BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Non risponde alle chiamate Architetto di Sabbio trovata morta in casa

Elisabetta Locatelli viveva da sola nell'appartamento di via Brigata di Dio e da due giorni nessuno aveva sue notizie. A scoprire il suo cadavere sono stati i vigili del fuoco giovedì sera.

L’hanno trovata priva di vita i vigili del fuoco nella prima serata di giovedì 3 aprile, nel suo appartamento di via Brigata di Dio, a Sabbio di Dalmine. Sarà l’autopsia a stabilire quali sono state le cause che hanno portato alla morte di Elisabetta Locatelli, architetto 45enne che da qualche tempo, dopo la scomparsa della madre, viveva da sola nel quarto piano del grande condominio che affianca il campo sportivo del paese, a pochi metri dall’autostrada A4 Milano-Venezia.

A dare l’allarme alle forze dell’ordine è stata una zia che, preoccupata dalle mancate risposte della nipote alle tante chiamate fatte e insospettita dalla spesa rimasta sul pianerottolo di casa per un’intera giornata (cosa alquanto strana dal momento che Elisabetta Locatelli ogni giorno si recava a Milano per lavoro), ha chiamato i soccorsi. 

Sul posto sono dunque arrivati i vigili del fuoco, accompagnati da un’ambulanza del 118 e dai carabinieri di Dalmine, hanno forzato la porta scoprendo il cadavere della donna. Non è stata confermata l’ora del decesso: non si esclude che Elisabetta Locatelli sia morta anche il giorno prima, mercoledì 2 aprile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.