Quantcast
La Nuova Gamec slitta Regalo da 4,5 milioni in attesa da quattro anni - BergamoNews
Bergamo

La Nuova Gamec slitta Regalo da 4,5 milioni in attesa da quattro anni

Un regalo da 4,5 milioni di euro, impacchettato, in attesa da quattro lunghi anni. E' il progetto della Nuova Gamec ai Magazzini generali di via Rovelli. Ubi Banca lo ha proposto nel 2010, la discussione si è protratta per tre anni, Palafrizzoni ha ricevuto (nell'agosto del 2013), ringraziato e poi iniziato l'iter che si è protratto fino ad oggi.

Un regalo da 4,5 milioni di euro, impacchettato, in attesa da quattro lunghi anni. E’ il progetto della Nuova Gamec ai Magazzini generali di via Rovelli. Ubi Banca lo ha proposto nel 2010, la discussione si è protratta per tre anni, Palafrizzoni ha ricevuto (nell’agosto del 2013), ringraziato e poi iniziato l’iter che si è protratto fino ad oggi. Cosa prevede? 5655 metri quadri su tre piani per la galleria di arte moderna e contemporanea, più oltre 5000 per Ubi destinati a caffetteria, bookshop, alla collezione permanente della banca, al centro di formazione con auditorium e ad un ristorante. Quello che doveva essere uno degli obbiettivi del programma elettorale del sindaco Franco Tentorio è di nuovo rimandato a dopo le elezioni. Riuscirà a centrarlo solo in caso di vittoria alle prossime elezioni. Il percorso amministrativo per approvare la nuova casa della galleria di arte moderna e contemporanea è infatti costellato di ostacoli: prima le trattative con gli uffici comunali, poi le perplessità del centrodestra e la forte contrarietà del centrosinistra.

L’ultimo stop è arrivato con la scadenza del mandato. Il progetto è stato sottoposto a valutazione ambientale strategica, ma con la chiusura dei lavori in Consiglio comunale causa elezioni si dovrà aspettare l’insediamento del nuovi consiglieri per dare il via libera definitivo. Nel mezzo c’è il voto, con tutto quello che ne consegue. Se vincerà Tentorio si andrà avanti sulla (lunga) strada intrapresa, se invece prevarrà il centrosinistra di Giorgio Gori ci potrebbe essere un nuovo ripensamento. Il candidato di Pd, Patto civico e Sel ha espresso fin da subito la volontà di spostare la Gamec negli spazi della caserma Montelungo, come inizialmente previsto dal Piano di governo del territorio. Un progetto di polo dell’arte e della cultura che Tentorio ha abbandonato a causa della mancanza di risorse economiche.

Sempre a proposito di arte tarda ad arrivare anche la ratifica della convenzione con la Fondazione Credito bergamasco per il riallestimento dell’accademia Carrara, chiusa dal 2008. I documenti legali sono stati depositati quasi un mese fa, la firma era prevista entro fine marzo. In Consiglio comunale però non è ancora approdato l’atteso documento. Da quel momento scatteranno gli otto mesi necessari per bandi, assegnazione e riallestimento vero e proprio. Rispetto a quanto stimato a gennaio, si è già accumulato un ritardo. Nulla in confronto al lunghissimo restauro generale, ma significativo nel complesso di un progetto molto atteso da operatori, cittadini e visitatori.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
L'assessore Andrea Pezzotta
Il progetto
Nuova Gamec, Pezzotta: “Il tempo è tiranno, attendiamo i passi di Ubi”
Progetto della nuova gamec
Bergamo
Nuova Gamec, iniziata la valutazione ambientale I tempi si allungano
Caserma Montelungo di Bergamo
Bergamo
Sferzata del Cavaliere Giallo sulla caserma Montelungo: nuova Gamec e auditorium
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI