BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Torna l’ora legale: questa notte lancette avanti

Torna l'ora legale. Le lancette dei nostri orologi dovranno essere tirate avanti di un’ora nella notte tra sabato 29 e domenica 30 marzo 2014, dalle 2.00 alle 3.00. Per evitare problemi, i medici consigliano più sonno, più attività fisica e una sana e ricca colazione.

Torna l’ora legale. Le lancette dei nostri orologi dovranno essere tirate avanti di un’ora nella notte tra sabato 29 e domenica 30 marzo 2014, dalle 2.00 alle 3.00.

Il netto miglioramento del clima (anche se con qualche alto e basso) aveva già fatto presagire l’arrivo della primavera da qualche tempo, ma un segnale inequivocabile dell’arrivo della bella stagione è rappresentato dal cambiamento d’ora.

Lo switch delle lancette avvenne per la prima volta nel 1916 in Inghilterra, quando il Parlamento approvò tale disposizione per motivi di risparmio energetico e di sfruttamento della luce solare. Spostando in avanti le lancette di un’ora, infatti, si ritarda l’utilizzo della luce artificiale in un momento in cui le attività lavorative sono ancora in pieno svolgimento.

Durante il periodo di ora legale, secondo le stime previste dal gestore della rete elettrica nazionale Terna, si avrà un notevole risparmio di energia elettrica, pari circa a 556,7 milioni di kilowattora.

Una quantità che corrisponde al fabbisogno annuo di circa 200mila famiglie. Un cambio che, in passato, risultava spesso problematico, specialmente perché occorreva modificare manualmente l’orario di tutti i dispositivi di casa (ad esempio, orologi e sveglie).

Ora, con l’avvento massiccio della digitalizzazione, possiamo sostenere che, a conti fatti, il problema è molto ridotto: la maggior parte dei nostri apparecchi, come computer, smartphone, tablet, orologi digitali, sono “intelligenti” e si modificano spontaneamente.

Nei giorni successivi al cambio d’ora, si può incappare però in alcuni disturbi fisici, specialmente relativi al sonno. Spesso a soffrirne sono i bambini, che accusano alcuni sintomi leggeri, come sonnolenza e stanchezza. Tuttavia, dopo qualche giorno, il corpo adatterà i propri ritmi naturali, regolando tutti gli scompensi.

Ma non mancano casi in cui i rischi possono essere anche peggiori: è stato infatti verificato da diversi studi che gli incidenti sul lavoro aumentano sensibilmente nel periodo di ora legale, in quanto la concentrazione dei lavoratori cala. Sono poi molto frequenti casi di cambio d’umore e di depressione.

Come fare ad evitare tutto questo? I medici e gli psicologi consigliano di andare a dormire presto, per evitare i rischi connessi alla diminuzione delle ore di sonno, di aumentare l’attività fisica aerobica (corsa, bicicletta…) e di trascorrere più tempo all’aria aperta. È poi importante una ricca e sana colazione, per dare la giusta “carica” alla giornata che si deve affrontare.

L’ultima domenica di ottobre, sarà poi tempo di ri-abituarsi ad un altro spostamento: tornerà infatti l’ora solare, che ci ha fatto compagnia nel periodo autunnale ed invernale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Andy baumwolle

    Un deciso salto nel futuro