BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Osio Sotto Galbusera si ricandida “per il bene comune”

Attilio Galbusera, sindaco di Osio Sotto, annuncia ufficialmente la propria ricandidatura in vista delle elezioni amministrative del 25 maggio. Al centro della sua politica, l'attenzione al cittadino e alle sue esigenze.

Attilio Galbusera, sindaco di Osio Sotto, annuncia ufficialmente la propria ricandidatura in vista delle elezioni amministrative del 25 maggio. Al centro della sua politica, l’attenzione al cittadino e alle sue esigenze. Galbusera, 53 anni, fu eletto nel 2009 per la lista “Osio in Comune”, che riunisce l’esperienza sia del circolo cittadino della Lega Nord che della lista civica “La Via”.

Cinque anni fa, il gruppo ottenne la maggioranza assoluta, grazie anche probabilmente alla defezione del Popolo della Libertà, dovuta ad un ritardo burocratico nella presentazione della lista. Ora, Galbusera tenta la riconferma, dopo l’annuncio della candidatura di Edoardo Musitelli per la lista civica “La Margherita”, che arrivò seconda alle elezioni precedenti. Questo è il comunicato ufficiale con l’annuncio della lista civica “Osio in Comune”: Il bene comune al primo posto. È con questo progetto che mette il cittadino e le sue esigenze al centro dell’azione politica che Attilio Galbusera, sindaco di Osio Sotto, chiede ai suoi concittadini la fiducia per il prossimo mandato amministrativo.

“Amo dire le cose come stanno”, dichiara il sindaco Galbusera, “senza inutili proclami propagandistici elettorali: bisogna continuare sulla strada della gestione oculata delle risorse, poiché il contesto economico che i cittadini stanno attraversando è sotto gli occhi di tutti e le Amministrazioni comunali sono state negli ultimi anni fortemente penalizzate nella loro capacità realizzativa da imposizioni della politica centrale in materia di autonomia di spesa. Noi a Osio Sotto abbiamo fatto e continueremo a fare il massimo possibile restando con i piedi per terra e seguiteremo a mettere i bisogni del cittadino al primo posto nella nostra azione di governo della città”.

Nel corso dell’ultimo quinquennio amministrativo sono cresciute esponenzialmente le richieste di aiuto economico da parte dei nuclei famigliari residenti nel Comune. “La crisi economica e occupazionale negli ultimi anni ci ha obbligati a fronteggiare”, prosegue il sindaco Galbusera, “crescenti difficoltà di molti cittadini nel pagamento dei canoni d’affitto, delle tariffe dei servizi scolastici e nelle rette in Rsa, Comunità, alloggi protetti e in molte altre realtà sociali. Dare risposte a questi concittadini è stato il primo pensiero dell’attività della Giunta uscente, nonostante le crescenti criticità delle risorse correnti di bilancio. A questo scopo abbiamo sostenuto il Fondo di solidarietà sociale e abbiamo investito per mantenere il più possibile unito il tessuto sociale cittadino. Ovviamente ci auguriamo che la situazione economica e occupazionale migliori rapidamente e che si possa tornare ad affrontare la quotidianità con maggiore serenità. Ma in ogni caso, nel corso della mia nuova azione di governo della città, mi impegnerò a continuare a lavorare per dare risposte concrete al fine di migliorare la qualità di vita dei cittadini di Osio Sotto”.

Sempre nel campo del sociale, un ulteriore risultato positivo raggiunto dalla Giunta del sindaco Galbusera è stato l’ottenimento della completa autonomia finanziaria, l’incremento e il miglioramento dei servizi erogati della Società partecipata San Donato srl. “A questo”, spiega Galbusera, “vanno aggiunti interventi quale il mantenimento dei contributi alle Associazioni e alle Società sportive e gli stanziamenti per le Borse di studio, oltre a un sensibile aumento degli investimenti per l’istruzione dei nostri ragazzi”.

Nonostante le limitazioni del Patto di stabilità e la riduzione dei trasferimenti statali, l’Amministrazione comunale nell’ultimo quinquennio ha tenuto la “barra a dritta” per raggiungere gli obiettivi prefissati realizzando numerose opere a beneficio della cittadinanza. “Tra gli interventi più significativi”, prosegue il sindaco Galbusera, “per prima voglio ricordare la trasformazione in Sacrario dell’Oratorio di San Filippo Neri, un’opera che ha ricevuto, tra l’altro, il riconoscimento di tutte le Associazioni di volontariato del territorio cittadino. Di primaria importanza ci sono, inoltre, il Parco Fotovoltaico e la Piazzola ecologica, l’ampliamento con 268 nuovi posti nel cimitero e il nuovo magazzino comunale, la realizzazione del nido comunale presso il “Baitello e il Parco ex piscine, oltre a vari interventi di riqualificazione di parcheggi, piazze e vie. A questo vanno aggiunte numerose opere manutentive che hanno migliorato l’aspetto della città e conseguentemente la qualità della vita dei cittadini con particolare attenzione al tema del risparmio energetico. Significativo, peraltro, è stato il progetto di riqualificazione e messa in sicurezza del campus scolastico Aldo Moro, gli interventi edilizi previsti presso le scuole materna, elementari e medie”.

L’attenzione alla sicurezza è stato un altro asse portante dell’operato dell’Amministrazione del sindaco Galbusera. Nonostante le limitazioni di bilancio e i conseguenti vincoli nelle assunzioni di nuovo personale, si è riusciti a rinforzare la dotazione organica della Polizia locale riprogrammandone la completa organizzazione e introducendo servizi serali e notturni durante tutto l’anno solare. A questo va aggiunto l’adeguamento e l’integrazione della videosorveglianza e l’introduzione del sistema di lettura targhe. A livello sovra comunale, si è realizzato il progetto di Rete ecologica con altre 20 Amministrazioni, un nuovo appalto unico per la gestione dei rifiuti e si è proceduto a un nuovo regolamento per l’accesso alla piazzola. Sono queste, in linea generale, le direttrici su cui si è mosso e intende continuare a fare l’Amministrazione di Osio Sotto. Un percorso costruito su buoni rapporti tra e con i cittadini, e sulla base della consapevolezza che è proprio in momenti difficili come quello che si sta attraversando che occorre concentrarsi sul bene primario di un territorio: i cittadini e le loro legittime necessità per la conduzione di una vita il più possibile tranquilla.”

Fabio Tiraboschi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Alex

    Ma quando parla di miglioramento del servizio di sicurezza di polizia ed implementazione dei mezzi di sorveglianza si riferisce al doppio comandante e alle colonnine arancioni che il ministero ha dichiarato illegali?

  2. Scritto da alex

    Beh.. meglio Galbusera ( Lega Nord ) di chi, ha autorizzato il casello della Pedemontana nel parco del fiume Brembo, a meno di un km dal castello di Marne, e confinante con il bosco Itala: mr Bocchi (la margherita) Dimenticavo, la margherita (centro sinistra) oltre a cio’ ha detto il primo si all’ AUTOSTRADA BERGAMO-TREVIGLIO…
    Galbusera non ha rivoluzionato il paese ma almeno non ha fatto danni..

    1. Scritto da lotty

      Chi c’era alla regione quando hanno deciso di fare la Pedemontana? Nelle dichiarazione del sindaco poi ci sono molte bugie, si è attribuito opere già deliberate dall’amministrazione precedente. L’asilo nido poi non è comunale, è privato convenzionato.