BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Europee a 5 Stelle, tra candidati sconosciuti e trombati eccellenti

“E questi chi li ha mai visti?” Se lo sono chiesto molti attivisti del Movimento 5 Stelle di Bergamo all'apertura della pagina per votare i candidati alle Europee. Beppe Grillo ha lanciato le “primarie” interne nella giornata di lunedì, dalle 10 alle 21. Hanno partecipato moltissimi iscritti al movimento: 5.091 candidati in tutta Italia. Tra loro anche tante persone che non si sono mai viste a un banchetto, a una riunione territoriale, a un'iniziativa.

“E questi chi li ha mai visti?” Se lo sono chiesto molti attivisti del Movimento 5 Stelle di Bergamo all’apertura della pagina per votare i candidati alle Europee. Beppe Grillo ha lanciato le “primarie” interne nella giornata di lunedì, dalle 10 alle 21. Hanno partecipato moltissimi iscritti al movimento: 5.091 candidati in tutta Italia. Tra loro anche tante persone che non si sono mai viste a un banchetto, a una riunione territoriale, a un’iniziativa. Volti sconosciuti, candidati che si sono iscritti anni fa al M5S e che ora hanno l’opportunità di comparire ufficialmente nelle liste e ricevere preferenze sulla scheda elettorale. Oltre al danno, la beffa: i veri attivisti, quelli che si impegnano ogni giorno per costruire dal basso il Movimento, non hanno potuto partecipare perché impegnati nei Comuni della Bergamasca.

Il primo turno, in Lombardia, è stato vinto da Eleonora Evi con 556 voti. n un caso sono bastati 33 voti per essere scelti, come per Manuel Voulaz della Valle d’Aosta. Hanno partecipato al voto 35.188 iscritti, le cui 92.877 preferenze sono state ripartite su 5.091 candidati. Ma si tratta solo del primo turno. Chi non è riuscito a spuntarla nella prima votazione avrà l’occasione per rifarsi nei prossimi turni. Ad esempio il bergamasco Daniele Martinelli, ex addetto stampa del Movimento 5 Stelle alla Camera, volto noto di talk show politici, mai considerato dal gruppo di Bergamo e ora di nuovo alla ribalta nonostante la prima bocciatura.

PIZZAROTTI A BERGAMO – Nel frattempo continua la campagna elettorale del candidato sindaco a Bergamo Marcello Zenoni. Sabato 12 aprile alle 15,30 il Movimento 5 Stelle ospiterà Federico Pizzarotti, sindaco di Parma. Saranno presenti, oltre a Zenoni, anche Laura Gamba, consigliere comunale a Brescia, il consigliere regionale Dario Violi e Attilio Pizzigoni, candidato consigliere del MoVimento 5 Stelle a Bergamo. Lo stesso Pizzarotti ha espresso molte perplessità di voto sulle Europarlamentarie: il Movimento 5 Stelle per le elezioni europee ha candidato "gente che noi non abbiamo mai visto. Viene fatto cadere l’attivismo che è una delle basi del movimento". 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nino cortesi

    Martinelli era già stato bocciato da portavoce del M5*.
    Penso che verrà bocciato nuovamente perché va in Tv su tutti i canali a far finta di parlare come M5* ma a non far finta di far fare solo figuracce al M5*.

  2. Scritto da nino cortesi

    Martinelli già bocciato, verrà ulteriormente bocciato, in quanto finto M5* su tutti i canali dell’altra sponda, ed è lì per far fare l’en plein alla comunicazione farlocca. Infatti il cittadino sprovveduto appena lo sente dice ma quanto non mi piacciono i grillini. E lui è lì apposta per far fare brutta figura al movimento.
    Pizzarotti marca male.
    I veri M5* buoni sono tantissimi e sono oro colato. I grillini della prima ora sono ancora un po’ da scremare.

  3. Scritto da olgettine4ever

    forse fa scalpore che tra i candidati non ci siano olgettine, amanti, raccomandati oppure familiari? A tutti gli iscritti al portale e’ arrivato l’invito a candidarsi purche’ in regola (fedina penale pulita, non iscritto a partiti, etc.) quindi come e’ giusto che sia si sono candidati tutti quelli che se la sono sentita di farlo. Non per nulla li chiamano “cittadini” e non politici. Poi sta a chi vota sulla base delle informazioni scegliere chi votare. Quale altro partito lo fa?!? NESSUNO!

    1. Scritto da pippo gentili

      la regola con l’iscrizione a dicembre 2012 è un capestro che ha escluso in maniera indegna altre candidature ed ha messo in crisi il principio “uno vale uno”.
      Che cosa ha prodotto questa regola, che si candidasse una sconosciuta come Eleonora Evi che parla “male” e che cerca una relazione impossibile tra design e politica? Per me è vergognoso che una truzza del genere abbia preso tant ivoti, il rischio con questa ignorante è che si faccia un clamoroso FLOP, sprecando un’occasione storica.

    2. Scritto da gigi

      un candidato con la fedina penale non proprio linda (reati leggeri) puo’ essere piu’ competente di un dilettante con l’ aureola sulla testa ?

      1. Scritto da nino cortesi

        Gigi? Competente a fare che cosa?

        1. Scritto da Vito

          Nel fare i dilettanti i grillini sono i più’ competenti. Vito Crimi sino a poco tempo fa metteva timbri in tribunale a Brescia ed era felice…

  4. Scritto da elettore critico

    Non si possono selezionare candidati al Parlamento Europeo allo stesso modo con cui Mediaset cerca le sue veline. Si passa dalla piazza mediatica a quella internet ma il risultato è lo stesso. Questo partito non si può votare …

    1. Scritto da Ossignur

      Beh, abbiamo visto che razza di candidati ci siamo portari in parlamento negli ultimi 20 anni (roba da vergogna) quindi credo che gia’ scegliendo tra cittadini normali che non sono mai campati alle spalle degli altri come i politici di professione e che abbiano una fedina penale pulita è gia’ un grande passo in avanti nelle selezioni. In piu’ ogni canditato posta il suo curriculum in base al quale chi vota puo’ preferirlo ad altri. Anche come metro di “merito” mi sembra un altro passo avanti..

      1. Scritto da Sergio

        Siamo arrivati al paradosso che i cittadini candidati 5stelle sono “strani” perché non omologati ai soliti modelli e giochi miserevoli che la casta pratica da decenni. E’ un bel riconoscimento! E’ un bel segnale!

        1. Scritto da elettore critico

          E’ evidente che nelle ultime elezioni abbiamo avuto i peggiori parlamenti della storia repubblicana, con piena responsabilità di Forza Italia, Lega Nord e PD, però una scelta di candidati fatta per web e su sconosciuti non ci da alcuna garanzia, costituisce solo una azione mediatica, che magari fa crescere anche il consenso, ma che non da assicurazioni sulla capacità di governare questo paese..

  5. Scritto da Padano

    Ma chi l’attilio Pizzigoni architetto figlio di architetto e soprattutto con un passato vicino prima al PSI craxiano e poi membro della commissione urbanistica con Bruni per il PD?

    1. Scritto da Sergio

      Beh, pretendere proprio dei “figli di nessuno”, senza storia, senza anagrafe, senza né arte né parte, è un po’ troppo, no? Cominciamo almeno con la fedina penale pulita, va’…..

      1. Scritto da Rossovivo

        A si si informi meglio sul soggetto allora….

  6. Scritto da Piergiorgio Campoleoni

    2) L’intervista a Pizzarotti dice: “la procedura è buona, molto meglio dei partiti e come tutto è perfezionabile, per esempio non si dovrebbe far partecipare chi non fa attivismo sul territorio” Quindi si, esprime perplessità, legittime, quelle di tutti noi. Però rimane il fatto che chi era sconosciuto ieri rimane sconosciuto anche oggi e nessuno l’ha votato.Una chicca: Nella Bergamasca il rapporto candidati-attivisti è ancora positivo(più attivisti) MENTRE NEL MILANESE è IL CONTRARIO!

  7. Scritto da aldo

    da attivista penso che queste “selezioni” siano il peggior metodo per decidere chi mandare in europa,se chi si sarebbe potuto candidare avra’ pensato di non essere all’altezza, vediamo che dei signori nessuno invece non hanno avuto remore e tentano il colpaccio. Prima di ripetere l’errore di mandare in parlamento quelli dei microchip sottopelle,quelli che siccome mi piace viaggiare penso che sia giusto che io vada nella commissione turismo, meglio non mandare nessuno ,per l’europa non voto m5s

    1. Scritto da Piergiorgio Campoleoni

      Ciao Aldo, posso chiederLe dove fa attivismo? Curioso un attivista che nemmeno vota M5S alle europee. Legittimo, ovviamente, ma allora perchè fa attivismo? Magari stasera ci potrà chiarire venendo alla riunione accoglienza a BG, la trova su meetup (che lei conoscerà bene essendo attivista)

      1. Scritto da aldo

        milano, dove gli sconosciuti sono molti di +.

        Non mandare in europa incapaci e’ una scelta responsabile,magari fosse stata fatta anche per roma.

  8. Scritto da Piergiorgio Campoleoni

    Precisazioni per l’autore. 1) Tutti coloro che avevano i requisiti si potevano candidare, anche gli sconosciuti (ed erano la maggior parte), ma problemi non ce ne sono, perchè essendo sconosciuti nessuno li ha votati… Non avevano possibilità di andare da nessuna parte!

  9. Scritto da Paolo

    Chi sarebbero i “trombati eccellenti” menzionati nel titolo e mai più citati nel testo dell’articolo? Nello statuto 5 stelle è vietato aver avuto precedenti tessere politiche…. Quindi impossibile la presenza di trombati, (malcostume praticato abbondantemente da tutte le altre forze politiche, ma proprio per questo devastante per il Paese)!

    1. Scritto da Redazione Bergamonews

      I lettori hanno anticipato la risposta.

    2. Scritto da roberta

      Daniele Martinelli. Leggi meglio gli articoli e frena la tua ansia di saltare subito a commentare per spalare fango

      1. Scritto da Paolo

        Il fango ce l’hanno buttato addosso tutti i politici pre-M5S e questo pare assodato…. Disoccupazione al 13%, nonostante lo spread minimo… Cosa c’hanno raccontato fino ad oggi? Chiedo scusa se mi è sfuggito Daniele Martinelli…