BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Accordo raggiunto: garantita la banda larga in provincia di Bergamo

ABM ICT, società interamente partecipata dalla Provincia di Bergamo, ha sottoscritto il 4 aprile l'accordo con le banche finanziatrici. Grazie a questa operazione, portata a termine con la collaborazione delle banche e dei soggetti che hanno lavorato sul piano di risanamento, sarà possibile garantire al territorio bergamasco la continuità dei servizi tecnologici offerti dalla rete in fibra ottica realizzata da ABM ICT.

Più informazioni su

ABM ICT, società interamente partecipata dalla Provincia di Bergamo, ha sottoscritto il 4 aprile l’accordo con le banche finanziatrici. Grazie a questa operazione, portata a termine con la collaborazione delle banche e dei soggetti che hanno lavorato sul piano di risanamento, sarà possibile garantire al territorio bergamasco la continuità dei servizi tecnologici offerti dalla rete in fibra ottica realizzata da ABM ICT.

Ecco il comunicato della Provincia di Bergamo

"La rete di telecomunicazione in fibra ottica di proprietà di ABM ICT rappresenta un’infrastruttura fondamentale per favorire i servizi di connettività veloce su tutto il territorio provinciale, in particolar modo a favore degli enti e delle istituzioni locali ed a garanzia e beneficio dei privati e delle imprese presenti nei territori che il mercato privato dei servizi di telecomunicazione mediante rete fissa non reputa profittevoli nel brevissimo periodo e che quindi sono particolarmente esposti al rischio di arretramento tecnologico. Si tratta di un importante segno di fiducia da parte degli Istituti di Credito e tale fiducia è stata riconosciuta a fronte di un piano che dimostra la validità e la sostenibilità del progetto di ABM ICT e della controllata BIG TLC che già offre servizi di connettività a molte delle più importanti realtà imprenditoriali bergamasche, strutture sanitarie pubbliche e private nonché oltre 60 comuni. L’accordo prevede il parziale stralcio del debito bancario da parte di Unicredit e la conversione in strumenti finanziari partecipativi per Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio, per un totale di quasi 2,5 milioni di euro. Grazie all’accordo ABM ICT ritroverà l’equilibrio finanziario patrimoniale che le consentirà di poter affrontare il futuro in autonomia, senza escludere la possibilità di partnership con soggetti privati o pubblici che possano contribuire alla crescita della società. Già dal 2014 ABM ICT e la controllata BIG TLC chiuderanno con un risultato positivo".

Guarda il video

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da baz

    come dire che se la passano maluccio, hanno ristrutturato il debito, e per il futuro chissà…