BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Banco Popolare dice sì alla fusione del Credito Bergamasco fotogallery

I soci del Banco Popolare hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione del Credito Bergamasco. L'istituto orobico che ha sede in Largo Porta Nuova, che è detenuto per il 77,819% del capitale dall'istituto di Verona.

I soci del Banco Popolare hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione del Credito Bergamasco. L’istituto orobico che ha sede in Largo Porta Nuova, che è detenuto per il 77,819% del capitale dall’istituto di Verona, era l’ultima banca a dover confluire nel gruppo secondo il progetto di "Bancone" varato nel 2011 da Pier Francesco Saviotti. La fusione sarà operativa dal primo giugno 2014.

L’obiettivo è quello di semplificare la struttura e consentire sinergie di costo attraverso l’eliminazione di spese amministrative e di controllo, oltre alla riduzione degli oneri fiscali.

I soci hanno anche confermato nell’assemblea che si è svolta sabato 28 marzo a Verona Carlo Fratta Pasini e Pier Francesco Saviotti ai vertici dell’istituto per un altro triennio. Il disco verde è arrivato al termine di un’assemblea che ha registrato numeri da record: quasi 25mila i voti espressi, comprese le deleghe, dagli oltre 10mila soci sparsi tra Verona, sede dell’evento, e le quattro città collegate in videconferenza, ovvero Novara, Lodi, Lucca e Modena.

La lista di maggioranza ha ottenuto 21.452 voti sui 24.924 complessivi. Alla compagine di minoranza sono andati invece 2.418 voti (9,7%), che valgono l’ingresso in Cda di Tommaso Zanini.

Lunedì 30 marzo scatterà l’aumento di capitale da 1,5 miliardi di euro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.