesso un intervento mai visto prima sul funzionamento della pubblica amministrazione. Ha già puntato l’indice contro le Soprintendenze, nel discorso sulla fiducia a Montecitorio, i Tar, il sistema delle autorizzazioni e delle conferenze di servizio per gli appalti pubblici.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Mary

    Dobbiamo pagare questi carrozzoni per servizi inesistenti, la legge regionale dice che in aree urbane si è esentati da pagare il contributo, ma loro lo pretendono anche se non si esegue nessun intervento, una vera estorsione. Li volete mantere in vita perchè sono dei contenitori di voti, via i parassiti dall’Italia, ho fatto ricorsi vinti, io abito in una zona urbana e non ci sono interventi da parte loro, una vera truffa.

  2. Scritto da Aspettare fiduciosi ?

    Certo che di promesse Renzi abbonda : ACI-Consorzi-Province-Enti inutili vari-Aziende Comunali,Senato,Italicum ecc. ecc. insomma un sacco di carne al fuoco. Vedremo alla fine quante di queste riforme andranno in porto.

    1. Scritto da Beppe

      Se c’é un ente nonsolo inutile ma estremamente dannoso Sono i partiti politici e Matteo Renzi in primis!

  3. Scritto da Viola

    Ho controllato proprio oggi.. Sono preoccupata!! Il balzello non è ancora pervenuto.. Che si siano dimenticati di me?!?!? Incrociamo le dita….

  4. Scritto da sara

    non cambierà proprio un bel niente

  5. Scritto da Andy

    Benvenga l’abolizione del consorzio di bonifica. Certo aveva delle competenze, ma soprattutto spendeva soldi in modo assurdo. Vogliamo parlare della sede (se non sbaglio 4 milioni di €) senza le rimesse per i mezzi! E poi dallo scandalo Moro, non si è saputo più nulla…

    1. Scritto da luigi

      Molti sono gli Enti che fanno spese assurde etc.Mi viene in mente
      ,ad esempio,il mio Comune.Dovrei chiedere di abolirlo??
      La verità ,in Italia,è che vi è un deficit enorme di controllo e democrazia.Le riforme dovrebbero riguardare,a mio parere,questo
      aspetto.

  6. Scritto da Claudio

    Lunga vita a Renzi !

    1. Scritto da lotty

      D’accordo, però mi chiedo come mai il pd non ha fatto prima quello che renzi sta facendo ora. Questo è il vero dramma!

      1. Scritto da Bah !?

        Guarda chi ha governato in regione e governo . Fatti una domanda e datti una risposta. Comunque interessante il tuo approccio psicologico, l’unico rimprovero lo prende chi prende l’iniziativa . Meditaci.

      2. Scritto da stefano

        io sarei più preciso…come mai TUTTI i predecessori di Renzi non hanno fatto quello che Renzi sta facendo ora?

        1. Scritto da Mister Bean

          Boh, qui son tutti che credono a quello che dice la tv.
          Renzi sinora ha fatto: 135 mln ai beni culturali del sud, salvaroma bis e sta facendo il ter, tolto l’eleggibilità delle provincie (che costeranno il triplo) e farà così al senato, boiata italicum che prevede solo due coalizioni, raddoppio dei prefetti (benito docet); le riforme che sta facendo sono palesemente antidemocratiche. E non è stato eletto da nessuno (benito ri-docet). Ma qui son tutti del segno dei pesci??

  7. Scritto da mak

    dai che fra poco siamo Liberi

  8. Scritto da Luciano Avogadri

    I Consorzi di Bonifica erano stati dichiarati Enti inutili gia’ nel lontano 1977. Poi con contorsionismi vari vennero salvati. Che sia la volta buona?

  9. Scritto da Berghem

    Il problema è che quando vai a cancellare un ente non significa per forza che devi cancellare anche l’ambito che quell’ente gestisce. Se fai sparire i consorzi di bonifica,cosa che in sè non mi scandalizza affatto,devi prima capire chi si occuperà delle competenze finora svolte da tale ente. Un po’ come le province. Arriverà il giorno in cui si dovrà stabilire a chi passare le loro competenze (e il loro personale retribuito) e li si capirà la fregatura.

  10. Scritto da Mario

    eliminiamo pure Trenitalia e Fs che fanno letteralmente schifo

    1. Scritto da sergio

      eliminiamo anche le banche e le agenzie per il lavoro che sono state la rovina del PAESE e che lo hanno ridotto in questo stato….

  11. Scritto da nino cortesi

    Si avvicinano le elezioni e promettono mare e monti, poi ti fregano come sempre e sempre loro, cambia solo il tipo di Panariello o di bischero agli ordini.
    Non ci permettono neppure di selezionare i politici, ma di che si parla?
    A frotte e di corsa andiamo a votare M5* a Maggio, visto che questa elezione non la possono far sparire.

    1. Scritto da Nullafacenti

      Cambiando comico, mi dici quali leggi di grillo hanno cambiato la vita degli italiani ? Mi dirai che lui è all’opposizione e quindi non può fare NULLA ma ha scelto lui di stare all’opposizione , è lui che ha scelto di non fare NULLA. Molto più bello promettere mare e monti in campagna elettorale e poi scappare al bar a lagnarsi di tutto , cosa che riesce benissimo a CHIUNQUE.

    2. Scritto da lotty

      Caro Nino, condivido tanti tuoi commenti pur non avendo votato M5*. Però un appunto ora te lo faccio: ieri ho letto il volantino sull’incontro a Bergamo con Pizzarotti, il moderatore è un giornalista del bugiardino. Potevate risparmiarvelo!

      1. Scritto da Paolo

        Comincia a votare M5* e poi ne riparliamo :-) ihihih

        1. Scritto da sergio

          veramente quelli che hanno promesso mari e monti in campagna elettorale e che una volta seduti in parlamento non hanno fatto un fico secco, sono i parlamentari del M5S….anzi adesso

  12. Scritto da Gino

    Oh ! Finalmente ! In lombardia tutti i consorzi fanno le stesse cose , un solo sistema informativo, un solo sito web, una sola amministrazione , dipendenza da qualche ufficio della regione , basta nomine politiche , basta soldi per giornalini ,spese di promozione e rappresentanza per ognuno dei consorzi. L’era ura !

  13. Scritto da CAROLUS

    Certi Enti costerebbero meno se venissero pagati gli attuali dipendenti,fino alla loro dipartita dalla terra, ma fossero cancellati definitivamente !
    Che sia la volta buona?

  14. Scritto da umbertod

    Per la cronaca: i maggiori contribuenti del Consorzio di Bonifica bergamasco sono i proprietari di immobili, non i Comuni e non gli Agricoltori

  15. Scritto da sergio

    finalmente c’è qualcuno in Italia che sta mettendo le mani e le forbici eliminare enti inutili, sprechi e tasse che non si sa a cosa servono. ma solo per riempire le tasche di certi personaggi…. alla faccia di chi ha governato negli ultimi anni che a parole sembrava che dovesse rovesciare il mondo, ma nei fatti ha pensato solo ai c… suoi

    1. Scritto da Salvi

      Il problema è che fino ad oggi abbiamo visto ricollocare in altri posti pubblici, i “cassati” da enti o funzioni inutili. Non è che andando a letto asini, ci si risveglia cavalli…. Se erano posizioni e funzionari inutili prima, chissà dopo….. ;-)