BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Avete vecchie banconote? L’esperto spiega quanto possono valere – Video

Come si riconosce una banconota di valore? Dal suo suono. Per gli appassionati della cartamoneta il dottor Gianluca Coppola, titolare di uno studio filatelico specializzato nel settore del collezionismo, suggerisce un metodo empirico per verificare che la banconota sia di “fior di stampa”

Più informazioni su

Come si riconosce una banconota di valore? Dal suo suono. Per gli appassionati della cartamoneta il dottor Gianluca Coppola, titolare di uno studio filatelico specializzato nel settore del collezionismo, sul giornale Il Mattino suggerisce un metodo empirico per verificare che la banconota sia di “fior di stampa” cioè appena stampata dal poligrafico. Infatti, sventolando in aria le banconote, il fruscìo derivante dal movimento delle stesse ne indica la loro eventuale “rigidità”, assente, invece, in quelle già circolate.

«Lo stato di conservazione delle banconote, e quindi il fior di stampa, – spiega Gianluca Coppola – è una fattore importantissimo nella valutazione. Infatti, essendo un elemento cartaceo, la banconota è più soggetta al deterioramento e quindi alla svalutazione. Così come scritte o segni di graffette sulla superficie possono far calare di molto il valore».

Non solo. Per determinare la rarità di una cartamoneta, con un buon catalogo alla mano e armati di una lente d’ingrandimento, è necessario poi aguzzare la vista sul numero seriale che indica l’anno di emissione della banconota o sulla firma del governatore della banca d’Italia o dei cassieri. «Ogni firma è associata a una determinata emissione che può essere stata inferiore o maggiore rispetto alla precedente. La stessa 1000 lire può valere di più o meno a seconda del numero di banconote emesse con quella firma». Perciò, attenzione alle facili conclusioni, perché non è mica detto che la più datata 1000 lire di Giuseppe Verdi sia anche più di valore rispetto alla 1000 lire più recente di Marco Polo o di Montessori.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mar

    ringraziate quel Monti , che fa le ferie in Svizzera

    1. Scritto da Patrizio

      Monti ha salvato dalla bancarotta, purtroppo per salvare le banche ha fatto pagare ai soliti con le leggi fornero, pagare contributi oltre 40 anni e non ha tagliato i mega stipendi, dirigenti statali e parlamentari, pensioni d’oro.
      Chi ha portato in bancarotta l’Italia? Ero sicuro che non lo sapevi! Il nano di arcore condannato plurindagato ma ancora in televisione invece che in galera. E’ colpa degli Italiani che non hanno capito prima e nemmeno ora e lo rivoteranno. Non piangete dopo.