BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Il centrodestra ribadisce il no alla moschea “E’ un luogo abusivo”

Nuovo, ennesimo, voto contrario alla moschea in via Cenisio. Il Consiglio comunale ha respinto il riconoscimento della moschea come luogo di culto all'interno del piano di governo del territorio. La stessa contrarietà è stata espressa per l'immobile di via Cabrini.

Più informazioni su

Nuovo, ennesimo, voto contrario alla moschea in via Cenisio. Il Consiglio comunale ha respinto il riconoscimento della moschea come luogo di culto all’interno del piano di governo del territorio. La stessa contrarietà è stata espressa per l’immobile di via Cabrini, vicino al parcheggio della Malpensata, che fino a pochi mesi fa ospitava fedeli di diverse religioni.

Le due varianti sono state bocciate grazie al ripensamento di Forza Italia, che in commissione aveva votato a favore, mentre nella seduta di lunedì sera si è schierata con la Lega Nord evitando la spaccatura della maggioranza. Alberto Ribolla, capogruppo del Carroccio, spiega le ragioni del no: “Il nostro voto è contrario perché non possiamo assolutamente riconoscere un servizio che si è insediato con quella destinazione in modo abusivo. Creeremmo un precedente. Non possiamo legittimare anche il capannone di via Cabrini, stretta e senza parcheggi. Non può passare l’idea che occupare uno stabile con destinazione abusiva possa essere ottenere una sanatoria”. Giuseppe Petralia è consapevole che una spaccatura su un argomento così delicato, a poche settimane dal voto, avrebbe creato molti problemi. “Era una questione tecnica, c’è stato uno spontaneo ripensamento – spiega -. Diciamo che non era il momento di creare tensione”.

La risposta dell’opposizione è piuttosto timida. “Nel piano di governo del territorio era previsto un luogo destinato al culto di altre religioni – spiega Giacomo Angeloni, consigliere del Pd -. Via Cenisio è il posto sbagliato per la moschea, ma il Comune deve trovare un posto alle persone che vogliono pregare. Così continuate a incrementare odio tra culture, noi non lo facciamo”. Critico anche Marco Brembilla: “E’ stato disatteso il mio invito a dare un giudizio esclusivamente di natura tecnica E’ pur vero che all’inizio erano state realizzate opere non conformi, ad esempio in via Cenisio, ma ora c’è l’agibilità. Anche il Tar ha dato indicazioni precise all’amministrazione di Brescia, non vedo perché dovremmo disattenderle”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da jack

    Al pd interessano i suoi futuri elettori: gli immigrati: Ecco perchè tante attenzioni ai “fratelli migranti”…..oltre all’odeologia, s’intende.

    1. Scritto da Giovanni

      Mica vero, gli immigrati sono parecchio conservatori e bigotti. Tipo, chiedi delle unioni gay e senti cosa ti risponde un musulmano. Più facile che votino a dx. Chissà di quale odeologia vagheggia jack…

  2. Scritto da Luca

    Siamo stufi di veder menzionato il nome della nostra via sui giornali. Vivevamo in un tranquillo anonimato che vorremmo ritrovare al più presto. Non solo la moschea, ma anche una discoteca boliviana, che viene spacciata per circolo culturale, ma secondo voi da un circolo culturale si esce ubriachi fradici,a tutte le ore del giorno e della notte? Maggiorenni, ma anche minorenni, anche in età da passeggino!

    1. Scritto da giovanni

      e per fortuna c’e’ la lega al governo

      1. Scritto da Mister Bean

        Faccio notare che al governo c’è il ducetto renzi, appoggiato da quasi tutti i partiti tranne lega e m5s. Se ti riferisci a Bg sappi che gli strumenti per contrastare gli abusi descritti i sindaci non li hanno. e’ il governo centrale che legifera. Se poi ti fa piacere prendertela con l’ideologia leghista fai pure, ma non ci fai proprio bella figura.

  3. Scritto da Zanzara

    Destra e sinistra hanno riconosciuto l’inadeguatezza logistica degli attuali luoghi di culto di altre religioni ma escludono di fatto lo spostamento in altri luoghi entro i confini del Comune di Bergamo. I problemi non si risolvono negando i diritti altrui ma riconoscendoli proponendo soluzioni alternative. Ancora una volta, caro Tentorio, hai subito il diktat leghista.

  4. Scritto da seriate prima di tutto

    tranquilli, ci sta pensando seriate…

    1. Scritto da Antonella

      Queasta e’ vera ipocrisia a Bergamo citta’ no ma in periferia ( Seriate) la situazione viene tollerata e anche li e’ tt abusivo qualcuno mi sa dire perche’?? grazie

      1. Scritto da angelo

        il candidato di seriate alle prossime elezioni amministrative della lega domenica sul giornale diceva :siamo contro i kebab…..ma in questi ultimi anni quanti ne hanno aperti a seriate?
        seriatesi non fatevi piu’ ingannare….. alle prossime elezioni ….mandateli a casa

        1. Scritto da Antonella

          ciao Angelo
          hai perfettamente ragione; sicuramente il mio voto nn lo avranno; comunque ti posso assicurare che da quando a Seriate si e’ creata questa paradossale situazione io personalmene ho avuto la prova che l attuale Amministrazione Comunale non ha assolutamente la volonta’ di farla cessare grazie

      2. Scritto da luca

        Cara Antonella,la lega di bergamo non sa’ e non pensa che a seriate l’amministrazione leghista(si fa’ per dire) ha autorizzato di fatto una moschea(centro culturale islamico),non sanno che a seriate con la fine del mandato del sindaco sisana la lega e’ totalmente sparita.pensano ancora di avere un gruppo di leghisti attivi,un’amministrazione leghista potente e quindi e’ impossibile per loro che la propria amministrazione faccia tutto cio’

        1. Scritto da Antonella

          Luca
          condivido in pieno il tuo pensiero…e’ veramente una cosa vergognosa! e voglio fare una nota di demerito anche per la Polizia Locale di Seriate ( vigili) che quando vengono da noi residenti richiesti sopralluoghi in ordine igienico sanitario fingono di effettuarli ma in pratica nei locali se ne guardano bene di entrarci

        2. Scritto da Mister Bean

          I centri culturali NON NECESSITANO di alcuna autorizzazione.
          I luoghi di culto si. Quindi seriate non ha autorizzato alcunchè.
          Basta balle, ci pensano già i giornalisti a dirle.

          1. Scritto da Antonella

            hei Mr Bean non venire a prenderci in giro,…vai a vedere cosa fanno in pratica dentro le loro Associazioni…