BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Borgo Santa Caterina, 400 firme contro la movida “Ora basta schiamazzi”

Oltre quattrocento firme in pochi giorni per chiedere al Comune di Bergamo di intervenire contro la movida in Borgo Santa Caterina. I residenti del quartiere hanno promosso la raccolta firme dopo il dibattito avviato nelle scorse settimane. Difficile trovare un equilibrio tra le esigenze dei giovani, che trovano nel Borgo locali e luoghi di ritrovo, e gli abitanti che vogliono dormire soni tranquilli.

Più informazioni su

Oltre quattrocento firme in pochi giorni per chiedere al Comune di Bergamo di intervenire contro la movida in Borgo Santa Caterina. I residenti del quartiere hanno promosso la raccolta firme dopo il dibattito avviato nelle scorse settimane. Difficile trovare un equilibrio tra le esigenze dei giovani, che trovano nel Borgo locali e luoghi di ritrovo, e gli abitanti che vogliono dormire soni tranquilli. La battaglia tra i sostenitori delle due posizioni è solo all’inizio, perché con la bella stagione migliaia di persone si riversano in strada e i problemi aumentano: schiamazzi fino a notte fonda, qualche atto di vandalismo, auto che faticano a transitare. l’amministrazione comunale ha da tempo avviato una collaborazione con le forze dell’ordine per cercare di controllare il fenomeno.

L’assessore alla Sicurezza Massimo Bandera ha più volte incontrato i residenti e verificato di persona i disagi causati dall’assembramento di giovani. Sarà senza dubbio un tema forte della campagna elettorale, non ancora iniziata, ma ormai già nel vivo. Giorgio Gori, candidato sindaco del centrosinistra, si è già espresso, anche se senza individuare una soluzione definitiva: “Non c’è chi ha ragione e chi ha torto (se non l’amministrazione in carica, che ha colpevolmente lasciato che il fenomeno si trasformasse in emergenza e che ancora tace). La soluzione non è quindi né bianca né nera. Una mediazione tra le parti è l’unica strada percorribile per provare a conciliare questi interessi. L’obiettivo è di avere un Borgo più vivace e al tempo stesso più civile”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Luigi

    Ma poi, non riesco a capire. Basta dare un incentivo monetario alle persone che vivono nel borgo e vedrete che va bene a tutti. Che parte dei proventi dei locali venga usato per installare doppi vetri, abbellire la via o pagare un servizio di vigilanza.

    1. Scritto da ab

      è probabile che lei non abita in borgo provi a passare qualche notte in una delle case dove si cerca di dormire con i tripli vetri e tappi nelle orecchie!!!! non abbiamo bisogno di soldi ma di senso civico

  2. Scritto da Mario

    Bergamo una città per vecchi, e nostalgici, poveri Giovani che fine

    1. Scritto da Lucky

      Caro Mario non sono del Borgo ma cerco di mettermi nei loro panni. Perchè chi vuole divertirsi merita un compassionevole “povero” mentre chi vuole riposare è apostrofato come “vecchio e nostalgico”?
      Le piacerebbe che ogni qualvolta Lei dormisse magari in fase REM qualcuno La svegliasse con delle trombe nelle orecchie? Ma dai…

      1. Scritto da Luigi

        Citta’ alta no perche’ e’ storica. Ok
        Mura SI ma fino all’1 che ci sono i preti che dormono. OK
        Borgo NO perche’ le 3 del sabato sera e’ notte fonda. OK
        Centro lo voglio sicuro ma i locali non ce li metto. OK
        Discoteche fuori citta’ ma non gli metto bus e la gente si ammazza in auto poveretti. OK

        Quindi? tutti a casa a vedere Maria de Filippi!!! Incinvili!

        1. Scritto da Viola

          Scusi Luigi, ma se le tre non sono notte profonda, quanto dura la notte per Lei?

          1. Scritto da Luig

            Bhe Viola, basta guardare cosa succede nelle altre citta’ dove i locali stanno aperti tutta la notte. Con questo non voglio dire di tenerli aperti, ma chiudere alle 3 di notte non mi sembra cosi’ esagerato! No?

  3. Scritto da gigi

    Ma è così difficile capire ceh il problema è soltanto quello del rispetto delle leggi? Gli schiamazzi notturni sono reato penalmente sanzionabile. L’aeroporto ha limiti precisi di sviluppo stabiliti dai decreti autorizzativi che vengono bellamente ignorati, si vola di notte anche se è vietato, mancano tutte le prescrizioni previste dal VIA, etc. etc. E c’è qualcuno che ritiene “trogloditi” chi chiede il rispetto delle regole. E Gori vuole la botte piena e la moglie ubriaca…

    1. Scritto da Andrea

      cosa centra l’aeroporto con questo articolo???

    2. Scritto da Gio

      Caro Gigi, guarda che il sindaco non è Gori. Adesso ci manca solo che, dopo non aver fatto nulla per anni, Tentorio firmi il patto con i cittadini del borgo in cui si impegna a chiudere i locali e a non fare più le feste estive il venerdì. Un bel ravvedimento elettorale!
      Perché il sindaco non ha fatto rispettare le leggi fino ad ora? Perché non ha mai cercato una soluzione, un compromesso?

  4. Scritto da Ilaria

    Più che parlare di giovani, io focalizzerei la questione sui poveri proprietari dei bar. Già la crisi è pesante, se gli imponiamo di chiudere proprio negli unici momenti dove guadagnano un po’… Poi certo, se le cose si prolungano fino alle 3 di notte capisco mettere a freno gli schiamazzi! Ma per quanto frequenti il posto d’estate qualche sera già a mezzanotte rimangono solo qualche gruppetto di ragazzi…

  5. Scritto da A.Z.Bg

    Si sentiva la mancanza di un altro comitato del NO a prescindere.questa è diventata veramente una città per preistorici.no alla gente in giro la sera,ma anche si per la sicurezza della città;no all’aeroporto,no ai bambini nei parchi,no allo stadio dov’è ma anche da un’altra parte;no alle moto per le strade ma anche fuori strada;no alle macchine in città ma anche ai paecheggi,ecc.Bergamo città per vecchi brontoloni e basta.

    1. Scritto da Andrea

      questo commento andrebbe stampato e attaccato in tutta la città…così magari queste persone si renderebbero conto di come stanno rovinando una città che cerca di crescere

      1. Scritto da attilio

        Appunto !

  6. Scritto da attilio

    Santa Caterina, Sant’Orsola, l’Aeroporto. Oooh ma ci vogliamo rendere conto che il mondo moderno è così. Accidenti ma vogluamo che Bergamo rimanga un borgo medievale da candidatura a 2019 capitale della cultura senza esserne alla minima altezza. Girate un po ‘ orobicopitechi

  7. Scritto da Sindech?

    Ci sono regole. e’ così difficile il rispetto delle medesime? Le sanzioni non sono un optional? O forse si?

  8. Scritto da Marco

    Credo fortemente che queste 400 firme siano un autogol incredibile, soprattutto strategicamente parlando. Innanzitutto mi sembrano poche ma soprattutto credo che se ” i disturbatori” facessero lo stesso, supererebbero abbondantemente quota 500 in una decina di ore.

    1. Scritto da WAI

      Ma che bel ragionare…dunque se rompono a 40 sfigati a protestare….chissenefrega, ma se sono 4 mila allora la cosa è diversa. Un pensiero profondo, molto democratico, niente da dire.

  9. Scritto da Pilato 2.0?

    Certo che Gori dimostra un’equilibrismo democristiano di tutto rispetto. Della serie ecco a voi Pilato 2.0

    1. Scritto da Stefano

      Aspettiamo le proposte, quindi.

  10. Scritto da bob

    Perché l’aeroporto no ela movida sì?

    1. Scritto da alessandro cesareni

      E’la grande BG voluta e poi subita dagli amministratori dei 2 schieramenti -bruni-tentorio. Orio e s. Caterina sono due esempi di amministrazione incapace e connivente con la fazione più forte in termini elettorale oggi e di gestione del consenso poi. Nessuna comprensione x chi è vittima ,ma ,anzi sarcasmo.Acutissima è poi “la ragione non sta mai da una sola parte” degna di mesi di riflessione,oppure di una totale incapacità di prendere decisioni. solidarietà agli abitanti di S.Caterina

    2. Scritto da alessandro cesareni

      E’la grande BG voluta e poi subita dagli amministratori dei 2 schieramenti -bruni-tentorio. Orio e s. Caterina sono due esempi di amministrazione incapace e connivente con la fazione più forte in termini elettorale oggi e di gestione del consenso poi. Nessuna comprensione x chi è vittima ,ma ,anzi sarcasmo.Acutissima è poi “la ragione non sta mai da una sola parte” degna di mesi di riflessione,oppure di una totale incapacità di prendere decisioni. solidarietà agli abitanti di S.Caterina

  11. Scritto da Luigi

    Bah, da solo raccoglierei 1000 firme in 1 ora per ritardare l’orario di chiusura di quei locali. Di preciso vorrei sapere: l’1 di notte e’ “notte fonda”? di che “atti di vandalismo” si sta parlando? ed in che modo “le auto faticano a transitare”? No, perche’ a notte fonda le auto solitamente non circolano!!!

    1. Scritto da lungi luigi

      Ah certo perché chi sta a gozzovigliare fino all’una, non usa la macchina, arriva nei locali a piedi, o in bicicletta… ma che genio delle mille firme!

      1. Scritto da Luigi

        Grazie per avermi dato del genio! Se il traffico e’ per/delle stesse persone che “gozzovigliano” non vedo dove stia il problema onestamente.

      2. Scritto da Marco65

        Be, credo che intendesse il solito traffico cittadino da colonne chilometriche ;)

  12. Scritto da Diffidatidalgeneralizzare

    “Oltre quattrocento firme in pochi giorni”? A me risulta che abbiano lanciato la raccolta firme ufficialmente il 25 Marzo…e se non sbaglio sono giusto giusto due settimane. Fossi in voi verificherei le informazioni che vi girano…dai! Su bene, un pò di attenzione nelle cose che si scrivono…facile fare trionfalismi solo per fare notizia! Comunque sia…buon lavoro! Bgnews sempre sul pezzo! ;-)