BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Strage di Bottanuco Liquidazione da 30 milioni, ecco perché Magrì ha ucciso fotogallery

Perché Domenico Magrì ha ucciso il socio e la moglie prima di togliersi la vita? Gli inquirenti hanno trovato la risposta: Magrì e Carmelo Orifici, fianco a fianco in decenni di lavoro, non hanno trovato l'accordo sulla liquidazione delle aziende edili gestite insieme per anni. Trenta milioni contro la proposta di un milione e mezzo fatta da Orifici. Due valutazioni molto diverse, troppo lontane per arrivare a una stretta di mano.

Perché Domenico Magrì ha ucciso il socio e la moglie prima di togliersi la vita? Gli inquirenti hanno trovato la risposta: Magrì e Carmelo Orifici, fianco a fianco in decenni di lavoro, non hanno trovato l’accordo sulla liquidazione delle aziende edili gestite insieme per anni. Trenta milioni contro la proposta di un milione e mezzo fatta da Orifici. Due valutazioni molto diverse, troppo lontane per arrivare a una stretta di mano. Magrì voleva la sua parte per poi lasciare definitivamente il lavoro e stare accanto alla moglie Maria Artale, costretta sulla sedia a rotelle dopo un ictus. Nessun problema economico, come ribadito dall’avvocato della famiglia. Solo un accordo mancato. Ecco perché giovedì mattina ha preso l’auto, ha dato appuntamento al socio a Segrate e lo ha ucciso con la sua Ruger 7,65. Tornato a casa, ha sparato alla moglie prima di farla finita.

I carabinieri erano già sulle tracce dell’omicida prima del ritorno a casa. Per pochi minuti non sono riusciti ad intercettarlo all’uscita dell’autostrada a Capriate. Lì erano appostate due pattuglie dei carabinieri, avvisati dai colleghi milanesi. Magrì però è riuscito a raggiungere la casa di Bottanuco e compiere l’ultimo tragico gesto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.