BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un invito che conta E alla Messa del mercoledì arrivano volti noti

Ogni mercoledì di Quaresima nella chiesetta del Patronato San Vincenzo una trentina di persone partecipano alla messa delle 7.30 per lo più invitate dall'ad della Sesaab Massimo Cincera: tra i banchi Giorgio Gori, Ferdinando Piccinini...

Più informazioni su

Nessuna campana suona per annunciare la messa. Pare sia bastata una mail inviata da Massimo Cincera, amministratore delegato della Sesaab (la società editrice de L’Eco di Bergamo) in qualità di presidente dell’Opera diocesana Patronato San Vincenzo. Un invito scritto ad alcuni amici che contano.

E così ogni mercoledì durante la Quaresima, alle 7.30 (di mattina!) al Patronato San Vincenzo in via Gavazzeni arrivano allo spicciolata a riempire i banchi della chiesetta. Sono una trentina di fedeli, molti dei quali volti noti della città, a cominciare dal candidato sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, fino al segretario provinciale della Cisl Ferdinando Piccinini e passando per il docente universitario Lucio Cassia, neo presidente della Sesaab fino a Fabio Bombardieri, commercialista e sindaco del Credito Bergamasco, monsignor Lucio Carminati, economo della diocesi di Bergamo, Andrea Valesini, giornalista dell’Eco di Bergamo, e naturalmente Massimo Cincera.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pierangelo

    ALCUNI SACERDOTI NON DOVREBBERO OCCUPARSI DI POLITICA,,,,,,,,,,MA DELLE FAMIGLIE DISASTRATE PER MERITO DEI NOSTRI POLITICI ,SPERO CHE ALMENO QUALCUNO SI RICORDI DELL’ANIMA ED IN PARTICOLARE IL 7° comandamento.
    NON RUBARE ,

  2. Scritto da tosa

    ah … che bravi anche questi preti che si cercano pure loro gli amici “giusti”. Poi basta una bella predica per lavare la coscienza a sè e agli altri. Senza dimenticare un bacio all’anello del vescovo. Che povertà d’animo.

  3. Scritto da damopolenta

    “un invito che conta”…
    quasi “..un’offerta che non si può rifiutare..”

    In pratica, “venite a messa se volete voti”..Non se ne può più di una città che vive sotto l’ala della curia. Tv, Giornale, 2\3 degli immobili in città… Non siamo più nel medioevo, ve ne siete accorti?

  4. Scritto da michele p

    e “chissenefrega” non ce lo mettiamo?

  5. Scritto da parterre

    Certo c’è un bel “parterre de rois “; ma d’altronde Bergamo val bene una messa !

  6. Scritto da ct

    fuori i mercanti dal tempio!

  7. Scritto da vic

    Una curiosità, da quanto tempo Gori partecipa a queste messe? partecipava anche negli anni scorsi?

  8. Scritto da Elena Benedetti

    E’ sorprendente come in campagna elettorale anche il Padre Eterno venga utilizzato come motore di propaganda. E’ una notizia che qualcuno vada a Messa il mattino durante la Quaresima? ci vado anche io volete pubblicarlo?

    1. Scritto da lotty

      Il padre eterno(che secondo me non esiste) viene utilizzato sempre come motore di propaganda politica perchè il clero interviene pesantemente nell’indirizzare il voto degli italiani.

    2. Scritto da digeo

      Perfettamente d’accordo. Ma soprattutto chissenefrega se questa gente va a messa e in quale periodo e in quale orario.

  9. Scritto da Don

    Gesù ha predicato e insegnato a circondarsi di “amici che contano”… Se non fosse risorto, anche 2000 anni dopo si rivolterebbe nel sepolcro…. Il suo sacrificio ha prodotto frutti da ogm e asserviti a piacimento del potere!

  10. Scritto da GRAZIA

    caro giornalista, mi sembra che si sia dimenticato di menzionare che a quella Messa ci sono tanti docenti, educatori, operai, ospiti, immigrati del Patronato che vengono al lavoro mezz’ora prima per celebrare insieme. Si, tutti in chiesa. Perché lì si è tutti uguali. Sempre.
    ma…. scrivete sempre articoli su tutte le chiese in cui si celebrano messe in quaresima? interessante!

    1. Scritto da Vito

      Mai visti tanti vips in chiesa e con posti così limitati, ma d’altronde tutte le chiese si stanno stringendo, così’ sembrano più’ affollate. Se li si è’ tutti uguali una ragione di più’ per starmene alla larga. Amen

    2. Scritto da lotty

      Cara signora, sicura che lì si è tutti uguali? Si informi meglio, non è per niente così, da che mondo è mondo…

      1. Scritto da grazia

        dipende tutto dall’esperienza di FEDE che uno ha. io ne ho una, lei un’altra. io dico che siamo tutti uguali in chiesa, lei no. scelte. sempre e solo scelte. ma queste scelte non meritano certo un articolo su bergamonews, no? forse dei giornalisti dovrebbero occuparsi di altro. e noi lettori leggere altro. che a quella messa ci sia io o Gori chi se ne frega. io ci vado. lui ci va. chi se ne frega.

        1. Scritto da lotty

          Bergamonews ha fatto bene a pubblicare l’articolo. A lei probabilmente dà molto fastidio proprio perchè dice la verità su come funziona il potere della chiesa.

  11. Scritto da lotty

    E poi mi date dell’anticlericale! Fuori la chiesa dalla politica, questa deve essere la regola. Ma per prendere voti si perde l’onestà intellettuale diventando amici dei mercanti nel tempio.

    1. Scritto da Sére

      “Cara” Lotty: la tua fama ormai é quella, é dell’anticlericale a prescindere. Vedi anche qui, tu scrivi: “Fuori la chiesa dalla politica”, ma meglio avresti dovuto scrivere “FUORI I POLITICI DALLE CHIESE”. Infatti é Gori che va al Patronato e non viceversa. Quanto all’orario: é quello migliore per non darlo a sapere, salvando laiche capre e pii cavoli (…se non fosse per quegli impiccioni di BGnews! ;-)) )

      1. Scritto da lotty

        Lo ripeto, fuori la chiesa dalla politica.Il vaticano interviene continuamente sulle questioni politiche italiane e perciò i politici alla ricerca di consensi, contano sui voti dei credenti praticanti e non. Lo stato deve essere laico e quindi respingere la ingerenze delle religioni. Io sono anticlericale a prescindere? No caro, io sono anticlericale a ragion veduta.

  12. Scritto da Mark

    Bravi,è davvero un bell’ esempio, tanti Giovani vi dovrebbero imitare

  13. Scritto da Romano

    Pare sia bastata una mai….. a me pare siate un po pettegoli !!

  14. Scritto da NON COL VENTO

    Caro Giorgio questa potevi proprio risparmiartela, non vorrai far la fine di Rutelli ?
    Come diceva Benedetto Croce:” accanto ad uomini che stimano Parigi valer bene una messa, sono altri per i quali ascoltare o no una messa è cosa che vale infinitamente di più di Parigi , perché è affare di coscienza”