BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Patto civico per Gori Quasi pronta la lista C’è la figlia di Bruni

E' in dirittura d'arrivo la lista del Patto Civico, che venerdì sera si è riunita per ufficializzare la disponibilità dei futuri candidati a correre sotto il simbolo che ha come riferimenti cittadini Nadia Ghisalberti, capogruppo in consiglio comunale e Roberto Bruni, consigliere regionale. La prima guiderà come capolista la squadra di civici che, dopo le primarie, sostiene con la coazione di centrosinistra la candidatura di Giorgio Gori.

Più informazioni su

E’ in dirittura d’arrivo la lista del Patto Civico, che venerdì sera si è riunita per ufficializzare la disponibilità dei futuri candidati a correre sotto il simbolo che ha come riferimenti cittadini Nadia Ghisalberti, capogruppo in consiglio comunale e Roberto Bruni, consigliere regionale. La prima guiderà come capolista la squadra di civici che, dopo le primarie, sostiene con la coazione di centrosinistra la candidatura di Giorgio Gori. 

Confermate le candidature di Simone Paganoni e Vittorio Grossi, già in Consiglio comunale con il Parto Civico, e dei consiglieri di circoscrizione Maurizio Bergamini e Francesco Alleva.  "I candidati della squadra di Patto Civico – spiega Nadia Ghisalberti – secondo le linee guida di Umberto Ambrosoli, non hanno in tasca tessere di partito e sono rappresentanti della società e dell’impegno civile nel sostenere diversi temi importanti per la città, dalla cultura alla solidarietà, dalla scuola alla vivibilità degli spazi urbani e alla loro cura". Nutrita la presenza femminile in lista: tra le candidate Federica Bruni, pediatra e figlia dell’ex sindaco Roberto Bruni, ora consigliere regionale, Silvia Briozzo, registra teatrale, Roberta Leo, insegnante di scuola primaria nel quartiere di Loreto. Hanno confermato la loro disponibilità anche Marco Berlanda, dirigente bancario, l’architetto Paolo Crippa, lo studente universitario Andrea Caldiani e Gianluca Spitalieri, insegnate di scuola superiore. "Siamo molto contenti della squadra che presentiamo per il prossimo Consiglio  comunale – conclude Ghisalberti – ; ogni volto rappresenta un tema e un aspetto che stanno a cuore alla lista e che saranno le priorità del nostro programma". A breve la Lista presenterà tutti i nomi dei candidati al Consiglio Comunale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Gigi

    Berlanda, Caldiani, Bruni, tutta roba di seconde generazioni. Usato sicuro.

  2. Scritto da sentierone

    Caldiani? che cognome importante per questo semplice studente……..solo un semplice caso di omonimia??????

  3. Scritto da roberta

    Per carità, nessuno intende vietare ai “figli di” di fare attività politica: ne hanno lo stesso identico diritto come tutti gli altri.
    Sarebbe carino, però, se anche loro iniziassero proprio come tutti gli altri: partecipando a riunioni, organizzando iniziative, macinando chilometri a distribuire volantini, ecc. Partire subito dalla candidatura al consiglio comunale di Bergamo non è proprio corretto…

    1. Scritto da Simone Paganoni

      Scusi Roberta, ma lei come può sapere a quante riunioni, incontri o semplicemente quanti km a macinato Federica ? Io sono del suo gruppo e so che macinava km già 20 anni fa (come me) per raccogliere firme o distribuire volantini elettorali e che, da allora, ha partecipato alle riunioni della lista. Sarebbe meglio informarsi prima di criticare…

      1. Scritto da marco

        Scusi simone, ma 20 anni fa Federica aveva 14 anni………

  4. Scritto da nino cortesi

    Ma votate M5* e smettiamola con gli zerovirgola.
    Ma che si aspettano questi qui?

    1. Scritto da Simone Paganoni

      zerovirgola ?? Guardi che nel 2009 abbiamo preso il 12% ! Più di quanto preso dal M5S a Bergamo alle ultime elezioni…

  5. Scritto da nemo

    Arrivati a questo punto …non ci sono più parole!!

  6. Scritto da Berghem

    La regola della maniglia: a posto il padre…sistemiam la figlia.

    1. Scritto da Riccardo

      Il solito commentino acido: a parte che la figlia di Bruni ha già un lavoro, posso ricordare che fare il consigliere comunale non è un granché remunerato, ma in compenso bisogna lavorare duro e con una bella perdita di tempo. E’ poi si spera sia finito il tempo in cui i politici potevano comprarsi pranzi, cene, gelatini, mutande verdi e altri ammennicoli più o meno costosi a spese dei contribuenti.

      1. Scritto da Marino

        Esiste sempre la possibilità di non candidarsi, se è così faticoso ed usurante fare il consigliere comunale….

      2. Scritto da mon dieu!

        A me sembra tutto fuorché acido, il “commentino”. Quest'”operazione-Gori” ha dato una luce bruttissima e “ristretta-elitaria” alla sinistra. Si, quel tono chic radical in cui si muove primeggiando Ghisalberti. Non ho votato a dx ad oggi, ma questa sinistra para Gori genziana che cos’é?

    2. Scritto da daria

      La lega il trota, il bruni la carpa.
      Vorrei essere bresciana.

      1. Scritto da Giulio

        Senza nulla togliere al giornalista, bella anche la battuta del “Parto Civico” ;-)

      2. Scritto da Giulio

        bella questa!